in

Analisi del prezzo delle azioni Tesla Motors

Marciapiede del gruppo Tesla Motors

Il gruppo Tesla o Tesla Motors è uno specialista americano nella concezione, produzione e vendita di veicoli elettrici. Possiamo dividere l’attività di Tesla Motors in tre grandi gruppi, i cui dettagli sono i seguenti:

  • la vendita di autoveicoli rappresenta la stragrande maggioranza del fatturato, con il 96,3% di esso;
  • la vendita di componenti powertrain per veicoli elettrici rappresenta il 3,5% del fatturato ottenuto, e
  • infine, Tesla Motors offre anche servizi di sviluppo che ammontano allo 0,2% del fatturato.

Grazie ai suoi due stabilimenti produttivi, oggi si concentra principalmente sul mercato statunitense, ma anche su Cina o Norvegia.

Principali concorrenti di Tesla Motors

Tesla Motors è specializzata nella produzione di veicoli elettrici e, pertanto, da diversi anni deve affrontare una concorrenza sempre più importante da parte di altre importanti case automobilistiche del mondo che si sono lanciate nella corsa dei veicoli ecologici. Per aiutarti a condurre analisi migliori del prezzo delle azioni Tesla Motors, abbiamo elencato di seguito i principali concorrenti del gruppo in questo settore.

  • Renault , che è il precursore di questo campo in Francia.
  • Il gruppo PSA , appena nato nel settore dei veicoli elettrici, ma che presenta un grave pericolo.
  • BMW, il pioniere delle auto elettriche in Germania con modelli principalmente di fascia alta.
  • Volkswagen , che ha introdotto una vasta gamma di veicoli elettrici e autonomi nel 2017.

Principali partner di Tesla Motors

Tesla Motors ha anche stabilito diverse partnership strategiche che le hanno permesso di mantenere la sua posizione di leader in questo settore. I principali sono:

Nel 2014 il  gruppo Allianz, specializzato in assicurazioni , e più precisamente la sua controllata francese di assicurazioni automobilistiche, ha siglato una partnership con Tesla Motors, offrendo così servizi ai clienti del marchio automobilistico.

Il gruppo Tesla Motors e la società NVidia sono  anche partner dal 2016 come parte dello sviluppo iniziale del più grande touch screen mai creato per un’auto. Oggi, NVIDIA equipaggia già i sistemi di informazione e intrattenimento, nonché i pannelli di controllo digitali, di ciascuno dei veicoli prodotti da Tesla Motors, come il recente Model X.

Già nel 2016, il gruppo giapponese Panasonic ha annunciato un investimento di oltre 30 miliardi di yen in una fabbrica per creare celle e moduli fotovoltaici di Tesla Motors. Questo annuncio ha fatto aumentare il titolo Tesla del 3% durante la sessione.

Come viene finanziato il gruppo Tesla Motors?

Il primo investimento che ha avviato la società Tesla è stato quello del co-creatore di PayPal Elon Musk, che è diventato il presidente del consiglio di amministrazione di Tesla. È stato anche responsabile delle prime due tavole rotonde finanziarie e ha presieduto la terza insieme a Vantagepoint Venture Partners. Quest’ultima tavola rotonda ha portato nuovi investitori noti come Sergey Brin e Larry Page, co-fondatori di Google,  e Jeff Skoll, ex presidente del gruppo eBay .

Nel 2007 il gruppo ha raccolto niente di più e niente di meno che 105 milioni di dollari durante un finanziamento privato a cui Elon Musk ha partecipato con 37 milioni di dollari. Infine, Musk ha guidato il gruppo nel 2008 dopo la partenza di Ze’ev Drori, un uomo d’affari californiano subentrato a Martin Eberhard nel 2007.

Dopo il lancio di una rete di quasi 3.000 compressori che consentono di ricaricare completamente le batterie in 45 minuti, Tesla ha speso diversi miliardi di dollari per costruire una fabbrica di batterie in Nevada per equipaggiare il Modello 3. Per fare questo, ha dovuto. $ 4 miliardi nei mercati dal 2013. Tuttavia, possiamo vedere che il prezzo delle azioni è aumentato di 11 volte dal prezzo del 2010.

Infine, anche nel 2017 Tesla ha raccolto fondi per un valore di 1,2 miliardi di dollari emettendo 1,3 milioni di azioni ordinarie e vendendo titoli convertibili di prim’ordine con scadenza nel 2022.

Analisi del prezzo delle azioni Tesla Motors

Il prezzo delle azioni di Tesla è attualmente quotato sul mercato statunitense Nasdaq Global Select. Integra anche il calcolo dell’indice azionario Nasdaq 100 .

Informazioni importanti sulle azioni Tesla Motors

Ora scopriremo insieme alcuni fatti molto importanti sulle azioni di Tesla Motors e, più nello specifico, sulla società Tesla Motors e sul suo posto nel mercato azionario nazionale e internazionale. Queste informazioni generali ti aiuteranno a comprendere globalmente questi titoli e ad analizzare meglio il loro prezzo in tempo reale.

  • Nel 2017, la capitalizzazione di mercato totale di Tesla Motors è di $ 52.396,54 milioni.
  • Il numero di titoli emessi dalla società Tesla Motors e attualmente in circolazione in borsa è 8161643.
  • Il prezzo delle azioni di Tesla Motors è attualmente quotato sul mercato principale del Nasdaq Global Select Market negli Stati Uniti.
  • Tesla Motors è anche membro dell’indice azionario statunitense Nasdaq 100 .
  • La partecipazione della società Tesla Motors è composta dal 13,5% delle azioni di FMRC, dell’8,23% di Baillie Gifford & Co, del 7,37% di T Rowe Price Associates, del 5% di Tencent Holdings, del 3,50% di Vanguard Group, del 2,39% BlackRock, 1,65% da Jennison Associates, 1,62% da MSIM, 1,41% da State Street Corporation e 1,28% da Capital World Investors.

Storia economica e finanziaria dell’azienda Tesla

Per comprendere meglio i grafici storici del mercato azionario delle azioni Tesla e per poter analizzare le tendenze passate, è importante sapere quali sono gli eventi che hanno segnato la storia recente di questa azienda.

Ecco perché vi suggeriamo di scoprire qui alcune date importanti degli ultimi decenni.

  • Il gruppo Tesla è stato creato nel 2003 da Martin Eberhard e Marc Tarpenning e il suo nome è stato scelto in onore dello scienziato Nikola Tesla.
  • Nel 2008, Tesla Motors ha lanciato la produzione del suo primo veicolo in serie, la Tesla Roadster. Questo veicolo 100% elettrico sarà commercializzato attraverso il sito web del marchio. In quattro anni, ciò consentirà alle azioni del gruppo di moltiplicarsi per 10.
  • Tra il 2008 e il 2009, Tesla ha prodotto circa 1.000 veicoli prenotati per la prima volta dai clienti statunitensi. Tuttavia, non è stato fino al 2009 che la società è diventata internazionale con la vendita di Roadster in Europa sotto il nome di “Signature Edition” e una serie limitata a 250 copie.
  • Nel 2013 la società Tesla Motors ha vinto il titolo di campione mondiale costruttore FUA della categoria di energia alternativa IIIA grazie alla Roadster 2.5 con il numero EU377, pilotata da James Morlaix e co-pilotata da Sébastien Chol. Lo stesso anno, il gruppo ha introdotto una nuova divisione chiamata Tesla Energy Group o TEG, responsabile della concezione e produzione di sistemi di accumulo di energia per equipaggiare i veicoli Tesla, nonché della vendita di questa tecnologia a vari partner del marchio come Daimler o Toyota. .
  • Nel 2014, Elon Musk apre i suoi brevetti Tesla al grande pubblico.
  • Nel 2015 Tesla ha deciso di diversificare la propria offerta con il lancio della Powerwall, una batteria di design per abitazioni, presentata in due diverse versioni da 7 e 10 kWh. Il gruppo prevede anche una versione professionale di questa batteria da 10 kWh per le aziende. Nel 2015, Tesla ha dichiarato un deficit nonostante le vendite record di veicoli e un aumento delle vendite del 52%, con una perdita netta di 184 milioni di dollari. Parallelamente, il gruppo acquista, per un importo non reso noto, la società Riviera Tool, che impiega 100 persone negli Stati Uniti ed è specializzata in utensili da taglio per alluminio.
  • Nel 2016 il gruppo Tesla ha registrato oltre 375.000 ordini dopo la presentazione del Tesla Model 3. Le prime consegne sono previste per il 2017. Lo stesso anno annuncia l’acquisto della società Solar City per 2,8 miliardi di dollari dopo che ha subito una situazione difficile . Successivamente, l’offerta è stata rivista al ribasso, raggiungendo i 2,6 miliardi di dollari.
  • Sempre nel 2016, l’autorità statunitense per i mercati finanziari ha aperto un’indagine nei confronti di Tesla, accusando il gruppo di non aver informato gli investitori, durante la raccolta fondi, di un incidente causato dal sistema di assistenza alla guida dei vostri veicoli. Lo stesso anno, il gruppo annunciò che i suoi veicoli ancora in produzione sarebbero stati equipaggiati con un materiale compatibile con la guida autonoma al 100%. Intende sviluppare la sua parte di software negli anni 2017 e 2018. Anche nel 2016 il gruppo Tesla annuncia l’acquisizione della società di ingegneria tedesca Grohmann Engineering, per una figura non divulgata e con l’obiettivo di aumentare la propria capacità produttiva con l’automazione.

Quali sono le possibilità di Tesla in futuro?

Prima di prendere posizioni per il prezzo delle azioni Tesla Motors, potresti chiederti del futuro di questa azienda, che ha recentemente raccolto fondi significativi nei mercati finanziari. Per questo è importante concentrarsi sulla strategia aziendale stabilita dallo stesso Elon Musk.

Musk ha lanciato più di 10 anni fa il Master Plan, la cui strategia si basava soprattutto sulla democratizzazione dei veicoli elettrici, scommettendo sui benefici generati dai veicoli di fascia alta e che sarebbe poi servita a finanziare i segmenti inferiori. Tuttavia, Elon Musk ha recentemente annunciato al pubblico il Master Plan 2, che specifica agli investitori e alla stampa la linea prevista dal management per i prossimi anni.

La prima cosa che osserviamo di questo nuovo piano strategico è una gamma più diversificata di veicoli elettrici prodotti dal gruppo, soprattutto con SUV compatti individuali o veicoli pick-up. Guardiamo anche allo sviluppo e alla futura affermazione nel mercato di un camion, il Tesla Semi, nonché di un autobus elettrico.

A più lungo termine, il gruppo annuncia anche lo sviluppo di una gamma di veicoli autonomi, con l’uscita di una flotta di veicoli senza conducente e la possibilità di condividere i veicoli elettrici Tesla con altri utenti quando i loro proprietari non li utilizzano. Si segnala inoltre che l’acquisto della società Solar City, specializzata nell’installazione di pannelli solari e realizzata dai cugini di Elon Musk, garantisce una soluzione ideale per alimentare i progetti di energia solare del gruppo, di cui ha già parlato durante il comunicato. il Master Plan 1.

Tuttavia, ci chiediamo come verranno finanziati questi sviluppi e progetti. È il motivo per cui abbiamo assistito a un calo del prezzo delle azioni Tesla Motors al momento dell’annuncio del Master Plan 2. Analisti finanziari specializzati stimano, in effetti, che questi progetti potrebbero costare all’impresa quasi 3 miliardi di dollari. In questo modo si capisce meglio come la mancanza di dati sul finanziamento possa pesare sul morale degli investitori, che dubitano che possa realizzarsi. Pertanto, vale la pena tenere d’occhio se questo piano è fattibile a lungo termine. In primo luogo, logicamente è previsto un aumento dei costi della società e, quindi, una diminuzione della redditività, con ripercussioni per il titolo di borsa.

A parte i soldi necessari per realizzare i progetti citati nel piano strategico di Tesla Motors, soprattutto per quanto riguarda lo sviluppo di SUV e pick-up, che costerebbero all’azienda diverse centinaia di milioni di dollari a condizione di utilizzare componenti già utilizzati da altri costruttori, alcuni progetti sollevano anche dubbi sui tempi di completamento. E ‘proprio il caso della concezione dell’autocarro annunciata dal gruppo, che potrebbe richiedere dai 5 ai 9 anni, trovandosi così a dover fronteggiare una forte concorrenza da parte di costruttori specializzati in questo tipo di veicoli. Sebbene l’azienda venda solo i suoi veicoli elettrici come Model S, Model X e Model 3,

Fai previsioni per il prezzo delle azioni Tesla Motors

Per prevedere il prezzo delle azioni Tesla Motors, è sufficiente concentrarsi sugli indicatori giusti e seguire gli eventi che influenzano direttamente il mercato. Alcuni degli elementi a cui prestare attenzione sono:

  • indicatori tecnici come l’analisi delle tendenze;
  • la salute economica del settore automobilistico;
  • l’evoluzione della domanda da parte di individui e aziende;
  • lo sviluppo di nuove energie, e
  • il prezzo del petrolio .

Domande frequenti

Come viene distribuita la partecipazione del gruppo Tesla?

Attualmente, il gruppo Tesla è in parte di proprietà di alcuni grandi azionisti privati, come: Elon Musk, che possiede il 18,9% delle azioni, Public Investment Fund Private Equity, con il 9,18%, Baillie Gifford & Co, con il 7,46%, Capital Research & Management Co, con il 5,68%, The Vanguard Group Inc, con il 4,32%, Fidelity Management & Research, con il 2,77%, Jennison Associates, con il 2, 24%, BlackRock Fund Advisors con l’1,99%, Larry Ellison con l’1,66% e SSgA Funds Management Inc con l’1,63%.

Quali sono stati gli ultimi risultati di Tesla?

I risultati annuali di Tesla per il 2020 hanno mostrato un fatturato netto di quasi 721 milioni di dollari e un fatturato di 31,5 miliardi di dollari, con un aumento di oltre il 28% in un anno. Il suo margine operativo è stato del 6,3%, uno dei migliori nel settore automobilistico. Tesla ha venduto 499550 veicoli nel 2020 e ha persino registrato un record di vendite trimestrale nell’ultimo trimestre di quest’anno. Il gruppo prevede anche un aumento delle vendite del 50% nel 2021.

Qual è l’analisi più importante per studiare il prezzo di Tesla?

Per stabilire uno studio online completo del prezzo delle azioni Tesla, è necessario considerare diversi tipi di analisi. Tra questi c’è l’analisi fondamentale, che deve essere di qualità, basata sullo studio di elementi esterni, fattori e pubblicazioni importanti, e l’analisi tecnica, basata sullo studio dei grafici di borsa.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Analisi dei prezzi delle azioni Sanofi

Analisi dei prezzi delle azioni Sanofi

Analisi dei prezzi delle azioni Engie

Analisi dei prezzi delle azioni Engie