in

3 trucchi per trovare azioni a buon mercato che potrebbero raddoppiare

Una delle strategie di investimento più semplici del leggendario investitore Warren Buffett è “avere paura quando gli altri sono avidi e essere avidi solo quando gli altri hanno paura”. Semplificato ulteriormente, implicherebbe “compra basso e vendi alto”.

Gli investitori devono quindi individuare strategie o indicatori che possano aiutarli a identificare azioni a basso costo. Che si tratti di analisi top-down o bottom-up per trovare azioni, alla fine si riduce a rapporti di valutazione.

Alcuni metodi relativamente complessi per valutare le aziende includono il modello del flusso di cassa scontato e il modello Gordon Growth. Tuttavia, esistono metodi semplici ma efficaci per trovare e investire in azioni a basso costo.

Uno dei rapporti di valutazione più comunemente utilizzati è il rapporto prezzo-utili. In termini semplici, il rapporto fornisce i dollari che gli investitori sono disposti a pagare sul mercato per ogni dollaro dei guadagni dell’azienda.

Semplice, senza dubbio, ma se gli investitori hanno pochi assi nella manica, il rapporto P / E può aiutare a trovare creatori di valore. Questa colonna discuterà tre trucchi che possono aiutare gli investitori a utilizzare il rapporto di valutazione per trovare azioni sottovalutate.

Rapporto prezzo-utili combinato con rapporto prezzo-utili-crescita

Una visione generale è che le azioni con un P / E basso sono sottovalutate e le azioni con un P / E alto sono sopravvalutate. Tuttavia, questo non è altro che un mito.

Il rapporto P / E varia da settore a settore. Ancora più importante, un P / E basso potrebbe indicare che il titolo non è favorito dal mercato. Un P / E elevato può essere il risultato di investitori disposti ad acquistare un’attività interessante anche a premio.

Allora come tracciamo una linea?

La risposta sta guardando il rapporto PEG in combinazione con il rapporto P / E.

Comprendiamo il concetto con l’aiuto di un semplice esempio. Ad esempio, nell’ottobre 2020, JD.com (NASDAQ: JD ) è stato scambiato a un P / E di 50,7. Su base autonoma, questa valutazione è apparsa allungata. Tuttavia, le stime degli analisti hanno indicato che la crescita degli utili annuali della società sarebbe probabilmente cresciuta del 49,7% nei prossimi cinque anni.

Pertanto, il rapporto PEG (P / E diviso per la crescita) è solo 1,02. Ciò indica che lo stock non è sopravvalutato. Il PEG di altre società del settore può essere calcolato per determinare l’attrattiva relativa.

Nel complesso, il rapporto PEG aiuta a trovare azioni a basso costo che possono potenzialmente raddoppiare. Solo per aggiungere, credo che le azioni JD possano raddoppiare rispetto ai livelli attuali nei prossimi anni.

Abituarsi a usare Forward P / E

Un fatto molto semplice sul mercato è che le azioni scontano il futuro in multipli di valutazione. Pertanto, se gli investitori guardano all’attuale P / E, non ha senso dal punto di vista della valutazione. Il P / E in avanti conta più dell’attuale P / E.

Come regola generale, se il P / E corrente è alto e il P / E forward è basso, il titolo è interessante. D’altra parte, se il P / E corrente è basso e il P / E forward è alto, gli investitori devono evitare il titolo.

Inoltre, se il P / E a termine indica che il titolo è a buon mercato, gli investitori possono confermare ulteriormente osservando il P / E medio del settore attraverso i cicli economici. Se il P / E a termine è inferiore al P / E medio del settore, lo stock è economico e in palio.

Lascia che ti spieghi ulteriormente con l’aiuto di un esempio. Il titolo Zoom Video Communications (NASDAQ: ZM ) è salito alle stelle del 525% da ottobre 2019 a ottobre 2020. Il titolo ha sfoggiato un  P / E di 614,9 mesi finali di 614,9 alla fine di quel rally. Molti investitori potrebbero non guardare oltre poiché, apparentemente, il titolo è in una bolla.

Tuttavia, le azioni ZM sono state scambiate a un P / E a termine di un anno di 191,3 . Chiaramente, il P / E in avanti racconta una storia diversa. L’azienda è in una traiettoria di crescita elevata e il titolo ha scontato il futuro. Anche una piccola correzione del titolo sarebbe una buona opportunità di ingresso. Anche in questo caso, il P / E in avanti deve essere confrontato con la media del settore. Questo aiuterà a trovare valore.

Ciò sottolinea anche la mia opinione che uno stock a buon mercato non è necessariamente uno con un P / E basso. Gli investitori hanno continuato a parlare del prezzo delle azioni Tesla (NASDAQ: TSLA ) durante l’ultimo anno. Durante questo periodo, le azioni sono diventate balistiche e sono aumentate del 795%.

Screening di scorte di P / E bassi per potenziali “doppiatori”

Come regola generale, le scorte di P / E bassi non implicano scorte a buon mercato. Tuttavia, uno stock P / E basso può anche essere uno stock a buon mercato che ha il potenziale per raddoppiare. Pertanto, gli investitori devono utilizzare uno screener per identificare i titoli con P / E basso e indagare ulteriormente per scegliere i creatori di valore.

Utilizzo il seguente benchmark per selezionare le azioni con P / E bassi: l’ indice S&P 500 è stato scambiato a un rapporto P / E di 29,3 a partire da ottobre 2020. Valgono le azioni che vengono scambiate a un P / E significativamente inferiore indagando.

Un esempio aiuta a fornire chiarezza. Quando applico uno screener P / E per la negoziazione di azioni a un P / E di 12 o inferiore, posso vedere le azioni General Motors (NYSE: GM ) scambiate a un P / E di 11,7 .

Il motivo non è fondamentale o un modello di business debole. La nuova pandemia di coronavirus ha avuto un impatto sulle vendite di automobili. Inoltre, l’azienda si trova in un periodo di transizione con focus sui veicoli elettrici.

Per me, le azioni GM sono azioni a buon mercato che possono potenzialmente raddoppiare nei prossimi anni.

L’apprendimento chiave: gli investitori dovrebbero applicare uno screener P / E e cercare nomi fondamentalmente forti che vengono scambiati a un P / E basso a causa dei venti contrari del settore. Le azioni cicliche, ad esempio, possono assistere a forti oscillazioni nel rapporto P / E. Avere un’ampia consapevolezza sull’economia può aiutarti a identificare i titoli ciclici con un P / E basso.

 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
5 consigli per fare soldi con azioni a buon mercato

5 consigli per fare soldi con azioni a buon mercato

2 Azioni “forti” che vengono scambiate a prezzi vantaggiosi

2 Azioni “forti” che vengono scambiate a prezzi vantaggiosi