in

7 strategie di Value Investing per trovare le migliori occasioni di mercato

Queste sette strategie possono aiutarti a trovare vincitori di valore ed evitare insidie

Da anni ormai, questo è un mercato per gli investimenti in crescita, non per gli investimenti di valore. Le azioni che sembrano costose sembrano solo diventare più costose. Le presunte azioni value sembrano economiche e molto spesso rimangono tali.

Il pendolo dovrebbe spostarsi ad un certo punto. Sebbene la tanto attesa rotazione dalla crescita al valore sia prevista ormai da un decennio, alla fine arriverà. Nel frattempo, investire in valore può ancora essere gratificante, se fatto correttamente.

Certo, è più facile a dirsi che a farsi. Non esiste un modo valido per tutti per trovare azioni di valore. I fondamentali attraenti di solito aiutano, ma i vincitori di grande valore possono avere attributi che non vengono visualizzati nei numeri a breve termine. E le azioni che sembrano straordinariamente economiche possono non mantenere la loro promessa.

Tuttavia, l’approccio giusto può fare molto. Queste sette strategie possono essere una parte importante per attaccare il value investing nel modo giusto:

  • Comprensione della due diligence
  • Value Investing utilizzando guadagni e flusso di cassa
  • Value Investing Using Assets
  • Alla ricerca di “trappole di valore”
  • Andare oltre i fondamenti
  • Leggere la limatura
  • Prestare attenzione alla gestione e ai catalizzatori

Value Investing: comprendere la due diligence

La due diligence ovviamente è importante per tutti gli stili di investimento. Ma la sua importanza è accresciuta nell’investimento di valore, dove l’attenzione all’analisi fondamentale è maggiore. Nell’investimento per la crescita, un investitore può avere successo utilizzando principalmente analisi qualitative.

Ad esempio, un investitore che ha riconosciuto il potenziale di Zoom Video Communications (NASDAQ: ZM ) per beneficiare della nuova pandemia di coronavirus non ha dovuto pagare esattamente il prezzo giusto. Lo stesso vale per altri grandi vincitori come Shopify (NYSE: SHOP ) o Tesla (NASDAQ: TSLA ). Un vincitore della crescita può prendersi cura dei problemi di valutazione in fretta, supponendo ovviamente che la storia della crescita si svolga. Se la storia non si svolge, in generale, pagare un prezzo inferiore non sarà sufficiente per salvare rendimenti positivi.

Ma il value investing si basa sull’obiettivo di pagare il prezzo corretto in base al valore corrente . E la maggior parte (ma non tutti) gli obiettivi di valore in genere non crescono altrettanto velocemente. A volte, un business può effettivamente essere in declino, ma un  caso di bullismo “mozzicone di sigaro” significa che c’è comunque abbastanza valore.

Da un punto di vista fondamentale, c’è semplicemente meno spazio per l’errore. E questo significa che la due diligence deve essere, beh, diligente.

La due diligence copre tutti gli aspetti di un titolo, ognuno dei quali ha le proprie sfide e opportunità. Ma fin dall’inizio, gli investitori devono capire che investire in valore non è e non può essere semplice.

Investire in valore non significa solo acquistare azioni con multipli di guadagni a basso prezzo o alti rendimenti da dividendo. È importante sottolineare che non si basa esclusivamente sull’utilizzo di dati disponibili pubblicamente che potrebbero contenere errori o, più comunemente, non tenere conto di fattori una tantum che possono gonfiare o deflettere i guadagni o il valore patrimoniale.

In una parola, investire in valore è complicato. Ecco perché è impegnativo e perché può essere gratificante.

Utilizzo degli utili e del flusso di cassa

Anche se l’investimento di valore non riguarda solo guadagni a basso prezzo o multipli di flussi di cassa privi di prezzo, queste caratteristiche possono essere una parte importante di un caso rialzista basato sul valore. Se il multiplo è troppo basso rispetto alla crescita, l’azione dovrebbe essere un acquisto.

Ancora una volta, capire se il multiplo è troppo basso è più facile a dirsi che a farsi. E anche gli investitori in crescita possono credere che il prezzo di un titolo non rifletta il potenziale del business. Alla fine della giornata, tutto l’investimento è un investimento di valore.

Ma il valore che gli investitori cercano è un’azione che, in poche parole, è troppo economica rispetto alla sua capacità di generare guadagni o flusso di cassa. Vale la pena notare che queste due metriche non sono la stessa cosa. I guadagni si basano su pratiche contabili che generalmente uniformano il risultato, ad esempio deducendo l’ammortamento, calcolato su base annualizzata lungo la vita del bene.

Il flusso di cassa libero, tuttavia, si basa sulla liquidità effettiva che arriva alla porta, che può vedere una volatilità significativa. Le spese in conto capitale – denaro speso per acquisire o costruire beni che vengono poi ammortizzati – possono variare notevolmente di anno in anno. Anche i cambiamenti nel capitale circolante come l’inventario possono influire sul flusso di cassa libero in un determinato periodo.

I guadagni generalmente offrono un quadro più uniforme e normalizzato di quanto sia redditizia di solito un’azienda. Ma non sempre. I dati non monetari come l’ammortamento e l’ammortamento possono ridurre i guadagni in un modo che oscura una generazione di flussi di cassa forte, coerente e libera.

Ovviamente, utilizzando i guadagni o il flusso di cassa libero, una difficoltà nell’investimento di valore è determinare se un’azione è davvero troppo economica. Uno strumento è un modello di flusso di cassa scontato, che utilizza stime di crescita e un tasso di sconto che riflette il rendimento atteso. Ma i modelli DCF sono buoni solo quanto gli input. Se un investitore ritiene che la crescita sarà più rapida o più lunga di quanto si dimostri, un risultato DCF risulterà troppo alto.

Anche le regole pratiche aiutano. Utilizzando un tasso di sconto dell’8% (il rendimento atteso), un titolo con una crescita degli utili pari a zero in teoria dovrebbe essere scambiato a 12,5 volte gli utili. Un multiplo prezzo-guadagni mid-teen, quindi, prezzi in crescita abbastanza modesta. Se un investitore vede una negoziazione di azioni con guadagni 16x o 18x, ma vede una crescita impressionante in arrivo, potrebbe aver trovato un vincitore.

Investimento di valore: utilizzo delle risorse

Gli investitori value non guardano solo ai guadagni. Anche le risorse possono sostenere un caso rialzista.

Dopotutto, è possibile che il prezzo di un titolo scenda al di sotto del valore effettivo delle attività dell’azienda. Un esempio recente ben trattato è Dell (NYSE: DELL ), la cui partecipazione in VMware (NYSE: VMW ) vale più dell’intera capitalizzazione di mercato dell’azienda. Anche considerando il debito in bilancio, era ed è ancora relativamente semplice creare una somma delle parti in  cui le attività di Dell erano sottovalutate dal mercato.

Asset reali come gli immobili, al contrario della proprietà di partecipazioni azionarie o di intere aziende, possono sostenere un bull case basato su asset. Quindi può incassare in bilancio. A volte, le azioni possono effettivamente negoziare al di sotto del loro valore di liquidazione ipotetico. In altre parole, se la direzione chiudesse l’attività domani, vendesse inventario e proprietà a prezzi di svendita e restituisse gli azionisti in contanti, quegli azionisti avrebbero comunque realizzato un profitto. In teoria, anche se non sempre nella pratica, il valore di liquidazione dovrebbe presentare qualcosa di vicino a un minimo per il prezzo delle azioni, creando quello che colloquialmente viene chiamato uno scenario “testa vinco, croce non perdo molto”.

C’è un grosso problema con i casi di toro basati su asset: di solito suggeriscono problemi significativi con l’azienda stessa. Dopotutto, se le risorse hanno un valore reale, ma l’azienda realizza un profitto minimo (o registra perdite), la società sta facendo un lavoro estremamente scarso nell’utilizzo di tali risorse.

Un ottimo esempio di questo problema è il gestore del ristorante Ruby Tuesday . Per anni, gli investitori di valore hanno sostenuto che le azioni di Ruby Tuesday erano troppo economiche in quanto scambiate ben al di sotto del valore di mercato del portafoglio di ristoranti di proprietà. Eppure Ruby Tuesday, operando in quelle proprietà di proprietà, non guadagnava nulla.

Pertanto, il caso del valore ha sostenuto che le proprietà sarebbero state molto più preziose se avessero un altro ristorante. Non sorprende che quel caso non abbia mai guadagnato molta popolarità con il mercato.

Ruby Tuesday è diventato privato nel 2017 per ben meno di $ 3 per azione. Gli azionisti a lungo termine che hanno scommesso sul caso del valore basato sull’immobiliare hanno generalmente perso una buona parte del loro investimento originale. Gli asset da soli generalmente non sono sufficienti per un solido caso rialzista.

Alla ricerca di “Value Traps”

Qualunque sia la metrica fondamentale utilizzata per trovare un gioco di valore, è importante ricordare che i numeri da soli non fanno un caso toro. Investire in valore non significa solo trovare azioni “a buon mercato”. Si tratta di trovare azioni sottovalutate.

Dopotutto, molte azioni sono a buon mercato almeno in qualche direzione fondamentale. Molti sono economici per una buona ragione, perché il mercato si aspetta che la crescita degli utili rallenti o, in alcuni casi, teme che diventi negativa.

Quindi, se i fondamentali sono attraenti, in particolare in un mercato ancora appena fuori dai massimi storici, l’ipotesi di default dovrebbe essere che il mercato stia aggiustando la valutazione per adattarla alle prospettive dell’azienda, piuttosto che lasciare un’opportunità di acquisto in bella vista. Ciò è particolarmente vero per i nomi a grande maiuscola ben coperti.

Un esempio ovvio è AT&T (NYSE: T ). Il titolo T sembra a buon mercato con utili a termine 9x e valore contabile 1,15x. Il dividendo AT&T rende il 7,4% in un momento in cui il Tesoro a 10 anni offre meno dell’1%. A prima vista, il titolo T sembra uno dei più grandi affari sul mercato.

Ma le azioni AT&T sono una delle azioni ampiamente possedute del mercato. Ci dovrebbero essere ragioni per cui le azioni sono a buon mercato – e ci sono. DirecTV è in declino e, secondo quanto riferito, il suo tentativo di vendere l’attività ha portato solo a offerte “lowball” . Il business dei cavi sta svanendo. Continua anche a lottare contro i rivali Verizon Communications (NYSE: VZ ) e T-Mobile (NASDAQ: TMUS ). Time Warner deve affrontare la pressione del taglio del cavo.

Ci sono rischi molto reali qui che suggeriscono che le scorte di T dovrebbero essere economiche in questo momento.

Per essere chiari, ciò non significa che non ci siano casi rialzisti per le azioni T. In effetti, la società ha pubblicato solidi risultati del terzo trimestre che hanno mostrato forza in aree chiave, inclusi gli abbonati wireless aggiunti. Ma un investitore che fa questo caso rialzista non può semplicemente guardare i numeri, e in particolare i numeri semplici e principali come il rendimento dei dividendi e il multiplo P / E. Quell’investitore deve credere, a ragione, che il mercato stia sottovalutando il potenziale di crescita di AT&T.

I numeri semplici non sono sufficienti per sostenere questo caso. Per le azioni AT&T, non è stato sufficiente. Gli investitori hanno potuto e hanno fatto un caso semplice basato sulla valutazione negli ultimi anni. Negli ultimi cinque anni, anche con quel rendimento, lo stock T ha restituito il 9% totale. L’ S & P 500 , compresi i dividendi, ha guadagnato l’86%.

Value Investing: andare oltre i fondamentali

Tutto sommato, un caso di valore deve andare oltre i numeri. Ma un buon caso non deve fare affidamento sui numeri.

Il tipo più comune di caso di valore che va oltre i fondamentali è un gioco di inversione di tendenza. Due spettacoli di questo tipo in questo momento sono General Electric (NYSE: GE ) e Rite Aid (NYSE: RAD ). Le azioni GE vengono scambiate a 23 volte gli utili a termine e il doppio del valore contabile; nessuno dei due sembra attraente. È probabile che Rite Aid non sia redditizio quest’anno fiscale, sulla base delle sue indicazioni. Le azioni RAD vengono scambiate al di sotto del valore contabile, ma a causa esclusivamente di attività immateriali e avviamento.

La speranza per entrambe le società, e molte altre, è che le operazioni miglioreranno e i fondamentali seguiranno. In altre parole, quelle azioni non sono ancora economiche, ma potrebbero esserlo in futuro.

Ancora una volta, investire in valore non significa solo guardare i numeri. A volte i numeri ingannano. Un valore preferito di lunga data è la St. Joe Company (NYSE: JOE ), uno sviluppatore immobiliare in Florida. Le azioni JOE vengono scambiate a quasi 50 volte gli utili finali di 12 mesi e quasi 3 volte il valore contabile. Ma i tori sostengono che ciò è in gran parte dovuto al fatto che né il profitto né la contabilità di bilancio catturano adeguatamente il valore che l’azienda sta creando.

Quei tori hanno dovuto aspettare molto tempo, poiché JOE ha trascorso un decennio a fare trading per lo più lateralmente. Il titolo è finalmente esploso quest’anno al massimo da otto anni.

Leggere la limatura

Ovviamente, esaminare tutti questi aspetti di più azioni non è facile. Ma vale la pena ripeterlo: investire in valore non è semplice.

E c’è un modo per un investitore di raccogliere queste informazioni: documenti aziendali presso la US Securities and Exchange Commission. I documenti SEC non sono necessariamente una scorciatoia, ma contengono una grande quantità di informazioni. I requisiti legali, nel frattempo, assicurano che le informazioni nei documenti siano affidabili. Gli amministratori delegati e gli ufficiali finanziari principali devono certificare l’accuratezza delle dichiarazioni annuali e trimestrali .

I documenti annuali sul modulo 10-K, in particolare, contengono una grande quantità di dati e commenti. Le metriche finanziarie dell’azienda vengono divulgate non solo per l’anno più recente, ma anche per i periodi passati. Le recenti normative richiedono a molte aziende di fornire una “disaggregazione dei ricavi”, che suddivide le categorie di entrate generate dall’attività.

La sezione “Fattori di rischio” spazia dalle sfide generali (attacchi terroristici) alle sfide specifiche dell’azienda relative alla concorrenza o all’esecuzione. E la “Discussione e analisi della direzione”, spesso denominata MD&A, fornisce una spiegazione spesso dettagliata delle prestazioni dell’azienda.

Per molti investitori che iniziano la due diligence, il modulo 10-K è il punto di partenza. E anche per azioni e società che gli investitori conoscono bene, questi moduli possono fornire nuove e preziose informazioni.

Investimento di valore: prestare attenzione alla direzione e ai catalizzatori

Uno degli aspetti più difficili del value investing è avere a che fare con il management. Molto spesso, la gestione è, se non il caso reale di un’azione a buon mercato, un ostacolo a un rally.

Per le azioni ricche di liquidità, ad esempio, la preoccupazione è che la direzione sperpera il denaro per un’acquisizione invece di restituirlo agli azionisti o fare investimenti saggi nell’attività. In altri casi, potrebbe esserci un percorso per sbloccare il valore per gli azionisti in teoria, ma un team di gestione che rimane ostinato. (Un problema comune: un’azienda che dovrebbe vendere se stessa, solo per i manager trincerati preferire la sicurezza del lavoro ai rendimenti degli azionisti.)

C’è anche il problema del catalizzatore. Uno stock che è a buon mercato sicuramente può rimanere a buon mercato per un bel po ‘. Soprattutto per i nomi più grandi e ampiamente coperti, è probabile che la storia debba cambiare prima che la valutazione da sola possa guidare un rally. Questo sembra essere un problema in questo momento sia per Intel (NASDAQ: INTC ) che per International Business Machines (NYSE: IBM ). Entrambe le azioni sembrano a buon mercato. Ma entrambe le società vengono trattate dai mercati come se avessero superato i picchi di crescita. Fino a quando quella percezione non cambia, la valutazione probabilmente non lo farà.

Naturalmente, anche la gestione può essere un vantaggio. La nuova leadership è spesso una parte fondamentale di un caso di rialzo. E gli investitori esperti di valore possono trovare un catalizzatore che manca al mercato, sia che si tratti di un’unità aziendale che potrebbe (o sarà) venduta o di un investitore attivista che scuoterà le operazioni.

Vale la pena ripeterlo: l’investimento di valore non riguarda solo i numeri. Questo è vero per evitare trappole di valore, ed è vero anche per trovare giochi di valore.

 

 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
I migliori ETF sulle materie prime agricole per il terzo trimestre del 2021

I migliori ETF sulle materie prime agricole per il terzo trimestre del 2021

Confronto tra scambio di criptovaluta eToro vs Bittrex: qual è il migliore

Confronto tra scambio di criptovaluta eToro vs Bittrex: qual è il migliore