in

Come investire piccole somme di denaro: 5 consigli utili

È un luogo comune pensare che per iniziare un investimento servano molti soldi. In realtà è possibile partire con piccole somme, un buon inizio per ottenere tutte le informazioni utili e riuscire a comprendere al meglio come funziona il mercato. 

I prestiti personali, inoltre, possono essere una buona soluzione per aumentare le somme investite quando si ha un budget limitato ma la necessità di raggiungere una soglia di investimento. Per questo è importante seguire i giusti consigli e imparare quali sono gli investimenti più adatti prima di andare a investire somme maggiori. Investire significa fare una previsione su un valore futuro ed è importante sapere che il rischio non è mai pari a zero. Quello che si può fare, oltre ad iniziare con una piccola somma, è cercare di minimizzare il rischio scegliendo con grande attenzione in cosa investire e come farlo, senza sottovalutare nessun dettaglio. 

Ricordatevi che rischio e rendimento crescono e diminuiscono insieme, per questo prima di iniziare bisogna valutare bene ogni passo. Per investire una somma di denaro per la prima volta si possono seguire dei consigli utili che possono aiutare a compiere i passi giusti.

CREARE UN BUDGET PER IL PROPRIO INVESTIMENTO 

La cosa più importante da fare per iniziare ad investire è chiarire la propria situazione finanziaria, tenendo conto di tutte le entrate e di tutte le uscite degli ultimi anni, magari segnandole su una tabella. È utile distinguere tra costi fissi e costi variabili ed è importante riuscire a pianificare una riserva di tre stipendi mensili. Se tutte le entrate e le uscite sono state registrate in modo corretto, è possibile calcolare il potenziale di risparmi mensile/annuale, che serve soprattutto per la fase successiva, ovvero quella di aprire un secondo conto corrente a costo zero, per trasformarlo nel proprio conto di risparmio. Ogni volta che si registra un’entrata, si può spostare la somma più alta possibile, o almeno non meno del 10%, nell’altro conto. In questo modo è possibile iniziare a creare un budget adatto per il proprio investimento, tenendo tutto sotto controllo.

INDIVIDUARE LE OPZIONI DI INVESTIMENTO PIÙ ACCESSIBILI

Dopo aver creato un budget per il proprio investimento, bisogna valutare quali sono le opzioni di investimento più accessibili. Una delle strategie più comuni è quella di usare un PAC, ovvero un Piano di accumulo di capitale. Si tratta di piani di investimento semplici e flessibili, che consentono di investire piccole somme di denaro e costruire nel corso del tempo un patrimonio più significativo, riuscendo ad arricchirsi nel lungo termine, grazie a piccoli contributi. Un’altra soluzione accessibile per investire una piccola somma di denaro e mantenere un basso livello di rischio sono gli ETF, ovvero Exchange Traded Fund, fondi quotati in borsa che possono essere acquistati e venduti sul mercato esattamente come accade per le azioni normali. Si tratta di strumenti che permettono di diversificare in modo ottimale il portafoglio d’investimento, riducendo anche i rischi.

VALUTARE I CONTI DI RISPARMIO AD ALTO RENDIMENTO E I CERTIFICATI DI DEPOSITO

Esistono due strumenti finanziari a basso rischio per riuscire a far fruttare i propri risparmi, ovvero i conti risparmio/deposito ad alto rendimento e i certificati di deposito. La differenza tra i conti di deposito e i certificati di deposito è che i primi possono solitamente essere liquidati in qualsiasi momento, con il pagamento di una penale, mentre i secondi sono titoli nominativi non trasferibili ad accesso limitato per cui non è consentito lo svincolo totale o parziale dell’importo investito. I conti deposito sono prodotti emessi da banche ed enti finanziari che offrono la possibilità di vincolare somme di denaro. Si distinguono dal conto corrente per il fatto che questi vengono usati solo per versare e prelevare somme di denaro, potendo vincolare le stesse anche per brevi periodi. I certificati di deposito sono una forma di deposito vincolato che consente al titolare il diritto al rimborso del capitale a scadenza, più interesse. Hanno una durata che va dai 2 ai 5 anni e possono avere un rendimento fisso o variabile.

SE IL BUDGET NON È SUFFICIENTE SI PUÒ CONSIDERARE UN PRESTITO 

Nei casi in cui il budget non fosse sufficiente, può essere conveniente chiedere un prestito che può offrire una soluzione finanziaria immediata, ma ovviamente è importante valutare se si tratta della scelta giusta per la propria situazione personale. Il prestito può rivelarsi utile soprattutto per coprire spese urgenti e impreviste, come riparazioni o spese medico. Il prestito può anche essere usato per ottenere un’istruzione di qualità, la giusta formazione per la propria carriera, diventando un valido investimento per il futuro.

DIVERSIFICARE IL PROPRIO PORTAFOGLIO 

Il portafoglio di investimento è una scelta che nel corso degli anni ha rappresentato una fonte di guadagno per molte famiglie. Si possono considerare varie tipologie di investimento specifiche oltre alle azioni e le obbligazioni. Alcune diversificazioni sono: 

  • Per classe di investimento: ripartire il capitale tra varie classi di attività, come azioni, obbligazioni, riserve di liquidità e beni immobiliari. È la forma più semplice di diversificazione, che serve a bilanciare il rischio e il potenziale di rendimento. Inserendo risorse in vari settori, gli investitori riescono a proteggersi contro le fluttuazioni di un singolo mercato; 
  • Per paese: distribuire gli investimenti attraverso vari Paesi e mercati permette di diminuire il rischio di dipendenza dalle performance di un solo mercato. È importante, però, tenere conto che il valore degli investimenti effettuati a livello internazionale può fluttuare a seconda delle oscillazioni del tasso di cambio valutario;
  • Per settori industriali: investire in un portafoglio che comprende diversi settori consentire di creare una strategia di investimento diversificato. Si tratta di un approccio che si focalizza su diversi mercati e su economie multiple, con lo scopo di minimizzare i rischi. Bisogna considerare che gli investimenti globali sono influenzati dalle variazioni nei tassi di cambio delle valute, che possono avere un impatto positivo o negativo sul valore degli investimenti. 

La diversificazione negli investimenti è una strategia di gestione del rischio che comporta l’inclusione di una vasta varietà di investimenti all’interno di un portafoglio, che di conseguenza contiene un mix di asset e veicoli di investimento che hanno come obiettivo quello di limitare l’esposizione ai rischi di un singolo mercato. La diversificazione è importante in quanto possedendo una vasta gamma di titoli si può ridurre l’esposizione ai rischi di una singola classe di attività, aumentando la possibilità di guadagnare, con maggiore sicurezza e tranquillità. In questo senso avere i piedi in più scarpe può realmente aiutare a massimizzare i profitti e compensare le perdite con i guadagni.

Subscribe
Notificami

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Come guadagnare Bitcoin giocando a Minecraft? Guida 2024

Previsione del prezzo di Bitcoin 2024-2030

nascita investimentimagazineit

Come si denunciare la nascita di un figlio