in

Bonus condizionatori 2024: come funziona, requisiti e come ottenerlo

Il bonus condizionatori 2024 offre uno sgravio fiscale dal 50% al 70% per chi acquista un nuovo condizionatore o sostituisce quello vecchio con uno meno inquinante.

Vediamo i criteri, i requisiti e le indicazioni dell’Agenzia delle Entrate.

Cos’è il bonus condizionatori 2024

Il bonus condizionatori consiste in una detrazione fiscale sulle spese sostenute per l’acquisto di un condizionatore a risparmio energetico. La detrazione varia dal 50% al 65% o al 70%, a seconda del tipo di bonus a cui si applica. L’agevolazione può rientrare in quattro tipi di bonus:

  1. Bonus mobili
  2. Bonus ristrutturazioni
  3. Superbonus
  4. Ecobonus

Non esiste un “bonus condizionatore” specifico, ma sono i bonus edilizi a prevedere la detrazione e a riconoscere le diverse percentuali di detrazione a seconda dell’intervento effettuato.

Requisiti bonus condizionatori

Chi può usufruire del bonus

Il bonus condizionatori è rivolto ai detentori di un immobile in cui sarà installato l’impianto, che possono essere persone fisiche, aziende e altre categorie, tra cui:

  • persone fisiche
  • esercenti arti e professioni
  • società di persone e di capitali
  • associazioni professionisti
  • enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale
  • condomini
  • istituti autonomi per le case popolari
  • cooperative di abitazione a proprietà indivisa

Possono beneficiare del bonus anche i titolari di diritti reali o personali di godimento sugli immobili, come proprietari, usufruttuari, locatari e comodatari. Anche i familiari conviventi del possessore o detentore dell’immobile possono usufruire della detrazione, se sostengono le spese.

Spese agevolabili

La detrazione è applicabile sull’acquisto e installazione di:

  • climatizzatori a basso consumo energetico
  • deumidificatori d’aria
  • termopompe o pompe di calore

Per ottenere il bonus, l’acquisto deve essere effettuato entro il 31 dicembre 2024, con pagamento tracciabile e documentato.

Come funziona il bonus condizionatori

Il bonus condizionatori funziona attraverso una detrazione fiscale, che si applica al momento della dichiarazione dei redditi. La detrazione varia in base al tipo di bonus edilizio a cui ci si appoggia:

  1. Bonus condizionatori con bonus ristrutturazione al 50%
    • Detrazione del 50% sul prezzo di acquisto di un condizionatore, nell’ambito di opere edilizie.
    • L’impianto deve garantire un risparmio energetico certificato.
    • La detrazione deve essere suddivisa in 10 quote annuali.
  2. Bonus condizionatori con bonus mobili al 50%
    • Detrazione del 50% sulla spesa, fino a 5.000 euro.
    • Valido per acquisti legati a interventi di recupero del patrimonio edilizio iniziati dall’anno precedente.
    • La detrazione viene suddivisa in 10 quote annuali.
  3. Bonus condizionatori al 65% senza ristrutturazione
    • Detrazione del 65% per l’acquisto di un climatizzatore con pompa di calore ad alta efficienza energetica.
    • Richiede la sostituzione del vecchio impianto di riscaldamento.
    • La detrazione viene suddivisa in 10 rate annuali.
  4. Bonus condizionatori al 70% con il Superbonus
    • Detrazione del 70% per l’acquisto o l’installazione di impianti di climatizzazione in abbinamento a interventi trainanti del Superbonus.
    • La detrazione viene suddivisa in 4 quote annuali.

Come richiedere il bonus condizionatori

Il bonus può essere richiesto durante la dichiarazione dei redditi, presentando il modello 730 o il modello PF (ex Unico). L’importo detraibile va suddiviso in quote annuali, eccetto per il Superbonus, che prevede 4 rate annuali.

Documenti necessari

  • fattura di acquisto
  • ricevuta del bonifico o della transazione con carta di credito/debito
  • scontrino con codice fiscale dell’acquirente

Comunicazione a ENEA

Per interventi di riqualificazione energetica, è obbligatoria la comunicazione all’ENEA entro 90 giorni dalla fine dei lavori. La documentazione deve includere:

  • asseverazione tecnica
  • scheda informativa degli interventi e delle spese
  • APE (Attestato di Prestazione Energetica)

Cumulabilità

Non è possibile cumulare la detrazione Ecobonus al 65% o Superbonus con altre agevolazioni per lo stesso impianto.

Controlli

L’Agenzia delle Entrate può effettuare controlli sulle dichiarazioni. È obbligatorio conservare:

  • ricevuta del bonifico
  • ricevuta della transazione con carta
  • documentazione di addebito sul conto corrente
  • fatture di acquisto
  • scheda descrittiva inviata all’ENEA
  • schede tecniche del condizionatore

Il bonus condizionatori 2024 rappresenta un’importante opportunità per migliorare l’efficienza energetica della propria abitazione e ridurre i costi. È essenziale conoscere i requisiti e seguire le procedure corrette per ottenere la detrazione. Per ulteriori informazioni, consultare le normative vigenti o rivolgersi a un esperto fiscale.

Decreto scuola 2024

Decreto scuola 2024: tutte le novità in 8 punti

bonus modello 730 2024

Bonus Modello 730 2024: tutte le detrazioni da inserire in dichiarazione dei redditi