in

Analisti Buy-Side vs Sell-Side: qual è la differenza?

Analisti Buy-Side vs. Sell-Side: una panoramica

Si è parlato molto dell ‘”analista di Wall Street”, come se fosse una descrizione uniforme del lavoro. In realtà, ci sono differenze significative tra analisti sell-side e buy-side . È vero, entrambi trascorrono gran parte della giornata alla ricerca di aziende e industrie nel tentativo di ostacolare i vincitori o i vinti. Su molti livelli fondamentali, tuttavia, i lavori sono abbastanza diversi.

PUNTI CHIAVE

  • Quando il sistema funziona come dovrebbe, sia gli analisti buy-side che quelli sell-side sono preziosi.
  • Gli acquirenti intelligenti si impegnano a capire rapidamente di chi possono fidarsi e su cui fare affidamento nella comunità del lato venditore.
  • Gli analisti sell-side dedicati possono in genere immergersi più a fondo degli analisti buy-side e apprendere davvero i dettagli di un settore.
  • Gli analisti sell-side in genere lavorano per intermediari, mentre gli analisti buy-side lavorano per fondi.

Analisti di vendita

Se hai mai guardato un programma di notizie finanziarie, probabilmente hai sentito il giornalista fare riferimento agli “analisti”. Questi analisti sono in genere analisti sell-side e si ritiene che forniscano un’opinione imparziale basata sulla ricerca proprietaria sui titoli di una società. 

In poche parole, il compito di un analista di ricerca lato vendita è seguire un elenco di società, tutte tipicamente nello stesso settore, e fornire rapporti di ricerca regolari ai clienti dell’azienda. Come parte di questo processo, l’analista in genere costruirà modelli per proiettare i risultati finanziari delle aziende, oltre a parlare con clienti, fornitori, concorrenti e altre fonti con conoscenza del settore.

Dal punto di vista del pubblico, il risultato finale del lavoro dell’analista è un rapporto di ricerca, una serie di stime finanziarie, un obiettivo di prezzo e una raccomandazione sulla performance attesa del titolo. Le stime derivate dai modelli di diversi analisti sell-side possono anche essere mediate insieme per ottenere un’unica aspettativa chiamata stima di consenso.

Le azioni possono muoversi, a breve termine, sulla base di un upgrade o di un downgrade degli analisti o in base al fatto che abbiano superato o meno le aspettative durante la stagione degli utili. In genere, se una società supera la stima di consenso, il prezzo delle sue azioni aumenterà, mentre si verifica il contrario se una società manca la stima. Tuttavia, non è sempre così.

Occasionalmente, gli analisti sell-side non riescono a rivedere le loro stime, ma le loro aspettative cambiano. A volte le notizie finanziarie faranno riferimento a un ” numero sussurro ” , che è una stima diversa dalla stima di consenso. Questo numero di sussurro diventa l’aspettativa di consenso più recente, sebbene non scritta.

Quando un analista “avvia” una copertura su un’azienda, di solito assegna un rating sotto forma di ” acquisto “, ” vendita ” o ” sospensione “. Questo rating è un segnale per la comunità degli investitori, che descrive come l’analista ritiene che il prezzo delle azioni si muoverà in un dato periodo di tempo. Il rating a volte può essere un riflesso del movimento azionario previsto e non un riflesso di come l’analista ritiene che la società si esibirà.

In pratica, il compito di un analista sell-side è convincere i clienti istituzionali a dirigere il loro trading attraverso il trading desk della società dell’analista, e il lavoro riguarda principalmente il marketing. Al fine di catturare i ricavi di trading, l’analista deve essere visto dal lato acquirente come fornire servizi preziosi. Le informazioni sono chiaramente preziose e alcuni analisti cercheranno costantemente nuove informazioni o punti di vista proprietari sul settore. Poiché a nessuno interessa la terza iterazione della stessa storia, c’è un’enorme quantità di pressione per essere il primo al cliente con informazioni nuove e diverse.

Naturalmente, questo non è l’unico modo per distinguersi dai clienti. Gli investitori istituzionali apprezzano gli incontri one-to-one con la direzione aziendale e premieranno gli analisti che organizzano tali incontri. Ad un livello molto cinico, ci sono momenti in cui il lavoro di un analista sell-side è molto simile a quello di un agente di viaggio costoso.

A complicare le cose è il fatto che le aziende limiteranno spesso l’accesso al management a quegli analisti che non tengono la loro linea, mettendo gli analisti nella scomoda posizione di dare alla Street notizie e opinioni utili (che possono essere negative) e mantenendo rapporti cordiali con il management aziendale . L’investment banking è un’enorme fonte di profitto per le banche e se un analista formula una raccomandazione negativa, il lato dell’investment banking dell’attività potrebbe perdere quel cliente.

Gli analisti cercano anche di creare reti di esperti su cui fare affidamento per un flusso costante di informazioni; dopotutto, è ovvio che una comprensione più profonda di un mercato o di un prodotto consentirà chiamate differenziate.

Molte di queste informazioni vengono digerite e analizzate – non raggiungono mai effettivamente la pagina pubblica – e gli investitori prudenti potrebbero non necessariamente presumere che la parola stampata di un analista sia il loro vero sentimento per un’azienda. Piuttosto, è nelle conversazioni private con il lato acquirente (conversazioni che occupano gran parte della giornata di un analista) che si immagina che la vera verità venga fuori.

Analisti Buy-Side

In contrasto con la posizione dell’analista sell-side, il lavoro di un analista buy-side è molto più di avere ragione; è fondamentale avvantaggiare il fondo con idee ad alto alfa, così come evitare errori gravi. In effetti, evitare il negativo è spesso una parte fondamentale del lavoro dell’analista lato acquirente, e molti analisti perseguono il loro lavoro dalla mentalità di capire cosa può andare storto con un’idea.

Nella quotidianità, i lavori non sembrano poi così diversi. Gli analisti del lato venditore leggeranno le notizie (sebbene più di queste provengano da analisti del lato venditore di quanto leggerebbe l’analista del lato venditore), rintracceranno le informazioni, costruiranno modelli e si occuperanno comunque di cercare di approfondire la loro conoscenza sul loro area di responsabilità, il tutto con l’obiettivo di fornire i migliori consigli sulle scorte.

Sebbene le istituzioni più grandi avranno i loro analisti assegnati in modo simile agli analisti sell-side, gli analisti buy-side, in generale, hanno responsabilità di copertura più ampie. Non è raro che i fondi abbiano analisti che coprono il settore tecnologico o il settore industriale, mentre la maggior parte delle aziende sell-side avrebbe diversi analisti che coprono particolari settori all’interno di quei settori (come software, semiconduttori, ecc.).

Mentre molti analisti sell-side cercano di dedicare gran parte del loro tempo a trovare le migliori fonti di informazioni sul loro settore, molti analisti buy-side passano quel tempo cercando di individuare gli analisti sell-side più utili. Questo non vuol dire che molti analisti buy-side non facciano le proprie ricerche proprietarie (i bravi lo fanno sempre); significa solo che c’è un valore significativo per un analista lato acquirente nello sviluppo di un elenco di analisti di riferimento nel proprio spazio. 

Le aziende buy-side di solito non pagano o acquistano la ricerca sell-side a titolo definitivo, ma spesso sono indirettamente responsabili del compenso di un analista sell-side. Di solito, l’impresa lato acquirente paga  soft dollari  all’impresa lato venditore, che è un modo indiretto di pagare per la ricerca. I dollari morbidi possono essere pensati come denaro extra pagato quando gli scambi vengono effettuati tramite le società di vendita.

In sostanza, la ricerca degli analisti sell-side indirizza l’azienda buy-side a fare scambi attraverso il proprio dipartimento commerciale, creando profitto per l’azienda sell-side. Inoltre, gli analisti buy-side spesso hanno voce in capitolo sul modo in cui le negoziazioni sono dirette dalla loro azienda, e questa è abbastanza spesso una componente chiave della compensazione degli analisti sell-side.

Differenze chiave

Sebbene sia gli analisti di vendita che quelli di acquisto siano incaricati di seguire e valutare le azioni, ci sono molte differenze tra i due lavori.

Sul fronte della compensazione, gli analisti sell-side spesso guadagnano di più, ma la gamma è ampia, e gli analisti buy-side di fondi di successo (in particolare hedge fund) possono fare molto meglio. Le condizioni di lavoro si inclinano probabilmente a favore degli analisti buy-side; Gli analisti sell-side sono spesso in viaggio e spesso lavorano più ore, sebbene l’analisi buy-side sia probabilmente un lavoro con maggiore pressione.

Come potrebbero suggerire le descrizioni del lavoro, ci sono differenze significative in ciò che questi analisti sono realmente pagati per fare. Parlando in modo realistico, gli analisti sell-side sono pagati in gran parte per il flusso di informazioni e per accedere alla gestione (e / o a fonti di informazioni di alta qualità). La compensazione per gli analisti buy-side dipende molto più dalla qualità delle raccomandazioni che l’analista fa e dal successo complessivo del fondo (i).

I due lavori differiscono anche per il ruolo svolto dalla precisione. Contrariamente a quanto si aspettano molti investitori, buoni modelli e stime finanziarie hanno meno peso per il ruolo di un analista lato vendita, ma possono essere fondamentali per l’analista lato acquisto. Allo stesso modo, gli obiettivi di prezzo e le chiamate di acquisto / vendita / sospensione non sono così importanti per gli analisti sell-side come potrebbero sembrare alcuni media finanziari. In effetti, gli analisti possono essere al di sotto della media quando si tratta di modellazione o selezione di titoli, ma continuano a fare bene fintanto che forniscono informazioni utili.

D’altra parte, un analista buy-side di solito non può permettersi di sbagliare spesso, o almeno non in misura tale da influire in modo significativo sulla performance relativa del fondo.

Anche gli analisti buy-side e sell-side devono rispettare regole e standard diversi. Allo stesso modo, gli analisti buy-side in genere godono di regole meno restrittive sulla proprietà azionaria, sulla divulgazione e sull’occupazione esterna, almeno per quanto riguarda le autorità di regolamentazione (i singoli datori di lavoro hanno regole diverse riguardo a queste pratiche).

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
La guida Investopedia per guardare i “miliardi”

La guida Investopedia per guardare i “miliardi”

Mercato monetario vs. Mercato dei capitali: qual è la differenza?

Mercato monetario vs. Mercato dei capitali: qual è la differenza?