in

Bonus Verde 2021: a chi spetta e come ottenerlo

Bonus verde 2021, a chi spetta e come ottenere questa questa agevolazione fiscale e detrazione Irpef per la sistemazione, con interventi straordinari, di terrazzi e giardini. Ecco come ottenere quindi la detrazione del 36% sulle spese sostenute, riconfermato anche per quest’anno, sia per i proprietari che per gli inquilini.

Il bonus è valido non solo per i giardini privati ma anche per le pertinenze e verde dei condomini. Il limite massimo di spesa è di 5.000 euro per ogni unità immobiliare, con una detrazione massima di 1800 euro. Il bonus è da ripartire in 10 quote annuali di pari importo, quindi con un massimo di 180 euro a rata.

Bonus Verde 2021

A chi spetta 

Il bonus verde spetta ad ogni unità immobiliare che apporterà migliorie a terrazze, giardini e pertinenze, con un massimo di spesa di 5.000 euro. Otterrà quindi il 36% delle spese documentate, ripartite in 10 rate di massimo 180 euro.

Potranno beneficiarne proprietari, nudi proprietari, titolari di un diritto reale di godimento sull’immobile come usufrutto, uso, abitazione o superficie ed infine affittuari o comodatari.

Le spese detraibili saranno quelle dedicate alla sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione di pozzi. Progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi e realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

Il bonus sarà applicabile anche alle spese sostenute per interventi effettuati sulle parti comuni esterne condominiali. L’ importo massimo è sempre di 5.000 euro per unità immobiliare ad uso abitativo. Se gli interventi sono eseguiti sia sulla singola unità immobiliare che sulle parti comuni il bonus verde spetterà per entrambe sempre con un limite di spesa di 5.000 euro ciascuno.

Possono accedervi anche i proprietari di immobili per uso diverso da quello abitativo, soltanto nel caso in cui il condominio sia destinato ad abitazione per almeno la metà. In caso di negozi invece l’ammontare sarà calcolato sulla base al numero degli appartamenti e quindi sui millesimi di proprietà complessivi.

Ovviamente per accedere alla detrazione del 36% è bene ricordare che il pagamento delle spese deve esser tracciabile, come bonifico bancario o postale, assegni bancari, postali o circolari non trasferibili, bancomat e carte di credito.

Come ottenerlo

Per ottenere l’accesso al bonus verde 2021 bisogna che si tratti di interventi di natura straordinaria, relativi quindi all’intero giardino o area interessata.

Le detrazioni riguardano la sistemazione a verde, con un decisivo miglioramento di impianti di irrigazione e realizzazione di pozzi. Valide anche per la creazione di coperture a verde, di giardini pensili e di nuovi spazi verdi. È valida anche la fornitura e messa a dimora di piante o arbusti di qualsiasi genere, nonché la riqualificazione di tappeti erbosi, tranne quelli per uso sportivo con fini di lucro.

Sono detraibili anche tutti i lavori di giardinaggio necessari e conseguenti alla messa in atto degli interventi sopracitati. Detraibili anche per i lavori di restauro e recupero di giardini di interesse storico e artistico di pertinenza di immobili vincolati.

Trattandosi quindi di interventi straordinari, non possono rientrare nelle detrazioni le creazioni di giardini nell’ambito di un appalto per la costruzione di un nuovo immobile.    

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Migliori carte prepagate

Miglior account per liberi professionisti: N26 Business vs. Revolut Business

IPO Coinbase: la tua guida all’offerta più pubblicizzata del 2021

IPO Coinbase: la tua guida all’offerta più pubblicizzata del 2021