in

Banca d’Inghilterra: guida completa

  • Cos’è la Bank of England?
  • Come funziona la Banca d’Inghilterra?
  • Struttura della Banca d’Inghilterra
  • Funzioni della Banca d’Inghilterra
  • La BoE nell’analisi fondamentale
  • Come fare trading sulle decisioni della BoE?

“L’impero su cui il sole non tramonta mai” è più di una rappresentazione figurativa della gloria del Regno Unito, ma anche una verità letterale.

Incarnato nel XVI secolo, l’Impero Britannico aveva un tempo il controllo di un quarto del pianeta e il sole non smetteva mai di splendere sui suoi territori che si estendevano dall’Australia al Canada.

In oltre 400 gloriosi anni, gli inglesi hanno raccolto un’enorme ricchezza da ogni parte del mondo e l’hanno portata in patria. E la famiglia reale britannica si fida della Banca d’Inghilterra per detenere e gestire la ricchezza della nazione e la propria dal 1694.

Vedi un’opportunità di trading? Apri un account adesso!

Cos’è la Bank of England?

La Bank of England (BoE) è la banca centrale del Regno Unito e serve il governo del Regno Unito come istituto bancario ufficiale per gli affari monetari. Gli uffici centrali della BoE sono a Threadneedle, nel quartiere finanziario di Londra, che è anche la base del suo soprannome, ” la vecchia signora di Threadneedle Street”.

La Banca d’Inghilterra è l’ottava banca più antica del mondo e un modello strutturale per la maggior parte delle banche centrali di tutto il mondo.

È stata fondata nel 1694 come entità privata ed è rimasta privata per 250 anni fino a quando non è stata nazionalizzata nel 1946. Nel 1998, la BoE si è evoluta fino a diventare un’organizzazione pubblica indipendente interamente di proprietà del Treasury Solicitor.

Inoltre, la Banca d’Inghilterra funge da custode ufficiale dell’oro del Regno Unito e di altre banche centrali in tutto il mondo. I caveau d’oro della banca contengono circa 400.000 lingotti d’oro che valgono più di 200 miliardi di sterline e rappresentano circa il 3% di tutto l’oro estratto nella storia.

Come funziona la Banca d’Inghilterra?

In qualità di massima autorità monetaria e finanziaria del Regno Unito, la Banca d’Inghilterra assume il ruolo di salvaguardare il benessere dell’economia britannica e del sistema finanziario. Le responsabilità principali della BoE sono:

  • Supervisionare la salute economica nazionale
  • Emissione di banconote, impostazione dei tassi di interesse e determinazione del valore della sterlina britannica (GBP)
  • Pianificazione ed esecuzione della politica monetaria in linea con le politiche economiche del governo
  • Attuare interventi economici per gestire la crescita economica
  • Regolamentazione e garanzia dell’integrità di banche, istituzioni finanziarie e mercati finanziari
  • Agendo come prestatore di ultima istanza in materia finanziaria
  • Custodia delle riserve auree nel Regno Unito

Struttura della Banca d’Inghilterra

La struttura gerarchica della Banca d’Inghilterra è composta dal Governatore, dalla Corte dei direttori e da alcuni sottocomitati.

Il Governatore della BoE è selezionato all’interno della banca, ricopre la posizione esecutiva più alta e partecipa a tutti i comitati. Il Court of Directors è il principale organo amministrativo e sovrintende alle operazioni, alle strategie e all’allocazione delle risorse della banca. Tra i sottocomitati di spicco:

  • Il Comitato di politica monetaria (MPC) attua la politica monetaria e fissa i tassi di interesse
  • Il Comitato per la politica finanziaria (FPC) garantisce la stabilità del sistema finanziario
  • Prudential Regulation Authority (PRA) regola il settore finanziario

Funzioni della Banca d’Inghilterra

La funzione principale della Banca d’Inghilterra è garantire e mantenere la stabilità finanziaria e la stabilità monetaria . La stabilità finanziaria si ottiene grazie alla cooperazione tra FPC e PRA, mentre la stabilità monetaria è di responsabilità del MPC.

Stabilità finanziaria

L’FPC si impegna a mantenere la salute operativa del sistema finanziario nazionale identificando i rischi sistemici e sostenendo la politica economica del governo. D’altra parte, il PRA regola banche, istituzioni finanziarie e mercati finanziari per garantire l’integrità e l’equità dei servizi finanziari forniti ai consumatori britannici.

Stabilità monetaria

La responsabilità del MPC per la stabilità monetaria implica il mantenimento di prezzi stabili nell’economia e il controllo del valore GBP. Raggiunge gli obiettivi pianificando la politica monetaria del paese, fissando i tassi di interesse del Regno Unito e intervenendo sull’economia quando suona il campanello d’allarme.

Il comitato di nove membri è guidato dal governatore e comprende tre vice governatori, il capo economista della BoE e altri quattro membri non esecutivi. Ogni membro dispone di un voto di parità e le decisioni sono finalizzate a maggioranza semplice dei voti.

Il MPC ha piena autonomia sulla politica monetaria, sebbene la politica economica del governo sia spesso presa in considerazione per la coerenza strategica. Tuttavia, l’autonomia del comitato sui tassi di interesse è limitata dal Tesoro, che ha il potere di imporre al MPC di prendere decisioni specifiche, se necessario.

La Banca d’Inghilterra in analisi fondamentale

L’influenza della BoE sull’economia del Regno Unito si basa principalmente sulle decisioni sui tassi di interesse e su altri interventi economici del Comitato di politica monetaria. Il comitato si riunisce otto volte all’anno per valutare la performance economica alla luce degli obiettivi di politica monetaria per il prodotto interno lordo (PIL), il livello di inflazione e il tasso di disoccupazione. 

Quando le cifre sono fuori bersaglio, in positivo o in negativo, il MPC può utilizzare gli strumenti a sua disposizione per riportare l’economia in carreggiata. Gli strumenti principali dell’MPC sono le decisioni sui tassi di interesse, le strutture per l’acquisto di attività e i requisiti di riserva minima. Ogni strumento mira a modificare l’offerta di moneta in circolazione, influenzando notevolmente il valore della sterlina britannica e di altri beni del Regno Unito.

Aumento del tasso di interesse della BoE

Quando l’economia del Regno Unito sta andando troppo bene, l’aumento dell’inflazione può causare disoccupazione a causa delle elevate richieste salariali dei dipendenti e portare a una riduzione della spesa dei consumatori. Il MPC può adottare un atteggiamento da falco e rallentare la crescita con un aumento dei tassi di interesse, che aggiungerebbe valore alla GBP.

Tassi di interesse più elevati aumenterebbero i rendimenti di titoli relativamente passivi come risparmi, obbligazioni e Gilt britannici, il che incoraggerebbe gli investitori a reindirizzare il proprio capitale attivo da attività più rischiose. Allo stesso tempo, l’onere dei prestiti scoraggerebbe le persone dall’aggiungere più liquidità all’economia, riducendo così la domanda e rallentando l’inflazione.

Taglio dei tassi di interesse della BoE

In uno scenario opposto, quando l’economia è sottoperformante, la BoE può utilizzare stimoli come tagli dei tassi di interesse e programmi di acquisto di asset. La riduzione dei tassi di interesse consentirebbe alle persone di prestare e contribuire all’economia di consumo, incoraggiando le imprese a fare più investimenti e aumentare l’occupazione.

Tassi di interesse più bassi attirerebbero anche capitali passivi sui mercati azionari. Gli investitori si aspetterebbero che le società espandano le loro operazioni commerciali e aumentino la produzione. Alla fine, la redditività delle società aumenterebbe e produrrebbe dividendi in azioni più elevati.

Come negoziare con le decisioni della Banca d’Inghilterra?

Le decisioni sui tassi di interesse della Banca d’Inghilterra da parte dell’MPC hanno forti implicazioni sui valori della sterlina britannica, sulle azioni negoziate alla Borsa di Londra (LSE) e sui titoli di stato del Regno Unito.

Quindi, le riunioni della banca centrale della BoE sono anticipate con impazienza dagli strateghi del trading di notizie nei mercati finanziari e le turbolenze del mercato sono osservabili nelle tendenze dei prezzi fino all’inizio della riunione.

A conclusione di un incontro, la banca annuncia le decisioni con un comunicato ufficiale. Il Governatore della BoE tiene una conferenza stampa per spiegare le prospettive economiche della banca e il ragionamento alla base delle loro decisioni.

Viene anche pubblicato il verbale della riunione, che contiene le discussioni dei membri del MPC e fornisce informazioni su ciò che si aspettano che accada nel prossimo futuro.

Se la BoE decide di diminuire i tassi di interesse, in congruenza con le previsioni degli analisti, il GBP e le obbligazioni perderanno valore, mentre le azioni del Regno Unito e, eventualmente, le materie prime saliranno.

Se alzano i tassi di interesse, il GBP guadagnerà valore rispetto ad altre valute, le obbligazioni aumenteranno e le azioni scenderanno.

Tuttavia, in circostanze economiche anormali come la recessione, la reazione del mercato dipenderà dalle aspettative nei confronti delle misure che la BoE potrebbe adottare.

Le reazioni estremamente volatili di solito si verificano quando il sentiment del mercato cambia drasticamente a causa di uno sviluppo a sorpresa. Il sentimento è spesso influenzato dagli indizi nei verbali delle riunioni e nella conferenza stampa più che dalle decisioni effettive.

I grandi investitori basano i loro investimenti a lungo termine su come la BoE (e, quindi, loro) pensa che il futuro si plasmerà per l’economia britannica e assumerà posizioni di conseguenza.

Pertanto, quando la BoE coglie di sorpresa gli investitori, gli asset del Regno Unito subiscono ampi movimenti di prezzo, che creano molte opportunità ad alto rischio e ad alto rendimento.

Negoziazione degli eventi della Banca d’Inghilterra con AvaTrade

Il Comitato di politica monetaria della BoE si riunisce otto volte all’anno per prendere decisioni sui tassi di interesse, ogni evento può essere d’oro come le riserve di metalli preziosi della banca. Seguire gli indicatori economici monitorati dal MPC e svolgere un’analisi fondamentale approfondita può rivelare i potenziali aumenti e tagli dei tassi di interesse della BoE.

Con il supporto professionale di un broker come AvaTrade, puoi sfruttare le opportunità che derivano dalle riunioni della banca centrale della Banca d’Inghilterra.

  • Programma degli eventi BoE: controlla il calendario economico di AvaTrade per conoscere l’ora e la data del prossimo evento BoE e contrassegnalo sul tuo calendario.
  • Una ricca selezione di asset del Regno Unito: scambia coppie di valute GBP / USD e asset britannici come azioni Barclays, azioni Vodafone e indice FTSE 100 con ottime condizioni di trading.
  • Preparati a tutto: come broker CFD, AvaTrade consente di fare trading in entrambe le direzioni del prezzo con posizioni Long e Short e senza doverle acquistare fisicamente!
  • Gestisci il rischio con fiducia: proteggi le tue posizioni dalla volatilità durante le decisioni sui tassi di interesse della BoE utilizzando la funzione di gestione del rischio di AvaTrade, AvaProtect.
  • Negozia in tutti i territori: scarica AvaTradeGO, la nostra applicazione di trading mobile, per negoziare i titoli britannici man mano che accadono gli eventi, indipendentemente dall’ora o dalla tua posizione.
  • Never Walk Alone: ​​il nostro pluripremiato team di assistenza clienti è pronto ad assisterti per gli eventi BoE e tutte le altre questioni in più lingue tramite chat, e-mail e telefono.

La famiglia reale si fida della Banca d’Inghilterra per la sua ricchezza e gli affari monetari. Ora che sai come la BoE si prende cura dell’economia e come le decisioni sui tassi di interesse MPC influenzano il valore della GBP e di altri asset britannici, preparati con gli strumenti di trading all’avanguardia di AvaTrade e inizia a fare trading con fiducia!

Principali FAQ della Banca d’Inghilterra

  • Chi possiede la Banca d’Inghilterra?

    Alcune persone credono che la Banca d’Inghilterra sia di proprietà della famiglia reale, ma non è vero. Non è nemmeno vero che la Banca d’Inghilterra sia di proprietà di qualche gruppo di privati ​​o che sia una società per azioni. Allora chi possiede la Banca d’Inghilterra allora? Fino al 1946 la Banca d’Inghilterra era una società per azioni, con azioni in circolazione di proprietà di privati ​​cittadini. Quando la Banca fu nazionalizzata nel 1946, c’erano circa 17.000 azionisti, sebbene meno di un terzo di loro possedesse più di 1.000 sterline di azioni. Oggi la banca centrale è interamente di proprietà del governo del Regno Unito, in particolare dal Ministero del Tesoro. Tuttavia la Banca d’Inghilterra rimane indipendente e libera dall’influenza del governo.

     
  • Come funziona la Banca d’Inghilterra?

    In qualità di banca centrale del Regno Unito, la Banca d’Inghilterra svolge diverse funzioni necessarie per il funzionamento economico del paese. Queste funzioni includono la creazione di valuta, la regolamentazione del settore bancario, il mantenimento di prezzi stabili e l’incoraggiamento della crescita economica. Svolgono queste funzioni spostando i tassi di interesse su e giù per incoraggiare o scoraggiare l’inflazione e la crescita, stampando valuta fisica e creando regolamenti che dicono alle banche commerciali del Regno Unito come svolgere le loro funzioni.

     
  • Qual è il vantaggio di avere la Banca d’Inghilterra?

    Sebbene non sia la funzione primaria della banca centrale, uno dei motivi più importanti per avere la banca centrale è che funge da prestatore di ultima istanza. Se vuoi un prestito vai in banca, ma dove va una banca quando ha bisogno di un prestito. Alla banca centrale ovviamente, e nel caso del Regno Unito questa è la Banca d’Inghilterra. Le banche commerciali sono state storicamente soggette a corse o prelievi di panico che possono mandare in bancarotta una banca in pochi minuti. Quando ciò accade, la banca centrale è pronta a sostenere l’intero sistema bancario.

     

Vedi un’opportunità di trading? Apri un account adesso!

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Che cos’è uno scambio di valuta?

Account demo Pepperstone: cos’è, tipi di account

Account demo Pepperstone: cos’è, tipi di account