in

Previsioni sul Prezzo del Nichel: Le Principali Tendenze che Influenceranno il Nichel nel 2024

Qual è la prospettiva per il nichel nel 2024? Dopo il calo dei prezzi del 2023, gli esperti prevedono un mercato in rangebound nell’anno a venire.

Il Nichel nel 2023: Un Anno di Pressioni tra Offerta e Domanda

Il nichel ha iniziato il 2023 ad un livello elevato dopo un rally alla fine del 2022, ma le pressioni di offerta e domanda hanno portato il prezzo del metallo base a diminuire durante l’anno per chiudere quasi il 50 percento più basso a 16.375 dollari per tonnellata metrica (MT).

La produzione è aumentata rapidamente negli ultimi anni, e l’eccesso di offerta ha giocato un ruolo importante nella dinamica dei prezzi del nichel nel 2023. In particolare, l’Indonesia ha aumentato la propria produzione e ora rappresenta più del 50 percento dell’offerta globale di nichel.

L’eccesso di offerta è stato aggravato dalla debole domanda dalla Cina, che ha continuato a lottare da quando ha concluso la sua politica di zero COVID a gennaio. La banca centrale cinese sta ora lavorando per stimolare l’economia al fine di evitare una deflazione incontrollata.

Cosa Riserva il 2024 per il Nichel?

Gli esperti prevedono un altro surplus di nichel nel 2024, derivante dalla crescita della produzione sia di nichel di Classe 2, a minore purezza, prodotto in Indonesia, sia della Classe 1, prodotto a maggiore purezza, in Cina. Entrambe le categorie, che includono nichel pig iron e ferronichel, sono utilizzate in prodotti come l’acciaio, mentre la seconda è necessaria per creare solfato di nichel e catodi di nichel per i veicoli elettrici (EV).

Contro questo sfondo di maggiore offerta, entrambi i prodotti del nichel hanno anche subito una diminuzione della domanda.

Le preoccupazioni per l’eccesso di offerta si sono riflesse nei mercati dei metalli di base, e Ewa Manthey, stratega delle materie prime presso ING, ha dichiarato a INN che il nichel ha la più grande posizione corta dei sei metalli base della London Metal Exchange (LME).

“Questo accumulo rende il nichel vulnerabile a violente impennate dei prezzi qualora gli investitori liquidino le loro posizioni corte”, ha detto. Questo tipo di situazione è accaduto nel 2022, quando il prezzo del nichel è rapidamente aumentato oltre i 100.000 dollari prima che lo scambio cancellasse miliardi di dollari di scambi e sospese il trading del nichel. L’approccio della LME alla situazione è stato criticato, ma è stato recentemente giudicato legale dall’Alta Corte di Giustizia di Londra.

Il Gruppo Internazionale di Studio sul Nichel (INSG), un organismo intergovernativo composto da rappresentanti governativi e dell’industria, si è riunito in ottobre per discutere lo stato attuale e le prospettive per il mercato del nichel.

All’epoca, il gruppo ha previsto che le condizioni di surplus continuerebbero nel 2024, con un surplus raggiunto 239.000 MT sulla base dell’aumento della produzione di nichel pig iron da parte dell’Indonesia. Nel frattempo, si prevede che le diminuzioni nella produzione di nichel pig iron dalla Cina saranno compensate da aumenti nella produzione di catodi di nichel e solfato di nichel.

Anche se l’INSG prevede che la domanda crescerà da 3.195 milioni di MT nel 2023 a 3.474 milioni di MT nel 2024, si prevede comunque che la produzione sarà più alta, passando da 3.417 milioni di MT nel 2023 a 3.713 milioni di MT nel 2024.

Il Recupero Cinese Necessario per Sostenere il Prezzo del Nichel

All’inizio del 2023, gli esperti pensavano che la domanda cinese di nichel aumentasse mentre il paese metteva fine alla sua rigida politica di zero-COVID. Il settore delle costruzioni cinese è un consumatore chiave di nichel, utilizzato per produrre acciaio inossidabile.

Tuttavia, il recupero è stato più lento del previsto e la domanda dal settore immobiliare non si è mai materializzata.

La domanda di nichel da parte del settore immobiliare cinese è un fattore chiave, ma non l’unico.

Il recupero traballante della Cina a seguito dei blocchi COVID ha colpito il settore delle costruzioni del paese e ha pesato sulla domanda di nichel quest’anno”, ha spiegato Manthey a INN.

Se gli sforzi della Cina per sostenere il settore immobiliare avranno successo, potrebbe essere un vantaggio per il prezzo del nichel. Ma mentre il 2024 inizia, sempre più economisti prevedono un trend continuativo al ribasso dell’economia cinese.

Tuttavia, la previsione di ottobre dell’INSG ha indicato che la domanda di acciaio inossidabile sarebbe aumentata nel secondo semestre del 2023, e il gruppo prevedeva ulteriori crescita nel 2024.

La Domanda di EV per il Nichel Sta Aumentando Lentamente Ma Sicuramente

Mentre il mercato immobiliare cinese è un fattore chiave nella domanda di nichel, non è l’unico.

Il settore degli EV in espansione è anche un acquirente crescente di nichel. “Si prevede che il consumo globale di nichel aumenti a causa del recupero del settore dell’acciaio inossidabile e dell’incremento dell’uso del nichel nelle batterie EV”, ha detto Manthey. “Le batterie rappresentano ora quasi il 17 percento della domanda totale di nichel, dietro l’acciaio inossidabile”.

Come materiale catodico nelle batterie EV, il nichel è diventato un componente critico nella transizione lontano dai combustibili fossili, il che, secondo l’esperto, contribuirà a sostenere il suo prezzo in futuro.

“L’appeal del metallo agli investitori come metallo verde chiave supporterà prezzi più alti nel lungo periodo”, ha detto.

Mentre la domanda di nichel per batterie è prevista in crescita nei prossimi anni, poiché il metallo viene utilizzato nei prolifici catodi nichel-manganese-cobalto (NMC), produttori e scienziati hanno lavorato per trovare alternative che non dipendano da nichel e cobalto a causa di preoccupazioni ambientali e sui diritti umani, nonché dei costi elevati di questi catodi.

Le batterie al fosfato di ferro e litio (LFP) sono diventate una contendente negli ultimi anni, crescendo in popolarità in Asia e vedendo adozione da parte dei principali produttori di EV come Tesla (NASDAQ:TSLA), grazie alla loro longevità e ai minori costi di produzione. Tuttavia, a causa della loro minore autonomia, le batterie LFP hanno una bassa domanda in regioni come il Nord America, dove la capacità di guidare lunghe distanze è un fattore importante nelle decisioni di acquisto.

Ciò significa che per ora, le batterie NMC rimarranno una parte essenziale del panorama EV.

La domanda di EV è anche diminuita di recente poiché il settore affronta venti contrari che hanno inasprito l’interesse dei consumatori, tra cui carenze di infrastrutture di ricarica, catene di approvvigionamento inconsistenti e tassi di interesse elevati. Questi fattori stanno già iniziando ad avere un impatto, con Ford (NYSE:F) e GM (NYSE:GM), tra gli altri, che riducono le previsioni di produzione per il 2024.

Cosa Succederà al Prezzo del Nichel nel 2024?

Dopo il suo calo del quasi 50 percento nel 2023, si prevede che il prezzo del nichel rimarrà in un rangebound per la maggior parte del 2024.

“Mentre ci aspettiamo che i prezzi del nichel LME trovino supporto da un dollaro USA più debole nel 2024 mentre la Fed facilita la politica monetaria, ci aspettiamo che i prezzi rimangano soppressi l’anno prossimo poiché la crescita ulteriore della produzione primaria di nichel da parte dell’Indonesia e della Cina manterrà il mercato in surplus per il terzo anno consecutivo”, ha detto Jason Sappor di S&P Global Commodity Insights.

Manthey ha concordato che il prezzo è probabile che rimanga piatto. “Prevediamo che i prezzi medi siano di 16.600 dollari nel primo trimestre, con prezzi che salgono gradualmente a una media di 17.000 dollari. Prevediamo una media di 16.813 dollari nel 2024”, ha detto. Manthey ha anche notato che il nichel è destinato a rimanere elevato rispetto ai livelli medi prima dello squeeze a marzo 2022.

Sappor ha suggerito che l’eccesso di nichel e il prezzo del metallo rangebound potrebbero spingere i produttori a ridurre la loro produzione. “I prezzi del nichel si sono conficcati più a fondo nella curva dei costi di produzione globale, aumentando la possibilità che il mercato possa subire restrizioni alla produzione delle miniere che supportano i prezzi”, ha detto.

Al momento non vi è alcun indicazione che i produttori ridurranno la produzione l’anno prossimo, e Vale (NYSE:VALE), uno dei maggiori produttori mondiali di nichel, si aspetta che la sua controllata indonesiana produca leggermente di più rispetto al 2023.

Conclusioni per gli Investitori

Come il resto del settore minerario, il nichel è influenzato dalle ampie forze macroeconomiche nell’era post-COVID. I tassi di interesse più alti stanno ostacolando gli investimenti in tutto il settore minerario, mentre riducono anche la domanda di beni di valore come immobili e automobili, che contribuiscono a guidare la domanda di metalli.

Per il nichel, ciò significa un altro anno di eccesso di offerta. Un potenziale rimbalzo nel mercato immobiliare cinese e una maggiore domanda derivante dai crediti fiscali per gli EV potrebbero cambiare la sua traiettoria, ma i venti contrari nel 2024 sembrano essere forti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

invest crypto 28

Previsione dei prezzi JasmyCoin (JASMY) 2024-2030: è un buon investimento?

invest crypto 38

Previsione dei prezzi Illuvium 2024-2030: è un buon investimento?