in

730:il tempo stringe

Si avvicina la data di scadenza per la presentazione del 730. Il 30 aprile sarà, infatti, l’ultimo giorno utile per presentare la propria dichiarazione per ottenere il rimborso Irpef o l’addebito delle imposte dovute o al proprio datore di lavoro o ad un ente pensionistico.

Accanto a queste due opzioni esiste una terza strada, quella dei Caf o dei professionisti, opzione che consente di godere di un termine più lungo, pari ad un mese in più rispetto alla scadenza del 30 aprile.
Il modello 730 può essere presentato da chi ha un contratto a tempo indeterminato o comunque di durata non inferiore ad un anno, chi abbia dei redditi derivanti da terreni o fabbricati, capitale, chi sia un lavoratore autonomo senza partita Iva.

Quest’anno qualche novità. Innanzitutto una detrazione del 19% per gli interessi sui mutui accesi sulla prima casa, una del 55% per chi ha effettuato lavori per il risparmio energetico e un bonus del 20% sull’acquisto di elettrodomestici, mentre la detrazione del 19% per l’acquisto di medicinali, si potrà ottenere solo se in possesso di uno scontrino fiscale ‘parlante’.
Non ricadono nell’obbligo della dichiarazione i lavoratori e pensionati che possiedono la sola casa di abitazione e che, nel 2008, hanno percepito redditi da un unico ente erogatore o il solo reddito da pensione fino a 7.500 euro per l’intero anno, e redditi di terreni non superiori a 185,92 euro.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

I paesi poveri

Gheddafi incontra la Marcegaglia