in

Blockchain si dimostra più lento e più costoso nei test bancari

Un nuovo studio ha inferto un colpo devastante ai sostenitori della  blockchain  , la tecnologia sottostante che supporta Bitcoin e altre monete digitali, vista dai tori delle criptovalute come rivoluzionaria nel settore bancario e in altri settori. Dopo due anni di test, la banca centrale tedesca, una delle più sofisticate al mondo, afferma che la tecnologia non è una “vera svolta”, come riportato da Bloomberg.

COSA HA CONCLUSO LO STUDIO DELLA BUNDESBANK SULLA BLOCKCHAIN?

  • Studio avviato nel 2016
  • Blockchain utilizzato per trasferire e regolare titoli e contanti  
  • Meno veloce
  • Costo più elevato
  • Finora manca una vera svolta nell’applicazione

Prototipo Blockchain più costoso, più lento dello standard attuale

 Bundesbank ha  condotto l’esperimento in collaborazione con Deutsche Boerse e mirava a vedere se la blockchain potesse effettivamente servire in modo più economico e veloce rispetto agli attuali meccanismi di regolamento. L’iniziativa congiunta è partita nel 2016 e si è conclusa alla fine del 2018.

Il presidente della Bundesbank Jens Weidmann ha indicato che mentre il prototipo “in linea di principio soddisfaceva tutte le caratteristiche normative di base per le transazioni finanziarie”, non era superiore dal punto di vista dei costi o dell’efficienza. In effetti, il progetto di prova che utilizza la blockchain per trasferire e regolare titoli e contanti si è rivelato più costoso e meno rapido rispetto al modo tradizionale, ha affermato.

“Le soluzioni blockchain non sono andate meglio sotto ogni aspetto: il processo ha richiesto un po’ più di tempo e ha comportato costi di calcolo relativamente elevati”, ha affermato Weidmann in una dichiarazione rilasciata mercoledì a Francoforte. “Esperienze simili sono state fatte altrove nel settore finanziario. Nonostante i numerosi test di prototipi basati su blockchain, finora manca una vera svolta nell’applicazione”.

Yves Mersch, membro del comitato esecutivo della  Banca centrale europea  , ha osservato che è importante distinguere tra “attività” come Bitcoin e la tecnologia di contabilità distribuita dietro di loro. Mette in guardia contro le politiche che soffocano l’innovazione, sottolineando il fatto che la BCE è un valutatore di nuovi sviluppi piuttosto che un istigatore, secondo la  CNN  .

“Alcune delle tecnologie meritano di essere esplorate e potrebbero interessare anche le banche centrali”, ha affermato. “Detto questo, il nostro ruolo non è guidare l’adozione tecnologica da parte dell’industria e del pubblico in generale, ma garantire che le mutevoli preferenze possano essere soddisfatte in modo sicuro”.

Guardando avanti

A parte i risultati deludenti del recente studio blockchain, molti sostenitori della tecnologia di contabilità distribuita rimangono fiduciosi che la tecnologia si dimostrerà nel lungo periodo.

Nel frattempo, i rialzisti delle criptovalute hanno avuto molto di cui rallegrarsi nel 2019. Bitcoin, la più grande criptovaluta del mondo, è salita di oltre il 120% da inizio anno poiché il più ampio S&P 500 ha sperimentato una nuova ondata di volatilità nel secondo trimestre.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Il mercato del lavoro Blockchain è in forte espansione

Il mercato del lavoro Blockchain è in forte espansione

3 ETF sul gas naturale per il terzo trimestre del 2021

3 ETF sul gas naturale per il terzo trimestre del 2021