in

Bitcoin sarà sempre vulnerabile al 50% di crash?

Una delle caratteristiche più note del bitcoin è la sua volatilità. Le grandi oscillazioni dei prezzi di Bitcoin spesso fanno notizia.

Ci sono molti fattori che giocano nella volatilità del bitcoin, tra cui investitori speculativi, tassi di adozione, cattiva stampa e investitori istituzionali che acquistano o vendono grandi quantità di bitcoin.

In genere, quando il prezzo del bitcoin fa un grande movimento verso l’alto o verso il basso, la causa esatta è difficile da individuare. Tuttavia, le oscillazioni dei prezzi possono diventare estreme perché quando il prezzo inizia a scendere, gli investitori speculativi di solito vendono i loro bitcoin causando un ulteriore calo del prezzo, o quando il prezzo inizia ad aumentare, gli investitori più speculativi salgono a bordo.

Per saperne di più sulla volatilità del bitcoin, consulta “Bitcoin non è troppo volatile per essere utile come valuta?”

Tassi di adozione più elevati possono ridurre la volatilità

La volatilità di Bitcoin ha ostacolato i tassi di adozione perché la maggior parte delle persone non può mantenere una grande quantità dei propri risparmi in una valuta con una volatilità così elevata, soprattutto se potrebbero aver bisogno di accedere e utilizzare tali fondi a breve termine. Questa mancanza di adozione influisce sulla volatilità perché significa che grandi quantità di bitcoin sono di proprietà di un numero minore di persone o istituzioni.

Ad esempio, se un investitore istituzionale che possiede una quantità significativa di bitcoin vende, può portare a fluttuazioni dei prezzi.

Se il bitcoin dovesse diventare la forma dominante di valuta per una parte significativa del mondo, più persone userebbero la valuta per risparmiare, spendere e come unità di conto. Questa maggiore adozione causerebbe probabilmente una volatilità molto più bassa di quanto non sia oggi e il 50% di crash sarebbe molto meno probabile che si verifichino.

Quando più persone adottano e usano bitcoin, qualsiasi evento ha meno probabilità di causare un grande movimento di prezzo in entrambe le direzioni.

I vantaggi di una valuta senza intervento governativo

Uno dei mandati della Federal Reserve (la banca centrale degli Stati Uniti) è quello di mantenere l’inflazione del dollaro USA intorno al 2% ogni anno.

In realtà, l’inflazione è in genere superiore a quella. Supponendo che la Fed raggiunga il suo obiettivo di inflazione del 2% ogni anno, anche il valore di qualsiasi risparmio immagazzinato in dollari diminuisce dello stesso 2% ogni anno. Anche se le intenzioni dei governi e delle banche centrali possono essere oneste, usare l’inflazione per stimolare la crescita danneggia i risparmiatori a lungo termine. Al contrario, bitcoin ha un’offerta limitata di 21 milioni di monete che non possono essere aumentate. Anche se il prezzo del bitcoin è stato volatile nei suoi primi anni, è utile essere in grado di salvare parte della tua ricchezza in un bene che ha un’offerta che non può essere aumentata.

Riassunto

  • Bitcoin è più suscettibile alle oscillazioni dei prezzi rispetto alle valute fiat, in gran parte perché non vi è alcun intervento del governo nella politica monetaria del bitcoin.
  • Tassi di adozione più elevati probabilmente contribuiranno a ridurre la volatilità del bitcoin nel tempo.
  • Ci sono vantaggi nell’avere una valuta senza intervento governativo che può superare i rischi di volatilità.
  • Bitcoin non è soggetto all’inflazione allo stesso modo dei dollari perché ha un’offerta limitata che non può essere alterata.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
invest crypto 34

Previsione prezzo Tellor Token 2022 – 2025 – 2030

pexels katie harp 12591344

Qual è il miglior metodo 2FA per la sicurezza Bitcoin?