in

Visti e permessi di lavoro negli Stati Uniti: guida ai tipi di visto e ai requisiti per il permesso di lavoro

Se non sei sicuro di quale tipo di permesso di soggiorno sia più adatto alle tue esigenze, questa guida fa per te. Ti aiuta a distinguere tra i tipi di visti statunitensi per coloro che sono considerati “non immigranti” come lavoratori qualificati, professionisti e lavoratori autonomi. Nota che la maggior parte dei titolari di visto non ha bisogno di un permesso di lavoro speciale poiché il loro visto di solito si comporta come tale. Tuttavia, ci sono alcune eccezioni. La residenza permanente negli Stati Uniti può essere concessa a persone sponsorizzate dal proprio datore di lavoro o parente oa coloro che vincono alla lotteria della carta verde..

Ottenere un visto che permetta a una persona di vivere negli Stati Uniti richiede un grande sforzo. Ciò è dovuto principalmente a tutta la documentazione che devi presentare per elaborare la tua domanda di visto temporaneo. Inoltre, il tuo datore di lavoro deve garantire per te presentando una petizione, prima ancora che tu richieda un visto per gli Stati Uniti.

La petizione è anche il primo passo per ottenere la residenza permanente negli Stati Uniti. I requisiti per il visto di residenza permanente in realtà differiscono a seconda di chi fa richiesta per te: la tua famiglia o il datore di lavoro. Le fasi della procedura di richiesta dipendono anche da dove risiedi al momento della richiesta di residenza. Ad esempio, se sei già negli Stati Uniti come “non immigrato” (cioè una persona che detiene una residenza temporanea negli Stati Uniti per motivi di lavoro, lavoro, studio, turismo o cure mediche), non è necessario passare attraverso un esame medico specifico per ottenere l’approvazione. Tuttavia, se fai domanda dall’estero, l’esame medico è un passaggio obbligatorio.

C’è un modo per evitare di fare petizioni? Sì, ma implica fare affidamento sulla tua fortuna. Il programma American Diversity Immigrant Visa, noto anche come lotteria della carta verde, ti dà la possibilità di “vincere” un visto permanente per gli Stati Uniti. Partecipare alla lotteria dei visti è gratuito e, sebbene le possibilità di vincita non siano elevate, milioni di persone inviano ancora le loro iscrizioni nella speranza di essere selezionati.

Permessi di lavoro e visti basati sull’occupazione

Che tu sia un professionista in un settore specializzato o un lavoratore qualificato, avrai bisogno di un visto di lavoro e, in alcuni casi, di un permesso di lavoro aggiuntivo che ti permetta di intraprendere una carriera negli Stati Uniti.

Tieni presente che una volta determinato quale tipo di visto è appropriato per la tua situazione, di solito non sarai in grado di richiederlo a meno che il tuo datore di lavoro non richieda il tuo soggiorno. Il documento della petizione si chiama modulo I-129 e la tassa di deposito è di 460 USD.

Sfortunatamente per i lavoratori autonomi, gli Stati Uniti non hanno opzioni di visto specifiche.

Se hai bisogno di un visto per affari per un soggiorno di breve durata, consulta il visto turistico di tipo B  che ti consente di rimanere nel paese per meno di sei mesi. Il Visa Waiver Program  potrebbe anche essere un’opzione se il tuo paese di origine è nell’elenco delle nazionalità ammissibili.

Visti di lavoro negli Stati Uniti

Se ti trasferisci negli Stati Uniti per motivi di lavoro, dovrai ottenere un visto di lavoro. Il visto di lavoro funge da permesso di lavoro, consentendoti di vivere e lavorare negli Stati Uniti. Pertanto, non è necessario ottenere ulteriori documenti per iniziare a lavorare nel paese.

Tipi di visto di lavoro negli Stati Uniti

In un paese così complesso ed espansivo come gli Stati Uniti, ci sono molti diversi tipi di visto a cui gli stranieri possono richiedere. Alcuni coprono un’ampia categoria di professioni, mentre altri sono specifici per il tuo tipo di lavoro e la tua nazionalità.

Di seguito è riportato uno sguardo ai diversi tipi di visti di lavoro che gli espatriati possono richiedere.

  • E-1/2/3: Commercianti
  • E-2: Investitori
  • E-3: Professionisti di occupazione speciale dall’Australia
  • H-1B: Professionisti di occupazione speciale
  • H-1C: infermieri registrati
  • H-2A/B: lavoratori agricoli
  • H-2B: Lavoratori non agricoli (alberghieri, ristorazione, ecc.)
  • H-3: Tirocinanti non immigrati
  • I: rappresentanti dei media stranieri Foreign
  • L-1A/B: Trasferiti all’interno dell’azienda
  • O: Individui con capacità o risultati straordinari
  • P-1A: Atleti riconosciuti a livello internazionale
  • P-1B: Gruppi di intrattenimento
  • P-2: Artisti che si esibiscono nell’ambito di un programma di scambio reciproco e
  • P-3:  Artisti che fanno parte di un programma culturalmente unico
  • D: Visti per scambi culturali
  • TN NAFTA: visti per professionisti canadesi e messicani

I tipi di visto USA più popolari

Visti per persone con un’occupazione speciale (visto H-1B)

Il visto di tipo H-1B  è il visto di lavoro più diffuso negli Stati Uniti. Una varietà di occupazioni può richiedere questo visto come medici, ingegneri, specialisti IT e altro ancora.

Per avere diritto a questo tipo di visto di lavoro negli Stati Uniti, devi soddisfare uno dei seguenti requisiti:

  • Avere un equivalente statunitense o straniero di un diploma di laurea o superiore.
  • Avere completato la formazione e possedere una quantità significativa di esperienza lavorativa equivalente a un diploma di laurea o superiore.
  • Possedere un modulo di certificazione che ti autorizzi a praticare la tua specialità negli Stati Uniti e prova che hai intenzione di farlo.

La posizione per la quale ti stai candidando deve richiedere un titolo di studio superiore o equivalente. Tieni presente che i diplomi e le qualifiche specifici in tuo possesso devono soddisfare gli standard statunitensi. In alcuni casi, ciò significa che dovrai ottenere ulteriore documentazione che dimostri le tue capacità. Troverai maggiori informazioni al riguardo nella sezione operativa  di questa guida.

Per ottenere il visto H-1B, il tuo datore di lavoro dovrà presentare un modulo di richiesta delle condizioni di lavoro ( modulo ETA-9035 ) che dimostri che il tuo salario non influirà sui salari degli altri dipendenti. Inoltre, dovranno anche presentare una petizione per te ( modulo I-129 ).

Il limite di visti H-1B concessi all’anno è di 65.000, di cui 20.000 concessi a richiedenti con laurea magistrale o superiore. Non sei soggetto a questo limite se fai domanda per un lavoro in un istituto di istruzione superiore o in un’organizzazione senza scopo di lucro.

Se ti viene concesso un visto H-1B, puoi rimanere nel paese per tre anni. Successivamente, il periodo di soggiorno può essere esteso a tre anni (sei anni in totale).

I familiari di individui con visto H-1B possono richiedere un visto H4.

Visto H1-B1

Il visto H-1B1 è spesso qualificato separatamente dai visti H-1B, in quanto presenta alcune differenze notevoli:

  • Il visto è valido per 18 mesi con possibilità di proroga.
  • Il limite consente 1.400 lavoratori cileni e 5.400 singaporiani con visto H1B1 (questo numero fa parte del limite complessivo per le persone che richiedono il visto H1B).
  • Il visto consente credenziali alternative al diploma di laurea (è richiesta comunque una formazione specialistica e una sufficiente esperienza).
  • Il richiedente può presentare le proprie licenze professionali dopo aver richiesto un visto piuttosto che prima.
  • Il visto non consente il cambio di status.
Visto per Trasferiti Intracompany (visto L)

Se vieni trasferito in un posto di lavoro con sede negli Stati Uniti all’interno della tua azienda, dovrai ottenere un visto L. Il tipo di visto L di cui hai bisogno dipende dalla tua posizione all’interno dell’azienda. Dirigenti e manager si qualificano per il tipo di visto L-1A, mentre L-1B è per i lavoratori con conoscenze specialistiche.

Per ottenere il visto US L, è necessario soddisfare i seguenti requisiti:

  • Devi aver lavorato per l’azienda per almeno un anno prima della tua ammissione negli Stati Uniti.
  • Devi cercare una posizione dirigenziale o dirigenziale ( L-1A ) o una posizione che richiede conoscenze specialistiche ( L-1B ).

I trasferimenti intraaziendali possono essere effettuati tra affiliate, società madri, filiali e filiali.

Il tuo datore di lavoro dovrà presentare una petizione per te affinché tu possa ottenere questo visto ( modulo I-129 ).

I datori di lavoro che soddisfano determinate qualifiche a volte scelgono di presentare una cosiddetta petizione globale che copre più di un lavoratore trasferito. Nella maggior parte dei casi, ciò significa che dovrai pagare costi aggiuntivi per l’elaborazione del visto, ma può renderlo più veloce. Anche i lavoratori che vengono trasferiti negli Stati Uniti ma non soggiornano negli uffici della società che li richiede, hanno diritto a questo visto.

Il visto di tipo L consente ai lavoratori di rimanere negli Stati Uniti per tre anni con possibili estensioni di altri due anni (cinque anni in totale per il tipo L-1B e sette anni in totale per il tipo L-1A). I lavoratori che vengono trasferiti negli Stati Uniti per stabilire nuovi uffici possono rimanere nel paese per un anno con le stesse possibilità di proroga.

La famiglia di un espatriato con un visto di tipo L dovrà richiedere il visto L2. I membri della famiglia sono generalmente autorizzati a rimanere negli Stati Uniti per lo stesso periodo di tempo.

Il processo di richiesta del visto per gli Stati Uniti

Una volta che il tuo datore di lavoro ha presentato i documenti necessari per suo conto e questi sono stati approvati, è il tuo turno di agire. I passaggi da eseguire potrebbero variare a seconda del paese in cui ti trovi, quindi assicurati di controllare se la tua ambasciata locale  segue le stesse procedure standard discusse in questa sezione.

Fase uno: completare il modulo di domanda di visto per gli Stati Uniti

Il modulo DS-160 deve essere compilato online . Per la compilazione del modulo sono necessarie le seguenti informazioni:

  • Un passaporto valido
  • Una copia della tua richiesta di assunzione (modulo I-129)
  • Il tuo itinerario di viaggio (se ne hai uno)
  • La tua storia di viaggio recente
  • Il tuo riassunto
  • La tua foto

Potrebbe esserti richiesto di fornire anche ulteriori informazioni, a seconda del tipo di visto per cui richiedi.

Una volta compilata la domanda, assicurati di stampare la pagina di conferma poiché dovrai presentarla durante il colloquio.

Fase due: programma e preparati per il colloquio

Se hai tra i 14 ei 79 anni dovrai sostenere un colloquio con un funzionario consolare per ottenere il visto. I tempi di attesa  per il colloquio variano da ambasciata a ambasciata e possono variare da pochi giorni a poche settimane.

Una volta fissato l’appuntamento, dovrai pagare le tasse appropriate. Le tariffe per il visto per gli Stati Uniti dipenderanno dal paese di provenienza e dal tipo di visto richiesto.

Tipo di visto per non immigranti Commissione di elaborazione del visto (USD)
Basato su petizioni 190
Non basato su petizioni 160
Trader/Investitore o Specialità Professionale Australiana 205
Coniuge/Fidanzato(e) di un cittadino statunitense 265

 

Queste commissioni non sono rimborsabili. I richiedenti del visto di lavoro di tipo L degli Stati Uniti saranno tenuti a pagare costi aggiuntivi (500 USD) se richiedono un visto nell’ambito di una petizione generale. Altri costi per il visto negli Stati Uniti, come la tassa di emissione, dovranno essere pagati dopo l’approvazione del visto.

Un’altra fase del processo di preparazione del colloquio è mettere in ordine tutti i documenti. Dovresti avere i seguenti documenti con te quando vai al colloquio:

  • Il tuo passaporto
  • La pagina di conferma stampata del modulo di domanda di visto (modulo DS-160)
  • Ricevuta di pagamento per spese di elaborazione
  • Numero di ricevuta per la tua petizione approvata (modulo I-129 o modulo I-129S per i richiedenti il ​​visto L)
  • La tua foto (se non l’hai caricata durante la compilazione del modulo di domanda online)

Potrebbe essere richiesta documentazione aggiuntiva, a seconda del visto richiesto. Per alcune domande di visto, potrebbe esserti richiesto di dimostrare che non intendi rimanere negli Stati Uniti per un lungo periodo di tempo.

Questo è anche il momento perfetto per leggere dei tuoi diritti negli Stati Uniti come non immigrato.

Fase tre: partecipa al colloquio sul visto per gli Stati Uniti 

Il giorno del colloquio, assicurati di vestirti in modo appropriato e di essere puntuale. Quando rispondi alle domande sii convincente e non esitare. Ti potrebbe essere chiesto di:

  • Perché vuoi andare negli Stati Uniti?
  • Chi viene con te negli Stati Uniti?
  • Per quanto tempo hai intenzione di rimanere negli Stati Uniti?
  • Dove alloggerai negli Stati Uniti?
  • Eventuali parenti negli Stati Uniti

Ad un certo punto durante l’appuntamento per il colloquio, ti verrà chiesto di fornire le tue impronte digitali.

Dopo il colloquio, l’ufficiale consolare ti informerà sull’ulteriore elaborazione del visto.

Fase quattro: finalizzare i documenti e ottenere il visto

Ora entrerai nella fase finale della richiesta del visto: l’attesa. Ancora una volta, i tempi di attesa dipenderanno dall’ambasciata ; tuttavia, il processo non dovrebbe richiedere più di 60 giorni.

A seconda del paese di provenienza, in questa fase del processo potrebbe essere necessario pagare la tassa di emissione del visto . In molti casi l’emissione è gratuita; tuttavia, per alcuni cittadini, i costi del visto per non immigranti variano tra 200 e 2.000 USD.

Potrebbe essere necessaria anche un’ulteriore elaborazione del visto. Se la tua domanda è soggetta ad essa, ciò significa che alcuni fatti che hai sollevato durante il colloquio potrebbero essere verificati nelle banche dati appropriate (cartella penale, rischi per la sicurezza, pregressi soggiorni ecc.). In tal caso, ne sarai informato poiché potrebbe ritardare il rilascio del visto.

Riceverai il visto insieme al passaporto per posta.

Queste regole e regolamenti sono sempre in un costante stato di cambiamento. Ecco perché è importante tenere il passo con le ultime notizie  sull’elaborazione dei visti negli Stati Uniti.

Chi ha bisogno di un permesso di lavoro negli Stati Uniti?

Un documento di autorizzazione all’occupazione (EAD), o permesso di lavoro negli Stati Uniti, è necessario per le persone in possesso di tipi specifici di visti che limitano le loro opportunità di lavoro negli Stati Uniti. Ciò è particolarmente rilevante per le famiglie espatriate in quanto questo documento è necessario per i coniugi di dipendenti con un visto di lavoro negli Stati Uniti che cercano opportunità di lavoro.

Hai bisogno di un permesso di lavoro negli Stati Uniti se:

  • Avere un visto per non immigranti che ti permetta di lavorare ma che richieda la prova di questa approvazione (visto U o coniugi di visti L-1 e H-1B, ad esempio).
  • Hai la tua domanda di status di residenza permanente in sospeso.
  • Hai la tua domanda di asilo in sospeso.
  • Avere un visto di immigrazione o non immigrazione che non ti permetta di lavorare senza permesso (F-1, K-1, K-3, M-1, E-21, E-22, E34, EW4, ecc.).

Si noti che i titolari di visto F-2 (visti per immigrati familiari) non hanno diritto al permesso di lavoro statunitense.

Per ottenere un EAD, è necessario presentare un modulo di domanda di permesso di lavoro negli Stati Uniti ( modulo I-765 ). I requisiti di idoneità  per ottenerne uno variano a seconda del visto in tuo possesso. Tuttavia, per fare domanda è necessaria una documentazione generale:

  • Il tuo passaporto, documento di viaggio o documento di partenza-arrivo (modulo I-94)
  • Una copia del tuo ultimo EAD o un documento d’identità rilasciato dal governo
  • Due fototessere
  • Modulo G-28 se sei rappresentato da un avvocato

Ulteriori documenti potrebbero includere la prova dello stato del visto del coniuge, certificati di matrimonio o una lettera di proposta di lavoro.

La tassa di deposito per il permesso di lavoro negli Stati Uniti costa 410 USD. Oltre a ciò, potresti anche dover pagare 85 USD in più per i servizi biometrici. Alcuni richiedenti potrebbero essere esentati dal pagamento delle tasse in casi specifici.

Visti per lavoro autonomo

Il visto di tipo E per investitori (E-2) è il più vicino possibile a un visto per lavoratori autonomi negli Stati Uniti. Tuttavia, è disponibile solo per una manciata di candidati che desiderano investire una notevole quantità di denaro in una redditizia società con sede negli Stati Uniti. La legge ti consente di stabilirlo da solo; tuttavia, deve essere un’azienda che assume anche altri dipendenti.

Visto per commercianti ( visto E-2 )

Per qualificarsi per un tipo di visto E, il richiedente deve soddisfare i seguenti requisiti:

  • Essere cittadino di uno dei paesi con cui gli Stati Uniti mantengono un trattato .
  • Avere investito o essere in procinto di investire una quantità significativa di capitale in una redditizia società con sede negli Stati Uniti.
  • Cerca di entrare negli Stati Uniti esclusivamente per investire in un’impresa statunitense. Ciò deve essere dimostrato possedendo almeno il 50% della società o avendo il controllo operativo in essa.

Tieni presente che l’attività in cui stai investendo non può essere classificata come “marginale”. Ciò significa che deve generare fondi sufficienti per consentire a te e alla tua famiglia di vivere. Se ciò non è attualmente possibile, devi essere in grado di dimostrare che la tua attività genererà tale reddito nei prossimi cinque anni.

Il soggiorno massimo per le persone in possesso di questo visto è di due anni. Non c’è limite per quanto può essere esteso, purché sia ​​​​per incrementi fino a due anni. Tuttavia, la persona deve avere l’intenzione di lasciare gli Stati Uniti alla scadenza o alla cessazione del suo status.

I familiari delle persone con un visto E possono richiedere il tipo di visto equivalente (E-2) che garantirà loro lo stesso periodo di soggiorno negli Stati Uniti.

Processo e costi

Quando cerchi di ottenere un visto di tipo E, dovrai presentare una petizione per te stesso ( modulo I-129 ). In generale, il resto del processo, compreso il modulo di domanda, segue gli stessi passaggi di cui sopra. La tassa per la domanda di visto da sola è di 205 USD.

Altri requisiti

Se inizi la tua attività negli Stati Uniti, non puoi considerarti un dipendente e sponsorizzare il tuo soggiorno negli Stati Uniti con un visto H-1B. Questo perché questo specifico tipo di visto richiede che lo sponsor e lo sponsor abbiano un tipo di rapporto datore di lavoro-dipendente. Il lavoro dell’individuo sponsorizzato deve essere controllato (assunzione, licenziamento, pagamenti, bonus, supervisione generale) da qualcuno diverso da loro.

Permessi di soggiorno: temporanei e permanenti

Che si tratti di un contratto di lavoro o di legami familiari, se stai cercando di ottenere uno status di residenza temporanea o permanente, hai bisogno di un motivo per rimanere nel paese. Questo a meno che non ti qualifichi e vinci alla lotteria della carta verde.

Permessi di soggiorno temporanei

I visti di soggiorno temporaneo più comuni sono basati sull’occupazione. Fare riferimento alla sezione precedente per conoscere i requisiti e le tariffe tipiche per i visti di soggiorno basati sul lavoro.

Questi sono altri tipi di visto che ti consentono di vivere nel paese per un determinato periodo di tempo:

  • Assistenti, servitori, dipendenti personali di funzionari diplomatici e di altro governo e parenti stretti
  • Visitatori per affari o per piacere
  • Dipendenti di commercianti di trattati, investitori di trattati e loro dipendenti
  • Dipendenti da professionisti qualificati dall’Australia
  • Assistenti, servitori, dipendenti personali di funzionari governativi stranieri e parenti stretti
  • Dipendenti di lavoratori temporanei qualificati o non qualificati e tirocinanti
  • Coniuge di un cittadino statunitense e figlio minore che accompagna/segue per unirsi
  • A carico di cessionari intracompanycompany
  • Genitori e figli di determinate persone a cui è stato concesso lo status speciale di immigrato
  • Assistenti, servitori, dipendenti personali di rappresentanti della NATO, funzionari, dipendenti e familiari stretti
  • Dipendenti da alieni con abilità straordinarie e dai loro assistenti
  • Dipendenti di atleti e animatori
  • Dipendenti di operatori religiosi
  • Alcuni beneficiari di seconda preferenza
  • Dipendenti di canadesi e messicani nell’ambito dell’accordo di libero scambio nordamericano (NAFTA)

I familiari e altre persone a carico dei titolari di visto di lavoro devono richiedere lo stesso visto del lavoratore dipendente. In questo caso non è necessaria alcuna petizione e il requisito principale è solitamente la prova dei rapporti con il richiedente il visto principale. Ci deve essere anche la prova che l’individuo impiegato sarà in grado di sostenere le persone a carico una volta negli Stati Uniti.

Come richiedere l’estensione del permesso di soggiorno temporaneo

Puoi richiedere un’estensione di questi visti se soddisfi i seguenti requisiti:

  • Sei stato legalmente ammesso negli Stati Uniti come non immigrato.
  • Non hai commesso alcun atto che ti renda non idoneo a ricevere un sussidio per l’immigrazione.
  • Non c’è nessun altro fattore che richieda di lasciare gli Stati Uniti prima di estendere lo status.

Per richiedere un’estensione del visto temporaneo, è necessario presentare il modulo di domanda I-539 online utilizzando l’USCIS ELIS o per posta. Le tasse possono variare tra i vari visti. Questi possono andare da 160 USD a 265 USD, ma puoi controllare tutte le tasse sui visti per i visti non immigranti qui .

Come diventare un residente permanente negli Stati Uniti?

Ci sono tre modi per diventare un residente permanente negli Stati Uniti:

  • Attraverso un’applicazione basata sull’occupazione
  • Attraverso un’applicazione basata sulla famiglia
  • Attraverso la lotteria della carta verde

Tutti questi approcci sono composti da alcune fasi, il che significa che il processo può richiedere molto tempo e dovrai essere paziente. Affinché la procedura si svolga senza intoppi, assicurati che le informazioni fornite siano accurate e supportate da documentazione aggiuntiva.

Una volta ricevuta la carta di soggiorno permanente, è necessario portarla sempre con sé. Si noti che mentre la residenza è permanente, la carta stessa è valida solo per dieci anni e dovrà essere rinnovata.

Vantaggi della residenza permanente negli Stati Uniti

Ottenere la residenza permanente negli Stati Uniti:

  • Ti garantisce la libertà di cambiare lavoro senza la necessità di ulteriori approvazioni.
  • Ti permette di muoverti liberamente all’interno del paese.
  • Semplifica il rientro negli Stati Uniti dopo un viaggio all’estero.
  • Ti dà la possibilità di sponsorizzare la residenza dei tuoi parenti.

Come ottenere la residenza permanente negli Stati Uniti attraverso l’occupazione

I lavoratori che richiedono la residenza permanente negli Stati Uniti sono classificati in cinque diverse categorie. Alcune di queste categorie richiedono che tu abbia già un’offerta di lavoro poiché il tuo datore di lavoro deve presentare una petizione per te ( modulo I-140 ). Nella maggior parte dei casi, avrai anche bisogno di una certificazione del lavoro ( ETA 9089 ). In esso, il tuo datore di lavoro dovrà dimostrarlo

  • nessun altro lavoratore statunitense con qualifiche adeguate e aspettative salariali era disposto a ricoprire la tua posizione;
  • assumendoti non influirà sui salari del resto dei dipendenti.

Tipi di residenza permanente basati sul lavoro negli Stati Uniti

Prima preferenza EB-1

Candidati idonei:

  • Individui con capacità straordinarie (intrattenitori, sportivi o uomini d’affari eccezionali)
  • Professori e ricercatori eccezionali
  • Manager o dirigenti multinazionali

I requisiti di idoneità per il visto di residenza permanente negli Stati Uniti EB-1:

  • Fornire prove di risultati ampiamente riconosciuti nel campo (capacità straordinaria).
  • Riconoscimento internazionale di risultati eccezionali e tre anni di esperienza nell’insegnamento o nella ricerca nel campo accademico appropriato (docenti e ricercatori).
  • Tre anni di lavoro (in una posizione dirigenziale o dirigenziale) prima di entrare negli Stati Uniti, con almeno un anno presso l’azienda per cui il candidato sta cercando di continuare a lavorare negli Stati Uniti (manager e dirigenti).

I documenti necessari per la domanda:

  • In caso di capacità straordinarie, puoi presentare domanda per te stesso compilando il modulo I-140 .
  • Se stai cercando la residenza permanente negli Stati Uniti come professore, ricercatore, dirigente o manager, il tuo datore di lavoro dovrà presentare una petizione per te compilando il modulo I-140 .
Seconda preferenza EB-2

I requisiti di idoneità per il visto di residenza permanente negli Stati Uniti EB-2:

  • Il lavoro deve richiedere una laurea specialistica e devi averla; o
  • Devi mostrare abilità eccezionali nel tuo campo; o
  • Essere idoneo per una rinuncia all’interesse nazionale.

Le persone che mostrano abilità eccezionali nel loro campo e il cui impiego andrebbe a vantaggio degli Stati Uniti possono richiedere una rinuncia per interesse nazionale. Ciò significa che il loro certificato di lavoro verrebbe revocato in quanto il loro lavoro è vantaggioso per il paese.

Hai diritto alla deroga se soddisfi almeno tre dei seguenti criteri:

  • Avere un certificato di abilità eccezionali da un istituto di istruzione.
  • Possedere una licenza o un certificato che ti permetta di esercitare la tua professione.
  • Avere dieci anni di esperienza nella tua professione.
  • Hai ricevuto stipendi o altri pagamenti per le tue eccezionali capacità.
  • Sono membro di un’associazione professionale.
  • Hai ricevuto riconoscimenti per i tuoi risultati dai colleghi, dalle organizzazioni aziendali o dal governo.
  • Altre prove comparabili di ammissibilità.

I documenti necessari per la domanda:

  • Il tuo datore di lavoro dovrà presentare una petizione per te compilando il modulo I-140 .
  • A meno che tu non sia idoneo per un National Interest Waiver, dovrai ottenere una Certificazione di Lavoro Straniero ( ETA 9089 ).
Terza preferenza EB-3

Candidati idonei:

  • Professionisti (ragionieri, ingegneri, insegnanti, ecc.)
  • Operai qualificati (cuochi, meccanici, autisti, ecc.)
  • Manodopera non qualificata (camerieri, bidelli, operai, ecc.)

I requisiti di idoneità per il visto di residenza permanente negli Stati Uniti EB-3:

  • Il diploma di maturità statunitense o un titolo straniero equivalente che consente di svolgere un lavoro per il quale altri lavoratori statunitensi qualificati non sono disponibili (professionisti).
  • Due anni di esperienza lavorativa o di formazione che ti permettano di svolgere un lavoro per il quale altri lavoratori statunitensi qualificati non sono disponibili (lavoratori qualificati).
  • La capacità di svolgere un lavoro non qualificato di natura permanente e fuori stagione che richiede meno di due anni di formazione per il quale non sono disponibili altri lavoratori statunitensi qualificati (lavoratori non qualificati).
  • Un’offerta di lavoro a tempo pieno.

I documenti necessari per la domanda:

  • Ottieni una Certificazione di Lavoro Straniero ( ETA 9089 ).
  • Il tuo datore di lavoro deve presentare una petizione per te compilando il modulo I-140 .
Quarta preferenza EB-4

Candidati idonei:

  • Emittenti
  • Membri delle Forze Armate
  • ministri della religione
  • Dipendenti del G-4 o della NATO e loro familiari
  • Dipendenti internazionali del governo degli Stati Uniti a bordo
  • Minori immigrati speciali
  • Dipendenti della zona del Canale di Panama
  • Alcuni medici

I documenti necessari per la domanda:

  • Il tuo datore di lavoro deve presentare una petizione per te compilando il modulo I-360 .
Quinta preferenza EB-5

I candidati idonei sono imprenditori che:

  • Investire 1 milione di dollari in un’impresa americana generica o 500.000 dollari in un’impresa in un’area rurale o altamente disoccupata; e
  • Creare posizioni a tempo pieno per almeno dieci dipendenti.

I documenti necessari per la domanda:

  • Devi presentare una petizione compilando il modulo I-526 .

Come ottenere la residenza permanente negli Stati Uniti attraverso la famiglia

Se un tuo familiare stretto è un cittadino statunitense o un residente permanente legale, cercare il loro supporto quando fai domanda per la carta verde degli Stati Uniti potrebbe essere un’opzione. In questo caso, il tuo parente dovrà sponsorizzare il tuo soggiorno negli Stati Uniti. Tuttavia, ci sono alcuni requisiti che tu e loro devi soddisfare affinché la tua domanda basata sulla famiglia venga approvata.

Ci sono due tipi di visto per famiglia che puoi richiedere: visto per parentela immediata (IR) o visto per preferenza familiare (F). Entrambi i tipi hanno le proprie classificazioni che dipendono dalla tua relazione con il richiedente.

Tipi di visto relativo immediato (nessun limite di immigrazione)
  • Coniuge di un cittadino statunitense (IR-1)
  • Figli non sposati di un cittadino statunitense (sotto i 21 anni) (IR-2)
  • Bambino dall’estero adottato da un cittadino statunitense (IR-3)
  • Bambino da adottare negli Stati Uniti da un cittadino statunitense (IR-4)
  • Genitori di un cittadino statunitense di età pari o superiore a 21 anni (IR-5)
Tipi di visto di preferenza familiare (limite di immigrazione)
  • Prima preferenza (F-1): figli e figlie non sposati di cittadini statunitensi e dei loro figli minori, se presenti (23.400);
  • Seconda preferenza (F-2): coniugi, figli minorenni e figli e figlie non sposati di residenti permanenti legittimi (114.200)
  • Terza preferenza (F-3): figli sposati e figlie di cittadini statunitensi e dei loro coniugi e figli minori, se presenti (23.400);
  • Quarta preferenza (F-4): fratelli di cittadini statunitensi, coniugi e figli minori (65.000).

Una volta raggiunto il limite annuale dei visti di immigrazione, i richiedenti dovranno attendere che si rendano disponibili nuovi slot. Quando lo sono, le domande saranno trattate cronologicamente.

Nota che il processo per ottenere un visto di residenza permanente negli Stati Uniti per i coniugi dello stesso sesso è lo stesso per i coniugi del sesso opposto.

Richiedere un visto di residenza permanente per un familiare

Come accennato in precedenza, il richiedente può essere un residente permanente legale o un cittadino statunitense. Per presentare una petizione ( modulo I-130 ), dovranno fornire:

  • Prova del loro status giuridico negli Stati Uniti (copie del certificato di nascita o naturalizzazione, passaporto statunitense, carta di soggiorno permanente, ecc.).
  • Prova della tua relazione (copia del matrimonio o certificato di nascita).
  • Se chiedi un coniuge, dovrai fornire la prova che il tuo matrimonio è stato fatto in buona fede (prova di finanze o proprietà in comune, un contratto di locazione congiunto, certificati di nascita dei tuoi figli, ecc.).

L’Affidavit di Sostegno

Affinché ti venga concesso il permesso di rimanere negli Stati Uniti in modo permanente, il richiedente dovrà dimostrare di disporre di fondi sufficienti per sostenerti. Devono farlo compilando il modulo I-864 o l’affidavit di supporto.

Una quantità sufficiente di fondi costituisce un reddito familiare che è almeno il 25% superiore al livello di povertà degli Stati Uniti  in quel momento. La soglia del livello di povertà dipende dalle dimensioni del nucleo familiare e l’importo impostato cambia ogni anno.

Se non riesci a raggiungere il livello di reddito necessario, puoi compensarlo con il valore dei tuoi beni personali. Questi possono essere soldi in conti di risparmio, proprietà, obbligazioni e azioni. Tuttavia, i criteri per le attività differiscono dai criteri di reddito. Per calcolare la quantità di denaro che il valore dei tuoi beni deve coprire segui la formula:

(125% del livello di povertà degli Stati Uniti – Il tuo reddito familiare) x 5 = Il valore in contanti dei tuoi beni

L’atto di notorietà di sostegno richiederà al ricorrente di presentare una copia dell’ultima dichiarazione dei redditi. Altri documenti richiesti potrebbero includere una prova di assunzione, una copia di un passaporto statunitense o di una carta di soggiorno permanente e documenti che stabiliscono la proprietà e il valore dei tuoi beni.

Una volta firmato l’affidavit, lo sponsor sarà finanziariamente responsabile per il richiedente la residenza permanente fino a quando non riceverà la sua carta verde.

Diversity Immigrant Visa Program (lotteria della carta verde)

Se non sei idoneo per i visti di lavoro o per motivi familiari, puoi correre il rischio con il Diversity Immigrant Visa Program, noto anche come lotteria della carta verde. Il governo degli Stati Uniti gestisce questo programma per diversificare i migranti che si stabiliscono nel paese. Milioni di persone partecipano a questa lotteria ogni anno con la speranza di ottenere una carta di residenza permanente anche senza previa residenza negli Stati Uniti.

Per qualificarsi per la lotteria, devi solo soddisfare due requisiti:

  • Il candidato deve essere originario di uno dei paesi qualificati.
  • Il candidato deve soddisfare i requisiti di istruzione o esperienza lavorativa.

L’elenco dei paesi qualificati viene aggiornato ogni anno in base al numero di immigrati di ciascun paese che vengono accettati negli Stati Uniti nell’ultimo periodo di cinque anni. Se il numero supera 50.000, i cittadini di detto paese non possono partecipare alla lotteria.

Per soddisfare i requisiti di istruzione il candidato deve essere in possesso di un diploma di scuola superiore o equivalente. Due anni di esperienza lavorativa negli ultimi cinque anni rendono anche una persona ammissibile alla lotteria della carta verde. Tuttavia, solo alcune occupazioni si  qualificano per l’ammissibilità legata al lavoro. Il lavoro deve richiedere almeno due anni di formazione e deve essere classificato in una specifica zona di lavoro dal Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti.

Le date del periodo di ingresso cambiano ogni anno, ma puoi aspettarti che sia intorno a ottobre o novembre. Puoi scoprire se la tua iscrizione è andata a buon fine verso maggio. Il tetto per i residenti permanenti accettati è di 50.000 persone all’anno. La selezione dei candidati è generata dal computer e randomizzata.

Come partecipare alla lotteria della carta verde?

Puoi inviare la tua iscrizione al Diversity Immigrant Visa Program online . Tu, il tuo coniuge e i tuoi figli non sposati di età inferiore a 21 anni potete partecipare alla lotteria con un’unica domanda. Una volta completata la domanda, il computer genererà un numero di conferma che è necessario conservare poiché è l’unico modo per verificare lo stato della domanda . L’iscrizione alla lotteria della carta verde è completamente gratuita.

Tuttavia, ottenere l’approvazione della tua domanda è solo l’inizio. Quando scopri di essere il fortunato concorrente, è allora che inizia davvero il processo di candidatura.

Dopo aver ricevuto la conferma dell’iscrizione, ti verrà assegnato un numero di pratica DV che dovrai utilizzare quando firmi il modulo DS-260 . Questo è il modulo che tu e i membri della famiglia che hai menzionato nel primo ingresso online dovete compilare per richiedere ufficialmente il visto per diversità. Dopo aver compilato il modulo, stampa la pagina di conferma poiché dovrai presentarla nel colloquio per il visto.

Prima della tua intervista

Prima di andare al colloquio per il visto, ci sono alcune cose che devi fare:

  • Invia per posta le copie dei documenti ufficiali che supportano la tua domanda (certificati di nascita, casellari giudiziari, prove del servizio militare e certificati di polizia che indicano la residenza);
  • Completare una visita medica da un medico autorizzato e ottenere tutte le vaccinazioni necessarie;
  • Paga la tassa per il visto per la diversità.

Il colloquio per il visto si terrà presso la tua ambasciata o consolato locale e ti verrà notificata l’ora e la data esatte. Tutti i candidati che stanno presentando le loro voci insieme a te devono essere presenti durante questo appuntamento.

Cosa portare al tuo colloquio

  • Conferma appuntamento colloquio
  • Due fotografie in stile passaporto
  • Pagina di conferma del modulo DS-260
  • Il tuo passaporto valido (e i passaporti dei richiedenti che fanno domanda con te)
  • Gli originali dei documenti che hai inviato prima del colloquio
  • Esiti esami medici (in busta chiusa)
  • Traduzioni in inglese (se applicabile)
  • Altri documenti (prova di istruzione ed esperienza lavorativa, certificato di matrimonio, ecc.)

Quando il tuo visto sarà approvato, verrà inserito nel tuo passaporto e ti sarà restituito. Riceverai anche un pacchetto di immigrati sigillato che dovrai presentare al controllo di frontiera quando entri negli Stati Uniti. Tieni presente che non sarai in grado di entrare nel paese a meno che non paghi la tassa di immigrazione negli Stati Uniti prima della data del viaggio.

Hai sei mesi di tempo dopo aver ricevuto la tua carta verde per viaggiare negli Stati Uniti.

Processo di richiesta per la residenza permanente negli Stati Uniti: adeguamento dello status

Quando cerchi la residenza permanente negli Stati Uniti, in alcuni casi, chiederai al governo di cambiare il tuo status di lavoratore da temporaneo a permanente. I seguenti passaggi spiegano il processo per ottenere il tuo status di residenza permanente negli Stati Uniti mentre sei nel paese. Tuttavia, se ti trovi al di fuori degli Stati Uniti quando richiedi la residenza permanente, puoi farlo attraverso l’elaborazione consolare di  cui puoi saperne di più di seguito.

Fase uno: metti in ordine la tua petizione

Se stai richiedendo un visto per motivi di lavoro, tu o il tuo datore di lavoro dovete presentare una petizione per la vostra residenza permanente ( modulo I-140 ). Se il tuo status di residenza permanente dipende dalla tua famiglia, allora è il tuo parente che deve presentare una petizione per te ( modulo I-130 ). Nota che i moduli differiscono se richiedi un quarto ( modulo I-360 ) o un quinto ( modulo I-526 ) visto basato sull’occupazione preferenziale.

Fase due: pagare le tasse

Prima di poter presentare la documentazione per l’adeguamento del tuo stato, dovrai pagare le tasse appropriate per l’archiviazione del documento e la registrazione dei tuoi dati biometrici. Il processo dovrebbe costarti circa 2.000 USD, senza tenere conto dell’avvocato e di altre spese aggiuntive. I costi esatti sono riportati nelle tabelle seguenti.

Fase tre: presentare la domanda per registrare la residenza permanente negli Stati Uniti

I richiedenti che cercano visti per motivi familiari o per motivi di lavoro che non richiedono la certificazione del lavoro possono presentare le loro domande una volta che la loro petizione è stata depositata. Altre domande di visto basate sull’occupazione sono accettate una volta ricevuta la certificazione del lavoro del richiedente dal Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti. Tuttavia, tutti i richiedenti dovranno comunque attendere una conferma sulla disponibilità di slot sufficienti per il visto prima di procedere. Il governo degli Stati Uniti fornisce aggiornamenti online sulla disponibilità dei visti .

I documenti necessari per la presentazione della domanda di residenza permanente negli Stati Uniti ( modulo I-485 ):

  • Una copia del tuo passaporto.
  • Una copia del tuo certificato di nascita.
  • Un documento rilasciato da un ufficiale dell’immigrazione che afferma che sei stato “ispezionato e ammesso” o “ispezionato e rilasciato sulla parola”.
  • Prova della tua petizione.
  • Prova che hai mantenuto lo status di immigrato legale durante il tuo soggiorno negli Stati Uniti.
  • Due foto formato tessera.
  • L’affidavit di supporto (se applicabile).
  • Conferma di un’offerta di lavoro (se applicabile).
  • Documenti di polizia e giudiziari di tutte le tue accuse penali, se ne hai.
  • Se fai una petizione per te stesso, devi presentare una dichiarazione firmata che intendi lavorare nel campo della tua occupazione.

I familiari a carico del richiedente dovranno presentare:

  • Articoli sopra elencati.
  • Prova della relazione con il richiedente principale (certificato di nascita, certificato di matrimonio, atti ecclesiastici, ecc.).
  • Se stai archiviando i documenti separatamente dal richiedente principale, dovrai presentare la documentazione comprovante la categoria di immigrato del richiedente principale e la copia del modulo I-485 compilato .
  • Se applicabile, prova di precedenti matrimoni.

Tieni presente che per modificare il tuo status da residenza temporanea a residenza permanente, devi essere fisicamente presente negli Stati Uniti.

Fase quattro: invia i tuoi dati biometrici

Dopo l’invio della domanda, riceverai un avviso per posta che ti richiede di registrare i tuoi dati biometrici presso il Centro di supporto per le applicazioni locale. I dati biometrici includono impronte digitali, foto e/o firme. Sono presi per verificare la tua identità e controllare le tue informazioni di base. Durante l’appuntamento, ti verrà anche chiesto di approvare che tutte le informazioni fornite nella tua domanda siano vere.

La data, l’ora e il luogo dell’appuntamento saranno indicati nell’avviso. Dovresti portare con te il tuo avviso e il tuo documento d’identità con foto quando ti presenti all’appuntamento.

Fase cinque: partecipa al colloquio

Ti verrà inviato un altro avviso, questa volta, con l’indicazione della data, del luogo e dell’ora del colloquio. L’intervista viene condotta per consentirti di approvare che le informazioni fornite nel modulo siano ancora corrette. In caso di modifiche, l’ufficiale del colloquio ti consentirà di apportare modifiche al modulo e fornire spiegazioni per esse. L’ufficiale potrebbe anche chiederti di chiarire le informazioni che non sono state indirizzate o completate nel modulo di domanda.

Se stai facendo domanda per la residenza permanente in famiglia, anche il tuo firmatario sarà tenuto a partecipare al colloquio.

In particolari circostanze, la richiesta di colloquio potrebbe essere  derogata . Dopo il colloquio, ti potrebbe essere chiesto di fornire ulteriori prove a sostegno delle informazioni che hai fornito.

Fase sei: ricevi la tua residenza

Una volta completato il colloquio e tutti i documenti in ordine, inizia l’attesa. Sebbene non ci sia un tempo prestabilito su quanto tempo gli ufficiali possono impiegare per prendere una decisione sulla tua domanda, i servizi di immigrazione si sforzano di farlo in circa quattro mesi. Puoi controllare lo stato della tua domanda online o chiamando il contact center . In totale, l’intero processo di richiesta può richiedere da sei mesi a circa un anno.

Tieni presente che non puoi lasciare gli Stati Uniti mentre la tua domanda è in sospeso senza informare i servizi di immigrazione. Per fare ciò, è necessario richiedere un documento di viaggio compilando il modulo I-131 .

Se la tua domanda viene approvata, ti verrà prima notificata l’approvazione e, in seguito, riceverai la tua carta di visto permanente (carta verde) per posta. Se la tua domanda viene respinta, nella maggior parte dei casi, non puoi impugnare la decisione. Tuttavia, puoi presentare una mozione per richiedere un riesame ( modulo I-290B ).

Una volta ricevuta la carta di soggiorno permanente, è necessario portarla sempre con sé. Dopo il rilascio, la carta è valida per dieci anni.

Il processo di domanda per la residenza permanente negli Stati Uniti: elaborazione consolare

Se non risiedi negli Stati Uniti quando cerchi la residenza permanente, dovrai passare attraverso l’elaborazione consolare per ottenere la tua carta verde. In generale, il processo è simile all’adeguamento dello status, tuttavia i moduli e le tasse differiscono l’uno dall’altro.

La differenza principale è che invece del modulo di domanda I-485, dovrai inviare il modulo DS-260 . Questa applicazione richiede dettagli personali simili come indirizzo, stato civile, fedina penale, istruzione ed esperienza lavorativa e altre informazioni.

Tuttavia, prima che la domanda possa essere presentata, dovrai procurarti un agente che possa rappresentarti durante l’elaborazione del visto. Può essere un tuo familiare, un amico o un avvocato. Per fare ciò, è necessario compilare il modulo DS-261 .

Documenti richiesti

Dopo aver pagato le tasse per il modulo e l’elaborazione appropriati, dovrai ottenere tutti i documenti (e le loro traduzioni se applicabili) che supportano la tua domanda. Questi includono:

  • passaporti
  • Certificato di nascita
  • Certificati di matrimonio
  • Casellario giudiziario
  • Registri militari
  • Certificati di polizia che indicano la tua residenza
  • Prova del sostegno finanziario (se applicabile)

I documenti possono essere inviati tramite posta, posta elettronica o un centro di candidatura online . Riceverai una notifica sul metodo appropriato da utilizzare. Quindi, sarà programmato un colloquio presso un’ambasciata o un consolato locale.

Mentre i tuoi dati biometrici verranno registrati durante il colloquio, devi sottoporti a una visita medica prima di recarti all’appuntamento all’ambasciata. Dovrai anche ordinare ai servizi di corriere di riconsegnarti il ​​passaporto una volta terminata l’elaborazione. Quando ti prepari per il colloquio, non dimenticare di portare  con te tutti i documenti necessari .

Dopo che la tua domanda è stata approvata, ti verrà restituito il passaporto con già il visto. Inoltre, riceverai anche un pacchetto di immigrati sigillato che dovrai presentare all’ufficiale di controllo di frontiera una volta arrivato negli Stati Uniti. Devi entrare nel paese entro sei mesi dal rilascio della tua residenza permanente.

Le tasse di soggiorno permanente negli Stati Uniti

Se vivi negli Stati Uniti, i seguenti pagamenti possono essere effettuati online, per posta o di persona. Se stai facendo domanda al di fuori degli Stati Uniti, si applicano regole diverse, quindi assicurati di contattare l’ ambasciata o il consolato locale  per ulteriori informazioni.

Spese di archiviazione documenti Document
Nome del modulo Prezzo (USD)
I-130 Petizione per parente alieno 535
I-140 Petizione per immigrati per lavoratori stranieri 700
I-290B Avviso di ricorso o mozione 635
Petizione speciale per immigrati I-360 435
I-485 Richiesta di adeguamento della residenza permanente of 750 – 1.140*
I-526 Petizione per immigrati da un imprenditore straniero 3.675

 

Tariffe per l’elaborazione del visto
Nome del visto Prezzo (USD)
Domanda basata sulla famiglia (petizione I-130) 325
Domanda basata sul lavoro (ricorrenti I-140, autodichiarazioni I-526) 345
Altre domande (autocandidanti I-360, immigrati speciali, ecc.) 205

*A seconda dell’età del richiedente

Tieni presente che non dovresti pagare alcuna commissione a meno che non ti venga richiesto di farlo.

 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
I migliori ETF sanitari per il terzo trimestre del 2021

I migliori ETF sanitari per il terzo trimestre del 2021

Il migliore (e unico) ETF Dow Jones Industrial Average per il terzo trimestre del 2021

Il migliore (e unico) ETF Dow Jones Industrial Average per il terzo trimestre del 2021