in

Che cos’è la correlazione?

Nel mondo del trading finanziario, l’asset correlation stabilisce come e quando i prezzi dei diversi strumenti finanziari si muovono l’uno rispetto all’altro. Per quanto riguarda le valute e il forex trading, la correlazione è il comportamento che alcune coppie di valute mostrano quando si muovono in una direzione o in direzioni diverse, simultaneamente:

  • Una coppia di valute è considerata correlata positivamente con un’altra se i loro valori si muovono contemporaneamente nella stessa direzione.

    Un buon esempio di coppie di valute correlate positivamente è GBPUSD e EURUSD. Quando la coppia GBPUSD è in rialzo, lo stesso vale per la coppia EURUSD.

  • Una correlazione negativa tra le valute si verifica quando ci sono due o più coppie di valute che scambiano simultaneamente in direzioni opposte. Un buon esempio di questo fenomeno sono l’USDCHF e l’EURUSD. Quando l’USD / CHF scende, spesso l’EUR / USD viene scambiato al rialzo e viceversa.

Apri un conto di trading in 1 minuto !! Approfitta delle opportunità di trading!

Tipi di correlazione

Esistono tre forme riconoscibili di correlazione degli asset: positiva, negativa e nessuna correlazione. Se i prezzi di due attività si muovono contemporaneamente verso l’alto o verso il basso nella stessa direzione, mostrano una correlazione positiva, che potrebbe essere forte o debole.

Tuttavia, se un asset tende a scendere quando un altro aumenta, la correlazione è negativa.

Il livello di correlazione è misurato come dato percentuale, da -100% a 100%, noto anche come coefficiente di correlazione e viene stabilito analizzando l’andamento storico degli asset.

Ad esempio, se due asset hanno una correlazione del 50%, significa che, storicamente, quando il valore di uno degli asset stava aumentando o diminuendo, c’è stato un corrispondente aumento o diminuzione nella stessa direzione del valore dell’asset correlato, circa il 50% delle volte.

Al contrario, una correlazione del -70% significa che l’analisi dei dati storici di mercato mostra che gli asset si muovono in direzioni opposte almeno il 70% delle volte. Una correlazione zero significa che i prezzi delle attività sono completamente non correlati. Ciò significa che il movimento del prezzo di un asset non ha alcun effetto evidente sull’azione dei prezzi dell’altro asset.

È anche essenziale capire che il fatto che le correlazioni esistano in media per un periodo di tempo, non significa necessariamente che esistano sempre. Coppie di valute o attività che possono essere altamente correlate un anno, potrebbero divergere e mostrare una correlazione negativa l’anno successivo.

Se decidi di provare una strategia di trading di correlazione, devi essere consapevole dei momenti in cui la correlazione tra gli asset è forte o debole e quando la relazione sta cambiando.

Attività correlate e classi di attività

È comune trovare correlazioni tra le coppie di valute più scambiate e le materie prime al mondo.

Ad esempio, il dollaro canadese (CAD) è correlato al prezzo del petrolio poiché il Canada è un importante esportatore di petrolio, mentre lo yen giapponese (JPY) è correlato negativamente al prezzo del petrolio poiché importa tutto il suo petrolio. Allo stesso modo, il dollaro australiano (AUD) e la Nuova Zelanda (NZD) hanno un’elevata correlazione con i prezzi dell’oro e del petrolio.

Altri esempi comuni di relazioni tra asset correlati includono:

  • Azioni delle compagnie aeree e prezzi del petrolio
  • Mercati azionari e oro (spesso, ma non sempre)
  • I fondi comuni di investimento a grande capitalizzazione hanno generalmente un’elevata correlazione positiva con l’indice Standard and Poor’s (S&P) 500.

Prendere nota delle correlazioni tra le attività, monitorarle e programmare attentamente le finestre di investimento sono fondamentali per il successo del trading sulla base dell’analisi di mercato.

Strategia di trading basata sulla correlazione

Sebbene le correlazioni tra asset positive e negative abbiano un effetto significativo sul mercato, è fondamentale che i trader eseguano correttamente le operazioni basate sulla correlazione temporale. Questo perché ci sono momenti in cui la relazione si interrompe – tali tempi potrebbero essere molto costosi se un trader non riesce a capire rapidamente cosa sta succedendo.

Il concetto di correlazione è una parte vitale dell’analisi tecnica per gli investitori che desiderano diversificare i propri portafogli. Durante i periodi di elevata incertezza del mercato, una strategia comune consiste nel riequilibrare un portafoglio sostituendo alcune attività che hanno una correlazione positiva con alcune altre attività con una correlazione negativa tra loro.

In questo caso, i movimenti dei prezzi degli asset si annullano a vicenda, riducendo il rischio del trader, ma anche abbassandone i rendimenti. Una volta che il mercato diventa più stabile, il trader può iniziare a chiudere le proprie posizioni compensate.

Un esempio di asset correlati negativamente utilizzati in questo tipo di strategia di trading è un’azione e un’opzione Put sullo stesso titolo, che aumenterebbe di valore al calare del prezzo del titolo.

Perché l’asset correlation è importante per gli investitori?

Nel mondo degli investimenti e della finanza, l’asset correlation viene studiata da vicino poiché l’asset allocation mira a combinare asset che hanno una correlazione bassa o negativa al fine di ridurre la volatilità del portafoglio. Avere una combinazione di attività con una bassa correlazione riduce la volatilità del portafoglio. Ciò offre a un trader o un gestore di portafoglio spazio per investire in modo aggressivo.

Ciò che significa è che se un trader è pronto ad accettare una certa quantità di volatilità, può investire i propri soldi in investimenti ad alto rendimento / rischio. Questa combinazione di attività a bassa / correlazione negativa al fine di ridurre la volatilità a livelli accettabili è nota come ottimizzazione del portafoglio.

Suggerimenti per la gestione del rischio per strategie basate sulla correlazione

Una sana gestione del rischio è essenziale quando si prendono decisioni di investimento al fine di ridurre gli effetti negativi in ​​caso di perdita. Utilizzando la moderna teoria del portafoglio, è possibile ridurre il rischio complessivo all’interno del portafoglio di attività e possibilmente anche aumentare i rendimenti complessivi, investendo in attività correlate positivamente.

Questa strategia ti consentirà di catturare e mitigare piccole divergenze poiché la coppia di asset rimane complessivamente altamente correlata. Man mano che la divergenza dei prezzi delle attività continua e la correlazione inizia a indebolirsi, è necessario esaminare attentamente la relazione per scoprire se la correlazione si sta deteriorando. In tal caso, dovresti uscire dalla negoziazione o adottare un approccio di negoziazione diverso in reazione al cambiamento del mercato.

Le principali domande frequenti sulla correlazione

  • Qual è la correlazione di asset più nota?

    Indubbiamente la correlazione tra le attività più conosciuta e più scambiata è quella tra il dollaro USA e l’oro. Questa è una correlazione negativa che vede l’oro salire quando il dollaro USA scende e viceversa. La ragione di questa correlazione è che l’oro ha un prezzo in USD, quindi quando l’USD si rafforza l’oro diventa più costoso al di fuori degli Stati Uniti e la domanda (e quindi il prezzo) diminuisce. Ciò non significa che puoi scambiare questa correlazione alla cieca. Come con la maggior parte delle correlazioni, non è al 100% ea volte l’oro e il dollaro USA sono correlati positivamente o non mostrano alcuna correlazione.

  • Cos’è la correlazione inversa?

    Quando senti il ​​termine correlazione inversa, si riferisce semplicemente a ciò che è noto anche come correlazione negativa. Questo è quando due asset si muovono in direzione opposta l’uno dall’altro, in modo che quando uno si alza l’altro cade. Anche quando esiste una forte correlazione inversa tra due asset, non significa che ci sia una relazione causale tra i due. Probabilmente la correlazione inversa più nota è tra l’oro e il dollaro USA.

  • Una correlazione significa anche che esiste un nesso di causalità tra due asset?

    Solo perché esiste una correlazione tra due asset, sia essa positiva o negativa, non significa che vi sia alcuna causalità tra i due. Non commettere l’errore di pensare che la correlazione tra gli asset venga perché l’uno spinge l’altro a muoversi. La correlazione è semplicemente una relazione tra due risorse. La causalità si verifica quando l’azione di una cosa causa il comportamento di un’altra e se la causalità fosse alla base della correlazione, non vedremmo mai un cambiamento nella correlazione tra gli asset.

L’ultima parola

Se c’è una correlazione negativa tra le attività, significa che il prezzo di una delle attività aumenterà, mentre l’altra probabilmente scenderà. Quando scambi ciascuno di questi asset, potresti avere successo in qualsiasi condizione di mercato, evitando le ripide salite e i grandi cali previsti con un singolo tipo di asset. Allo stesso modo, asset correlati positivamente potrebbero consentirti di trarre profitto da entrambi gli asset se il prezzo si muove nella direzione da te speculata.

Unisciti ai mercati finanziari con AvaTrade oggi o testa la tua strategia di trading con il nostro conto demo senza rischi!

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Investimenti 26

Reserve Bank of Australia: guida completa

Investimenti 17

I migliori broker Forex internazionali