in

Analisi del prezzo delle azioni di McDonald’s

Panoramica dell’azienda di McDonald’s

L’azienda McDonald’s è molto più antica di quanto si possa credere, essendo stata creata nel 1950 da un uomo d’affari americano, Ray Kroc. All’inizio era un semplice franchising, ma Kroc decise rapidamente di acquistare i diritti della società principale dai fratelli McDonald. Nasce così l’azienda McDonald’s, oggi diventata la prima catena di fast food in ambito internazionale. 

L’azienda McDonald’s è nata negli Stati Uniti ma è diventata una catena internazionale all’inizio degli anni ’70. È interessante sapere che proprio dietro agli Stati Uniti, la Francia è il secondo Paese in cui l’azienda ottiene i suoi maggiori profitti, poiché ha impiantato più e non meno di 1.100 ristoranti in franchising, tra cui il noto e gigantesco McDonald’s sugli Champs-Élysées, vero simbolo del successo di questa azienda nel territorio francese.

Il gruppo McDonald’s Corporation è, ovviamente, il leader nel fast food, sia nel suo paese d’origine, gli Stati Uniti, sia in tutto il mondo, poiché le sue attività sono svolte in tutta Europa, Asia Pacifico, Medio Oriente o Africa.

Da notare che solo il 67,2% dei ristoranti McDonald’s è gestito direttamente dal gruppo, mentre il resto è costituito da franchising con 3 589 membri. Si evidenzierà inoltre che il gruppo McDonald’s possiede anche la controllata inglese “Prêt à manger”.

Le azioni di McDonald’s sono quotate al NYSE, o New York Stock Exchange. Questi titoli vengono presi in considerazione anche nel calcolo del noto indice Dow Jones statunitense .

Conosci la concorrenza delle azioni di McDonald’s

Prima di iniziare l’analisi del prezzo delle azioni McDonald’s, è fondamentale conoscere la concorrenza di questo colosso del fast food nel mondo. Pertanto, ti presenteremo brevemente i principali concorrenti di questo gruppo.

  • Burger King: il più grande concorrente diretto di McDonald è probabilmente il gruppo di fast food americano e la catena Burger King. Questa azienda ha più di 13.000 punti vendita in tutto il mondo ed è presente in più di 88 paesi diversi. Tuttavia, due terzi dei suoi ristoranti si trovano negli Stati Uniti e una buona parte anche in Canada.
  • The Wendy’s Company: Un altro gigante americano del fast food che compete direttamente con McDonlad’s è il gruppo Wendy’s Company, una catena di fast food americana fondata nel 1969. Attualmente, questo marchio è il terzo al mondo in questo settore di attività, appena dietro Subway e McDonalds, e appena davanti a Burger King. Il gruppo ha attualmente sede in Ohio e la società fa parte del gruppo Wendy’s International, precedentemente noto come Wendy’s Arby’s Group.
  • Taco Bell: Tra i principali concorrenti di McDonald c’è anche Taco Bell, una catena di fast food americana che è una divisione del gruppo Yum Brands. Ora è il leader internazionale nel settore della ristorazione a tema Tex-Mex. Serve più di 35 milioni di consumatori in tutto il mondo ogni settimana. Taco Bell ha sede a Irvine, in California, ed è specializzato in articoli da cucina Tex-Mex su misura per le esigenze dell’industria dei fast food, tra cui un’ampia gamma di tacos e condimenti con vari gradi di piccantezza.
  • Subway: un altro concorrente e leader in questo mercato è il gruppo Subway, che è anche una catena di fast food in franchising americana che vende principalmente panini e insalate. Fin dal suo inizio, questo gruppo è riuscito ad espandersi in tutto il mondo ed è diventato la più grande catena di fast food al mondo. In questo modo, il gruppo gestisce più di 45.000 ristoranti in 110 paesi.
  • KFC: Infine, l’ultimo concorrente che possiamo menzionare qui per McDonald’s è il gruppo KFC, che sta per Kentucky Fried Chicken, che è anche una catena di ristoranti americana. Questo gruppo ha sede a Louisville, Kentucky, e fa anche parte del gruppo Yum Brands. Il marchio KFC è stato creato nel 20 ° secolo dal colonnello Harland Sanders, noto per le sue ricette di pollo fritto.

Alleanze strategiche stabilite dal gruppo McDonald’s

Sebbene McDonald’s abbia molti concorrenti nel suo mercato, è anche spesso disposto a sviluppare alleanze strategiche con altre società. Ecco due esempi concreti di questo tipo di associazione:

  • Ford – Prima di tutto nel 2019, McDonald’s ha collaborato con la casa automobilistica Ford. L’alleanza tra le due aziende può essere sorprendente e ha come obiettivo principale l’ecologia. In effetti, le due società hanno deciso di collaborare per trasformare le bucce dei chicchi di caffè che si consumano nei ristoranti di McDonald’s in ricambi per auto.
  • Disney : In precedenza, nel 2018, McDonald’s aveva firmato un accordo di collaborazione strategica con il Walt Disney Group. L’obiettivo era che la catena di fast food fosse in grado di distribuire i giocattoli del film Les Indestructibles 2 nei suoi menu Happy Meals. Il primo contratto firmato tra le due catene risale al 1990.

Vantaggi e punti di forza delle azioni McDonald’s come asset quotato

Per andare un po ‘oltre e capire come potrà comportarsi l’azienda McDonald’s nei prossimi anni, proponiamo ora un confronto tra i suoi principali punti di forza e di debolezza. Per iniziare, parleremo dei principali vantaggi.

Innanzitutto, ricordiamo che il gruppo McDonald’s gode di un’immagine di marca molto forte, con un ricordo importante di essa, poiché l’azienda è conosciuta in tutto il mondo ei suoi clienti sono estremamente fedeli.

Il modello McDonald’s, per quanto riguarda la varietà dei prodotti offerti, è anche un altro punto di forza, così come l’importanza data all’igiene e alla velocità e alla qualità del servizio nei ristoranti di questo gruppo. I servizi di McAuto hanno permesso al gruppo di sviluppare ulteriormente la propria clientela in tutto il mondo unendosi ai codici sempre più diffusi del fast food.

Naturalmente, il gruppo può anche basare il suo successo su pubblicità e marketing significativi, che richiedono forti investimenti ma generano maggiori profitti con un’immagine di fascia alta. Anche in questo caso, quando si tratta di strategia di marketing, i menu per bambini sviluppati da McDonald’s consentono di sedurre una clientela fin dalla tenera età e di mantenerla a lungo termine. D’altra parte, McDonald’s moltiplica le operazioni di comunicazione diverse dalla pubblicità classica, soprattutto sponsorizzando alcuni eventi sportivi mondiali.

Naturalmente, possiamo anche citare la fortissima presenza di McDonald’s nel mondo come uno dei vantaggi di questo gruppo. Ricordiamoci che questo marchio è presente in più di cento paesi e che conta più di 35.000 ristoranti nel mondo. In totale, con i franchise, più di un milione e mezzo di persone attualmente lavorano per il gruppo McDonald’s. Per massimizzare la sua strategia di espansione, il gruppo non esita a proporre prodotti locali o prodotti adattati alle usanze locali in diversi paesi come l’India oi paesi del Medio Oriente.

Inconvenienti e punti deboli delle azioni di McDonald’s come asset quotato

Come abbiamo appena visto, il gruppo McDonald’s gode di molti vantaggi che dovrebbero consentirgli di continuare a crescere negli anni a venire. Tuttavia, poiché nulla è perfetto, il gruppo ha alcuni punti deboli che dovresti anche conoscere e tenere in considerazione prima di iniziare a scambiare queste azioni.

Innanzitutto, possiamo sottolineare che le catene di fast food come McDonald’s sono attualmente oggetto di numerose critiche riguardo al fatto che propongono essenzialmente cibi molto ricchi di grassi e zuccheri che non fanno bene alla salute. Con il cambiamento sempre più importante delle abitudini alimentari dei consumatori, le vendite potrebbero diminuire nel tempo a meno che l’azienda non riesca a rinnovarsi in tal senso. 

Infine, il gruppo è anche il bersaglio di altre critiche riguardanti i problemi ambientali. In effetti, McDonald’s è stato coinvolto più volte in denunce sull’ampio impatto ambientale delle sue attività. Inoltre, anche alcune associazioni per la difesa del benessere animale criticano l’azienda. Questi diversi scandali hanno influenzato l’immagine del marchio di questo gruppo e hanno scoraggiato alcuni investitori.

Domande frequenti

Chi sono i principali azionisti del capitale di McDonald’s?

Attualmente, il capitale di McDonald’s è distribuito tra diversi azionisti privati, che sono: The Vanguard Group, con l’8,7%, Capital Research, con il 5,77%, SSgA Funds Management, con il 5,21%, Fidelity Management & Research al 2,62%, BlackRock Fund Advisors al 2,55 %, T Rowe Price Associates al 2,18%, Wellington Management al 2,08%, Putnam all’1,70%, Northern Trust Investments, all’1,54% e Geode Capital Management, all’1,54%. Il resto del capitale del gruppo è fluttuante ed è quindi liberamente acquistato e venduto sul mercato.

Che presenza ha McDonald’s nel mondo?

Il gruppo McDonald’s, in quanto multinazionale, è presente in più di 119 paesi diversi in tutto il mondo. Ha 36.258 fast food sotto il marchio McDonald’s, di cui 7.855 in Europa e 14.350 negli Stati Uniti. Il gruppo ha anche società controllate di cui possiede una parte del capitale. Questi sono i marchi Aroma Café, Boston Market, Xhipotle Mexican Grill, Donatos Pizza o Prêt à Manger.

Cos’è l’indice BigMac?

Forse non lo sapete, ma nel 1986, la rivista The Economist ha inventato l’indice BigMac, il cui obiettivo era stimare il tenore di vita dei paesi in cui è presente il gruppo McDonald’s. Questo prodotto, commercializzato in tutti i paesi, permette di valutare il potere d’acquisto della popolazione attraverso il suo prezzo. L’unico paese che non entra in questo indice è l’India, poiché McDonald’s non offre prodotti a base di carne in questo paese.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Analisi del prezzo delle azioni di Walt Disney

Analisi del prezzo delle azioni di Walt Disney

Analisi del prezzo delle azioni di Uber

Analisi del prezzo delle azioni di Uber