in

Banca centrale europea: guida completa

  • Cos’è la Banca centrale europea?
  • Come funziona la Banca centrale europea?
  • Struttura della Banca centrale europea
  • Funzioni della Banca centrale europea
  • La BCE in analisi fondamentale
  • Come negoziare con le decisioni della BCE?

Dalla caduta del Sacro Romano Impero, gli intellettuali europei hanno sognato la coalescenza delle nazioni europee per prosperare insieme in un’unica confederazione.

I primi segnali della sua realizzazione è venuto nei primi anni del 20 ° si sono formati secolo, che ha segnato un’epoca storica di molte unioni economiche, politiche e scientifiche, alcune con i trattati e un po ‘con le guerre.

L’Unione europea è stata formalmente istituita nel 1993 per standardizzare alcuni sistemi giuridici e creare un mercato interno. Nel 1998 è stata raggiunta un’unione monetaria, anche se ha avuto pieno effetto nel 2002, quando 12 membri hanno iniziato a utilizzare l’euro come moneta unica.

Vedi un’opportunità di trading? Apri un account adesso!

Cos’è la Banca centrale europea?

La Banca centrale europea (BCE) è la principale istituzione monetaria dell’Unione europea (UE), che governa la valuta euro (EUR) e gli affari monetari e finanziari nella regione. È stato istituito il 1 giugno 1998 come una delle sette istituzioni dell’UE concordate nel trattato di Amsterdam.

L’Unione Europea è composta da 27 Stati membri che accettano di condividere sistemi legali ed economici interni comuni.

19 dei paesi dell’UE accettano l’euro come valuta nazionale e sono noti collettivamente come la zona euro .

Le politiche e le decisioni monetarie della BCE governano direttamente i paesi della zona euro, influenzando marginalmente le questioni monetarie nei paesi non euro. Le sue funzioni principali sono l’emissione di euro, garantire la stabilità dei prezzi nella zona euro e creare e condurre politiche monetarie e finanziarie per l’UE.

La BCE ha sede a Francoforte, in Germania. Il consiglio direttivo della BCE è composto dai governatori delle banche centrali dei 19 stati della zona euro e da sei membri del consiglio esecutivo.

Indipendentemente da qualsiasi influenza politica o commerciale, la BCE è disciplinata dalle leggi dell’UE e ritenuta responsabile attraverso audizioni pubbliche con i membri del Parlamento europeo.

Come funziona la Banca centrale europea?

Considerando le differenze di dimensioni e le variazioni di attività delle economie della zona euro, tutte le operazioni della Banca centrale europea ruotano attorno al principio di stabilità dei prezzi . Le principali responsabilità della BCE sono:

  • Emissione di euro e fissazione dei tassi di interesse della BCE
  • Creazione di una politica monetaria regionale per mantenere la stabilità dei prezzi in tutta la zona euro
  • Supervisionare le operazioni bancarie e altre operazioni finanziarie nell’Unione europea
  • Assistere gli Stati membri nelle loro politiche economiche in congruenza con gli obiettivi dell’UE
  • Sostenere l’occupazione e gli sforzi di crescita economica in tutta la regione

Struttura della Banca centrale europea

La struttura della Banca centrale europea assomiglia a un parlamento nazionale in quanto è composta da diversi organi per proporre, decretare e attuare decisioni.

  • Consiglio di vigilanza: svolge i compiti di vigilanza della banca, come il monitoraggio dei livelli di inflazione, e propone decisioni in conformità con la politica monetaria
  • Consiglio direttivo: il principale organo decisionale della BCE, che decreta le decisioni proposte dal Consiglio di vigilanza
  • Comitato esecutivo: attua le decisioni approvate dal Consiglio direttivo e trasmette le decisioni operative alle banche centrali nazionali degli Stati membri

Il presidente della BCE e gli altri membri del comitato esecutivo sono nominati dal consiglio direttivo con l’approvazione del Parlamento europeo. La banca ha anche un Consiglio Generale che assiste i paesi membri nella loro transizione verso l’euro. Una volta che tutti i membri dell’UE avranno adottato la valuta regionale, il consiglio verrà chiuso.

Inoltre, tutti i membri dell’UE contribuiscono con capitali alla BCE in base alla loro popolazione e al PIL, sebbene i paesi non appartenenti all’Euro siano tenuti a pagare di meno. In quanto tale, ogni membro dell’UE detiene azioni della BCE come azionisti di una società, ma le azioni non sono trasferibili né possono essere utilizzate come garanzia.

Funzioni della Banca centrale europea

Il mandato della Banca centrale europea amministra l’economia dell’Eurosistema e i mercati dell’UE. Governa il valore dell’euro, assicura la stabilità dei prezzi nei mercati regionali e crea un ambiente per la crescita economica.

La politica monetaria della BCE delinea gli obiettivi per l’economia dell’Eurosistema e guida la banca nella valutazione del bilancio e nel prendere decisioni per mettere a punto il processo di crescita.

Il bilancio della BCE è costituito dall’offerta di moneta circolante, dalle riserve detenute dalle banche centrali nazionali (BCN) e da altre istituzioni finanziarie private e dalle richieste di capitale dell’Eurosistema da parte degli enti creditizi.

Conformemente al principio di stabilità dei prezzi, gli obiettivi di politica monetaria della BCE mirano a mantenere il livello di inflazione regionale intorno al 2% o al di sotto. Viene misurato con l’ indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) , che è la formula di inflazione comune utilizzata da tutti i paesi dell’UE. Se i livelli di inflazione sono fuori dal segno, la banca può intervenire nell’Eurosistema utilizzando tassi di interesse, strutture permanenti, operazioni di mercato aperto e requisiti di riserva minima .

La Banca centrale europea in analisi fondamentale

In qualità di unico emittente dell’euro, la Banca centrale europea ha il pieno controllo sulla forza della valuta e l’influenza diretta sulle economie della zona euro. La riunione della BCE per la politica monetaria si tiene ogni sei settimane. In queste riunioni, il Consiglio direttivo valuta le condizioni economiche regionali, prende la decisione sui tassi della BCE e pianifica altri interventi economici, se necessario.

Il principale strumento di intervento economico utilizzato dalla banca centrale regionale è il tasso di interesse della BCE. Quando i tassi della BCE vengono aumentati o ridotti, i tassi di interesse applicati nelle transazioni tra la BCE, le BCN e le istituzioni finanziarie vengono modificati di conseguenza. A loro volta, i prestiti al consumo e alle imprese diventano più o meno costosi, spostando così i livelli della domanda e influenzando l’inflazione.

Aumento del tasso di interesse della BCE

Quando l’economia dell’UE è fiorente, la rapida inflazione dei prezzi può rendere il livello di reddito e salario insufficiente per mantenere il tenore di vita. Pertanto, le richieste salariali aumenterebbero a livelli insostenibili e porterebbero a una disoccupazione su larga scala. La BCE può tenere sotto controllo l’inflazione aumentando i tassi di interesse, il che renderebbe i prestiti più costosi e diminuirebbe la liquidità disponibile in circolazione. A sua volta, la domanda economica rallenterà e costringerà i venditori a ridurre i prezzi.

Tassi di interesse più elevati renderebbero gli investimenti in euro più redditizi e aggiungerebbero valore alla valuta rispetto alle sue controparti. Opzioni di investimento più sicure come conti di risparmio e obbligazioni dei paesi dell’UE offriranno rendimenti più elevati. In quanto tali, attirerebbero capitali dai mercati azionari più rischiosi in cui le società stanno sostenendo costi ora più elevati per i prestiti aziendali e potrebbero subire minori profitti dalla minore attività di consumo.

Taglio del tasso di interesse della BCE

In tempi di stagnazione o recessione, la BCE può tagliare i tassi di interesse per stimolare l’economia dell’UE. Sia i cittadini che le aziende sarebbero incoraggiati dalla disponibilità di denaro contante conveniente e ottenere prestiti per acquistare nuovi articoli e fare nuovi investimenti. Le imprese amplierebbero le loro operazioni ampliando la forza lavoro e diminuendo il tasso di disoccupazione. A loro volta, le persone avranno la fiducia necessaria per spendere e contribuire all’economia della domanda.

I tassi di interesse più bassi, tuttavia, rendono l’euro più economico e lo fanno perdere valore sui mercati dei cambi. Gli investimenti vincolanti per il capitale diventano meno attraenti e gli investitori cercheranno di ottenere una fetta dei crescenti profitti aziendali investendo nelle azioni e negli indici dell’UE.

Come negoziare con le decisioni della Banca centrale europea?

La sfera di influenza della Banca centrale europea comprende alcuni dei più grandi mercati finanziari del mondo come Germania, Francia e Italia.

Le decisioni sui tassi di interesse della BCE hanno un impatto diretto sulle coppie di valute come EUR / USD e EUR / GBP; Azioni e indici tedeschi come Adidas, Bayer e DAX 30; e azioni e indici francesi come Carrefour, Peugeot e CAC 40.

Le riunioni della banca centrale della BCE si tengono otto volte all’anno. Gli operatori del mercato che utilizzano la strategia di trading di notizie per il trading di coppie di valute sul Forex e CFD su azioni europee seguono da vicino ogni occasione. L’andamento dei prezzi che si manifesta nelle ore precedenti la riunione riflette le decisioni della BCE attese dagli investitori.

Alla fine di ogni riunione sui tassi di interesse della BCE, la banca informa il pubblico della decisione sui tassi della BCE con un annuncio ufficiale.

Subito dopo, il presidente della BCE tiene una conferenza stampa per spiegare le ragioni alla base delle decisioni e per fornire approfondimenti sulla loro prospettiva sul futuro dell’economia della zona euro.

Vengono pubblicati anche i verbali delle riunioni della BCE, ma non contengono i voti aggressivi o accomodanti dei membri del Consiglio direttivo.

In condizioni economiche normali, se la BCE decide di aumentare i tassi di interesse come previsto dai mercati, l’EUR guadagnerà valore nelle coppie di valute, mentre le azioni e gli indici europei calerebbero.

Il comportamento di mercato opposto si verificherà se un taglio dei tassi di interesse viene deciso in linea con le previsioni.

Tuttavia, in condizioni economiche estreme come la recessione o situazioni incontrollabili come le pandemie, la BCE può prendere decisioni di emergenza che sono incongruenti con la politica monetaria ei mercati reagirebbero in linea con le misure di controllo previste.

Le decisioni della BCE sui tassi di interesse sono tra i più forti fattori di movimento del mercato per gli asset europei, ma l’impatto diventa ancora più profondo quando la banca coglie i mercati di sorpresa.

Gli investitori spesso si sintonizzano sulla conferenza stampa della BCE e leggono i verbali delle riunioni della BCE per ottenere maggiori informazioni su come il Consiglio direttivo vede il futuro dell’economia e prende le loro posizioni di conseguenza. Qualsiasi segnale di decisioni potenzialmente drammatiche in futuro può causare una volatilità ancora maggiore negli asset europei.

Negoziazione degli eventi della Banca centrale europea con AvaTrade

Il Consiglio direttivo della BCE prende decisioni sui tassi di interesse solo otto volte all’anno. Questi rari eventi di mercato sono programmati in anticipo e generano numerose opportunità di trading ad alto rischio e ad alto rendimento.

Controllare i rapporti HIPC e rivedere i verbali delle riunioni della BCE può aiutare a preparare il portafoglio per gli aumenti o i tagli dei tassi di interesse ufficiali della BCE. La strategia di day trading per le decisioni sui tassi della BCE può essere ulteriormente migliorata utilizzando l’assistenza professionale di AvaTrade e strumenti di analisi avanzati.

  • Programma degli eventi della BCE: scopri il programma delle decisioni sui tassi di interesse della BCE e di altri incontri nel calendario economico di AvaTrade.
  • Scambia qualsiasi decisione: diverse condizioni economiche, diverse decisioni in materia di interessi, diverse reazioni del mercato; con il trading di CFD, puoi adattarti a tutti i mercati con posizioni lunghe e corte.
  • Asset europei più popolari: scambia coppie di valute EUR / USD ed EUR / GBP, azioni tedesche e francesi e gli importanti indici dell’UE con spread ridotti e rapporti di leva elevati.
  • Gestione del rischio dall’alto verso il basso: come la BCE che gestisce i rischi dell’economia dell’UE, puoi coprire i rischi nella tua strategia di trading sugli eventi della BCE utilizzando il nostro strumento proprietario AvaProtect.
  • Traders Without Borders: scarica la nostra app di trading mobile AvaTradeGO per superare tutti i confini di tempo e località e non perdere mai un’opportunità di mercato fornita dalla BCE.
  • Supporto multiculturale: mettiti in contatto con il team di assistenza clienti multilingue di AvaTrade e ricevi supporto per gli eventi della BCE e tutte le altre questioni tramite telefono, chat ed e-mail.

I paesi europei hanno delegato con fiducia i propri affari monetari e finanziari agli esperti della Banca centrale europea. Ogni decisione sui tassi di interesse da parte della BCE ha un forte impatto sull’euro e su altre attività europee.

Ora che sai come agisce la BCE e come può influenzare i mercati, combina le tue conoscenze con gli strumenti rivoluzionari di AvaTrade e inizia a prosperare nella secolare cultura della ricchezza degli europei.

FAQ principali della Banca centrale europea

  • In che modo la decisione sui tassi di interesse della BCE influisce tipicamente sui mercati?

    Ogni volta che la BCE annuncia la propria politica monetaria a termine e la decisione sui tassi di interesse, c’è un’opportunità per negoziare sui mercati. Ciò è dovuto a diversi cambiamenti tipici che si verificano a seguito della decisione sui tassi di interesse e al ragionamento della BCE in quel momento sulla sua politica monetaria. Uno degli effetti più comuni è l’aumento della volatilità nei mercati. Non è insolito vedere la coppia EUR / USD muoversi di oltre 100 pips, ea volte oscillerà così tanto in ogni direzione. Anche la speculazione sul trading in genere aumenta, con un volume superiore al solito. Uno svantaggio da cercare è l’aumento degli spread, che è anche il risultato della volatilità del mercato durante questo periodo.

     
  • Perché la BCE modifica i tassi di interesse?

    Ci sono due ragioni principali per cui la BCE apporta modifiche ai tassi di interesse nella zona euro. Questi sono per aumentare o diminuire l’inflazione nella regione e sostenere la crescita economica nella regione. Quando la BCE alza i tassi di interesse, può limitare la domanda di prestiti e questa riduzione della domanda in effetti può aiutare a mantenere l’inflazione in aumento. Quando la BCE abbassa i tassi di interesse, può stimolare la crescita nella zona euro e nei paesi che la compongono, rendendo il denaro più accessibile alle imprese.

     
  • In che modo la decisione sui tassi di interesse della BCE influisce sui mercati azionari?

    Proprio come la volatilità osservata nei mercati valutari, i mercati azionari possono anche sperimentare una buona dose di volatilità intorno al rilascio dei tassi di interesse della BCE e della politica monetaria che può portare a opportunità di trading. Poiché i tassi di interesse hanno un impatto diretto sui prestiti alle imprese e sulla crescita economica nella zona euro, hanno anche un forte impatto sulle azioni. Ciò è particolarmente vero per i titoli del settore finanziario come le banche, sebbene il settore industriale possa anche vedere forti movimenti a seguito delle decisioni sui tassi di interesse.

     

Vedi un’opportunità di trading? Apri un account adesso!

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Engineers India Ltd- Analisi delle scorte

Engineers India Ltd- Analisi delle scorte

I migliori libri per investire

I migliori libri per investire