in

Aziende Leader nel Settore delle Terre Rare: Le 8 Principali Aziende nel 2024

Le terre rare sono fondamentali per l’alba di una nuova era nell’energia e nella tecnologia. Scopri di più sulle più grandi aziende di terre rare nelle principali borse del mondo.

Le terre rare sono essenziali in una vasta gamma di tecnologie attuali, dalle telecamere degli smartphone ai sistemi di difesa.

Il gruppo di metalli critici, che include neodimio e praseodimio, ha visto aumentare la domanda anche dall’industria dei veicoli elettrici in costante espansione negli ultimi anni. “La soluzione di ingegneria più semplice per un sistema di trazione su un veicolo elettrico è utilizzare un motore sincrono a magnete permanente, e quei magneti permanenti sono fatti di elementi delle terre rare (REEs),” ha spiegato Jon Hykawy di Stormcrow Capital all’Investing News Network in un’intervista.

La Cina è di gran lunga il principale produttore mondiale di terre rare e detiene le più grandi riserve di terre rare. Il monopolio del paese sul mercato delle terre rare ha spinto altre nazioni come gli Stati Uniti, il Canada e l’Australia a incentivare l’estrazione e la lavorazione delle terre rare, così come la produzione di prodotti aggiuntivi a valore aggiunto, al fine di rafforzare le proprie catene di approvvigionamento.

Nel complesso, ci si aspetta che il mercato globale cresca a un tasso di crescita annuo composto del 14,9 percento raggiungendo i 14,24 miliardi di dollari entro il 2030.

Di seguito, l’Investing News Network presenta le più grandi aziende di terre rare per capitalizzazione di mercato sulle borse azionarie statunitensi, canadesi e australiane. I dati sono stati raccolti il 5 gennaio 2024, utilizzando lo screener di azioni di TradingView.

Azioni di terre rare negli Stati Uniti

Gli Stati Uniti sono in prima linea nella corsa per garantire un approvvigionamento stabile di terre rare al di fuori della Cina. Mentre la nazione ha vaste riserve di terre rare ed è il secondo più grande produttore globale di REE, gli Stati Uniti sono gravemente carenti di impianti di lavorazione. Le azioni di terre rare degli Stati Uniti che cercano di cambiare questo squilibrio offrono agli investitori opportunità per sfruttare il potenziale di crescita di questo mercato.

  1. MP Materials (NYSE: MP) Profilo aziendale Capitalizzazione di mercato: 3,261 miliardi di dollari; prezzo delle azioni: 18,34 dollari

    MP Materials è il più grande produttore di terre rare al di fuori della Cina, con un focus sull’ossido di neodimio e praseodimio (NdPr) ad alta purezza, un concentrato di terre rare pesanti, nonché ossidi e carbonati di lantanio e cerio.

    L’azienda è stata quotata in borsa a metà del 2020 in un accordo da 1,47 miliardi di dollari seguendo l’acquisizione della miniera di Mountain Pass in California da parte di Molycorp, l’unica miniera e impianto di lavorazione di terre rare ancora in funzione negli Stati Uniti.

    Nel terzo trimestre del 2023, MP Materials ha raggiunto un significativo traguardo con la produzione di NdPr separato. “Questo è un enorme traguardo per l’azienda e per l’indipendenza della catena di approvvigionamento americana,” ha dichiarato James Litinsky, Fondatore, Presidente e CEO di MP Materials nel comunicato stampa. Inoltre, l’azienda ha annunciato di puntare a un aumento del 50 percento nella produzione di ossido di terre rare (REO) entro quattro anni.

  2. Energy Fuels (NYSEAMERICAN: UUUU, TSX: EFR) Comunicati stampa Profilo aziendale Capitalizzazione di mercato: 1,113 miliardi di dollari; prezzo delle azioni: 9,03 dollari

    Energy Fuels è nota principalmente come una delle principali aziende di uranio degli Stati Uniti che fornisce prodotti di uranio a importanti servizi pubblici nucleari. L’azienda possiede tre importanti centri di produzione di uranio negli Stati Uniti: il mulino di White Mesa nello Utah (l’unico mulino di uranio convenzionale in funzione nel paese oggi), e i progetti di recupero in sito di Nichols Ranch e Alta Mesa in Wyoming e Texas, rispettivamente.

    Comprendendo l’importanza dei REE per un futuro energetico verde, Energy Fuels sta sviluppando le sue capacità di produzione di REE. L’azienda sta costruendo un’infrastruttura di separazione REE di fase 1 a White Mesa, che darà a Energy Fuels una capacità totale di ossidi di terre rare (TREO) di 2.500 a 5.000 tonnellate metriche (MT) all’anno, inclusi 500 a 1.000 MT all’anno di ossido o ossalato di NdPr. Si prevede che la fase 1 sia completata e completamente commissionata entro i primi del 2024. L’azienda prevede inoltre di avanzare nel design, nell’ingegneria e nell’approvazione di un piano di sviluppo di una struttura di crack-and-leach e separazione REE di fase 2 pianificata con una capacità di TREO fino a 15.000 MT all’anno.

    Azioni di terre rare canadesi

    La Strategia dei Minerali Critici del governo canadese include 3,8 miliardi di dollari canadesi di finanziamenti federali e “si concentra sulle opportunità in ogni fase lungo la catena del valore dei 31 minerali critici del Canada, dall’esplorazione al riciclaggio”. La lista dei metalli critici del Canada include i REE. Il governo ha inoltre stanziato 7,5 milioni di dollari canadesi per il sostegno all’istituzione di un impianto di lavorazione di REE in Saskatchewan.

    Di seguito sono elencate le più grandi azioni di terre rare canadesi per capitalizzazione di mercato.

    1. NioCorp Developments (TSX: NB) Profilo aziendale Capitalizzazione di mercato: 100,271 milioni di dollari canadesi; prezzo delle azioni: 3,92 dollari canadesi

      NioCorp Developments sta sviluppando il suo progetto Elk Creek nel Nebraska, un progetto di minerali critici che l’azienda afferma ospita il giacimento di niobio primario ad alta gradazione in sviluppo più grande del Nord America; è inoltre in grado di produrre scandio su larga scala ed è la seconda più grande risorsa indicata o migliore di terre rare negli Stati Uniti.

      Uno studio di fattibilità aggiornato del 2022 per Elk Creek include un nuovo modello per le riserve minerali ed economiche. Sebbene non includa previsioni sulla produzione di terre rare, il rapporto presenta una previsione di vita mineraria più lunga, gradazioni di minerale e tonnellaggi attesi più alti e previsioni di progetto economico migliorate per la produzione di niobio, scandio e titanio.

      Presso la sua impianto pilota di lavorazione su scala dimostrativa, NioCorp sta lavorando per dimostrare di poter estrarre e separare i REE dal minerale che si prevede di estrarre dal sito del progetto Elk Creek. A dicembre 2023, l’azienda ha annunciato di aver completato il suo programma di test metallurgici, e i risultati mostrano la capacità di produrre, su scala dimostrativa, ossidi di terre rare magnetici (compresi NdPr, disprosio e terbio) con purezze commerciali a tassi di recupero del 92 percento o superiore. I risultati saranno utilizzati per aggiornare lo studio di fattibilità attuale di NioCorp per Elk Creek, incluso un aggiornamento della sua riserva mineraria per includere terre rare. Si prevede che lo studio di fattibilità aggiornato sarà completato nel 2024.

    2. Aclara Resources (TSX: ARA) Comunicati stampa Profilo aziendale Capitalizzazione di mercato: 61,714 milioni di dollari canadesi; prezzo delle azioni: 0,51 dollari canadesi

      Aclara Resources sta sviluppando il suo progetto Penco Module in Cile, che ospita argille ioniche ricche di terre rare pesanti. L’obiettivo dell’azienda è produrre un concentrato di terre rare attraverso un impianto di lavorazione proposto che utilizzi un processo di estrazione ecologico che non richiede un impianto di scarto, consumi minimi di acqua e non contenga radioattività nel prodotto finale.

      Aclara ha completato il suo programma pilota semi-industriale del modulo Penco a settembre 2023, producendo con successo 107 chilogrammi di concentrato umido ad alta purezza di terre rare pesanti da 120 tonnellate di argille ioniche. L’azienda prevede di iniziare la produzione completa al modulo Penco nel secondo trimestre del 2027. Più di recente, l’azienda ha annunciato una risorsa inferita iniziale per il modulo Carina, con una stima di 168 milioni di tonnellate con una concentrazione di 1.510 parti per milione di ossidi totali di terre rare e 477 parti per milione di ossidi desorbibili di terre rare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

invest crypto 38

Previsione dei prezzi Moonriver (MOVR) 2024-2030: è un buon investimento?

pexels dash cryptocurrency 9611475

Previsione dei prezzi Memecoin (MEME) 2024-2030: è un buon investimento?