in

2 migliori titoli del settore sanitario pronti per una corsa al rialzo nel 2022

Non c’è niente di più eccitante per me come investitore di quando noto che uno dei miei titoli sta aumentando dopo aver finalmente ottenuto il suo valore riconosciuto dal mercato. Mentre non c’è modo di sapere con certezza se un determinato titolo ha ciò che serve per sovraperformare, guardare i prossimi catalizzatori di un’azienda è un trucco che può aiutare a impilare il mazzo a tuo favore.

In questo senso, oggi parlerò di due aziende sanitarie che hanno alcuni eventi ad alto impatto in arrivo nel prossimo futuro. Supponendo che le cose vadano come sperano gli azionisti, entrambi potrebbero essere partiti per una corsa al rialzo l’anno prossimo.

1. Catalyst Pharmaceuticals

Catalyst Pharmaceuticals (NASDAQ: CPRX) produce un farmaco chiamato Firdapse per la sindrome miastenica di Lambert-Eaton (LEMS), una rara malattia autoimmune. Dalle prime vendite del farmaco nel 2019, le entrate trimestrali dell’azienda sono esplose di uno scioccante 7.090%. E nei prossimi anni, le entrate potrebbero crescere ancora di più.

Ora, Catalyst si concentra sull’espansione delle indicazioni approvate da Firdapse per coprire più popolazioni di pazienti con LEMS, a partire dai bambini. Allo stesso tempo, la società sta sviluppando una versione a rilascio prolungato di Firdapse, che sarà preferibile per i pazienti e potenzialmente comanderà anche un prezzo di vendita più elevato. Sta anche lavorando per commercializzare Firdapse in Giappone, a partire dall’inizio del prossimo anno con un piccolo studio clinico di registrazione che aprirà la strada a indagini più ampie.

L’apertura di nuovi mercati al di fuori degli Stati Uniti e del Canada potrebbe essere enorme, poiché LEMS è così raro che solo una persona su 100.000 ce l’ha – e Catalyst è l’unica azienda che lavora sui trattamenti. La sfida principale sarà trovare mercati in cui la malattia sia abbastanza nota da essere diagnosticata in modo coerente. Quindi, la decisione di Catalyst di prendere di mira il Giappone è buona, poiché il paese ha un’alta concentrazione di risorse sanitarie che dovrebbero garantire che le persone con LEMS siano sia trovabili che curabili con Firdapse. Alla fine, scalare l’azienda per raggiungere tutti i pazienti LEMS in tutto il mondo non è qualcosa di troppo inverosimile.

A parte le sue indicazioni in rapida espansione e la sua incursione nei mercati esteri, il titolo ha un prezzo alla perfezione. Il suo rapporto prezzo-utili (PE) finale è 18, che è di gran lunga inferiore alla media del mercato più ampio vicino a 30.

L’unica domanda è: quando gli investitori noteranno che questo titolo silenzioso è segretamente un mostro in divenire?

2. Vaxart

Vaxart (NASDAQ: VXRT) è una piccola biotecnologia che non ha ancora commercializzato un prodotto, ma il suo candidato vaccino orale contro il coronavirus potrebbe essere il primo. E mentre si svolge il processo di sperimentazione clinica per valutare il candidato, c’è ancora abbastanza da fare per spingere il titolo in una corsa al rialzo.

Il vantaggio del vaccino di Vaxart è che è una pillola piuttosto che un jab. È anche stabile sugli scaffali e non richiede un operatore sanitario esperto per amministrare. In quanto tale, la pillola potrebbe essere un’ottima soluzione per i sistemi sanitari in aree a corto di risorse e potrebbe anche essere inviata alle persone per posta per ridurre l’onere di cura. Naturalmente, questo presuppone che il candidato possa superare il resto dei suoi studi clinici ed essere dimostrato sicuro ed efficace.

Un risultato favorevole dalla sperimentazione di fase 2 della pillola vaccinale aiuterebbe a dimostrare che la sua tecnologia di vaccino orale headliner è praticabile nel mondo reale. A partire da ora, il prossimo aggiornamento dei dati pianificato dell’azienda è nel primo trimestre del 2022. I dati derivati da modelli animali in esperimenti precedenti erano in gran parte positivi, quindi una conferma di tali risultati in soggetti umani sarebbe enorme per gli azionisti..

Vaxart sta anche avanzando la sua pillola per l’influenza stagionale, che ha concluso e riportato i risultati dello studio di fase 2 nel gennaio del 2020. Secondo lo studio, la sua pillola vaccinale antinfluenzale sembra essere efficace al 39% nel prevenire i sintomi, che è significativamente migliore dell’efficacia del 27% di uno dei vaccini antinfluenzali esistenti sul mercato, Fluzone. Una volta che Vaxart deciderà di andare avanti con la sua pillola influenzale, gli investitori avranno la possibilità di realizzare alcuni aspetti positivi all’inizio e alla conclusione dei suoi prossimi studi clinici.

È importante ricordare che Vaxart è ancora un titolo biotechaltamente rischioso, anche se potrebbe andare in lacrime nel 2022. Gli studi clinici non vanno sempre come previsto, specialmente quando c’è una nuova tecnologia nel mix.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
invest 00008

5 migliori azioni di veicoli elettrici da acquistare a lungo termine

crypto 14

Previsione del prezzo KAINET 2022, 2023, 2024, 2025

Torna su