in

Analisi delle tendenze

L’analisi tecnica e grafica sarebbe inutile senza l’analisi delle tendenze. Infatti, individuando le tendenze più pronunciate del mercato e anticipando le tendenze future, è possibile stabilire strategie di investimento coerenti e quindi redditizie nel contesto della speculazione di borsa.  

Come eseguire un’analisi delle tendenze?

Gli elementi che si possono ricavare dall’analisi tecnica sono numerosi, ma ce n’è un tipo particolarmente interessante per determinare i punti strategici di entrata e di uscita nei mercati: i trend.

Per analizzare queste tendenze, esistono diversi metodi, ma tutte queste tecniche utilizzano grafici e indicatori molto precisi.

Indicatori di tendenza tecnici:

Un elenco di elementi utilizzati per analizzare le azioni e la loro evoluzione sul mercato azionario è chiamato “indicatore di tendenza”. Per ottenere questo indicatore è necessario utilizzare una formula matematica che tenga conto, per un dato periodo, sia del prezzo che del volume di scambio di un asset. Il risultato viene utilizzato per identificare la situazione del mercato e quindi per prelevarne i profitti.

I principali indicatori di tendenza valutano sia la velocità che la qualità del trend studiato al fine di determinarne la forza. Grazie a questa analisi si può quindi dedurre:

  • Situazioni di eccessi su e giù causati da vendite o acquisti a un prezzo eccessivo.
  • La forza o la debolezza della tendenza quando si utilizzano le divergenze.
  • La tendenza generale al rialzo o al ribasso del mercato.

Tuttavia, ci sono dei limiti all’uso di questi indicatori che a volte possono dare segnali contrastanti. Pertanto, è necessario scegliere con attenzione l’indicatore in base alla direzione precisa o meno in cui il mercato è registrato. Per questo motivo, è possibile distinguere indicatori di tendenza e oscillatori.

  • Gli indicatori che seguono le tendenze servono prima di tutto in un mercato che ha già una direzione precisa.
  • Gli oscillatori saranno preferiti quando si cerca di determinare i punti di svolta improvvisi del mercato.

Anticipa l’andamento di un titolo

Per anticipare l’andamento di un titolo e sfruttare questa previsione per prendere posizioni per comprare o vendere con i CFD, ed ottenere così profitti rapidi e sicuri, è fondamentale conoscere i fattori che influenzano l’evoluzione di questi trend.

Il contesto economico delle società che emettono azioni

La salute economica e finanziaria delle società che emettono azioni in borsa è fondamentale per analizzare l’andamento di queste ultime. Tuttavia, è anche importante tenere conto del contesto economico globale in cui si evolvono queste aziende. Diversi fattori, come decisioni politiche, fiscali o monetarie, possono influenzare il prezzo di alcuni titoli la cui società è minacciata o è in fase di rilancio.

Allo stesso modo, il prezzo delle principali valute sul Forex , e più precisamente la loro parità con il dollaro USA, può influenzare l’andamento al rialzo o al ribasso di un titolo in borsa. Le azioni di una società dell’Eurozona che effettua molte esportazioni potrebbero infatti vedere i propri margini diminuire a causa di un calo del prezzo del dollaro se i suoi costi di produzione sono indicati in euro. In tal caso, gli investitori venderanno le loro azioni in massa.

Infine, la situazione economica generale di un paese o di una zona economica influenza, ovviamente, il prezzo delle azioni di diverse società che compongono queste borse.

Le prospettive delle società che emettono le azioni

Una quota rappresenta l’azienda che la emette, quindi deve riflettere l’attuale salute economica della stessa. Tuttavia, l’offerta e la domanda sui mercati finanziari sono anche il risultato dell’anticipazione da parte degli investitori che cercano di prendere posizioni sulla base delle prospettive future di queste società. Questa anticipazione è possibile confrontando la capitalizzazione di mercato e il suo valore intrinseco, ma ci sono anche altri indicatori come il PER, che mettiamo a confronto con quello delle aziende concorrenti.

L’annuncio di un nuovo mercato o di una nuova innovazione futura è spesso l’occasione per i trader di anticipare i profitti futuri della società quotata. Pertanto, è possibile che il prezzo delle tue azioni aumenti a partire da questo annuncio e molto prima che il tuo investimento ritorni.

I seguenti indicatori di tendenza:

Pertanto, gli indicatori di trend following consentono in modo più specifico una stima della forza di un trend quando il mercato segue una direzione reale.

Tra gli indicatori di trend following più rilevanti ci sono i seguenti elementi. Alcuni di questi indicatori verranno descritti in dettaglio in un articolo separato.

  • Il MACD o Moving Average Convergence Divergence che utilizza le medie mobili.
  • Bande di Bollinger che utilizzano sia medie mobili che supporto e resistenza .
  • Il DMI o Directional Movment Index che permette di identificare l’andamento di un mercato e valutarne la potenza.
  • La parabolica SAR (Stop And Reversal) che identifica questa volta i punti di repentino cambiamento del mercato.

Oscillatori:

Gli oscillatori vengono utilizzati anche nell’analisi delle tendenze, ma questa volta consentono l’uso al di fuori di un’ovvia direzione del mercato. Si distinguono diversi tipi di oscillatori che utilizzano metodi diversi, tra cui:

  • Il Relative Strength Index o RSI (Relative Strength Index) che valuta la differenza tra trend rialzisti e ribassisti.
  • L’oscillatore stocastico che determina gli elementi di un acquisto o di una vendita di un determinato bene a un prezzo eccessivo.
  • % R di Williams, che misura la velocità di una tendenza e ne identifica i punti di cambiamento improvviso.
  • Momentum e ROC che valutano l’accelerazione e la decelerazione di un trend.
  • L’indice CCI o Commodity Chanel utilizzato nel mercato delle materie prime .
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Analisi del prezzo delle azioni Alcon

Analisi del prezzo delle azioni Alcon

Analisi del prezzo delle azioni del Grupo ING

Analisi del prezzo delle azioni del Grupo ING