in

Decreto scuola 2024: tutte le novità in 8 punti

Il Decreto scuola 2024 introduce importanti novità per docenti, insegnanti di sostegno, dirigenti scolastici e alunni.

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 31 maggio 2024, questo decreto mira a migliorare il sistema scolastico italiano con una serie di misure urgenti. Vediamo, punto per punto, cosa prevede il Decreto scuola 2024.

1. Docente specializzato per alunni stranieri

Per favorire l’inclusione degli alunni stranieri, il decreto prevede l’introduzione di docenti specializzati nell’insegnamento della lingua italiana (classe di concorso A-23). Dal 2025, nelle classi con almeno il 20% di studenti stranieri con carenze linguistiche, sarà assegnato un docente di supporto per lezioni di potenziamento.

2. Corsi extracurricolari per alunni stranieri

A partire da settembre 2024, le scuole potranno organizzare corsi extracurricolari di potenziamento della lingua italiana, finanziati con fondi PON. Questi corsi sono rivolti agli alunni stranieri, soprattutto ai neoarrivati, per migliorare la loro conoscenza della lingua italiana e ridurre il tasso di dispersione scolastica, che per gli studenti stranieri è attualmente oltre il 30%.

3. Specializzazione dei docenti precari di sostegno

Per affrontare la carenza di docenti specializzati nel sostegno, il Decreto scuola 2024 introduce nuovi percorsi di specializzazione erogati da INDIRE. Questi percorsi sono destinati ai circa 85.000 docenti precari che già svolgono questo ruolo, ma che sono privi della necessaria specializzazione.

4. Continuità didattica per alunni con disabilità

Il decreto garantisce la continuità dei docenti a tempo determinato sul sostegno per gli alunni con disabilità. Su richiesta della famiglia e previa valutazione del dirigente scolastico, sarà possibile confermare il docente dell’anno precedente, prioritariamente se in possesso della specifica specializzazione.

5. Riconoscimento semplificato dei titoli esteri

Il Decreto scuola 2024 facilita il riconoscimento dei titoli di specializzazione sul sostegno conseguiti all’estero. I circa 11.000 soggetti con istanza di riconoscimento o contenzioso pendente potranno accedere a percorsi di specializzazione “ad hoc” erogati da INDIRE.

6. Nuova valutazione per i dirigenti scolastici

Il decreto introduce un nuovo modello di valutazione per i dirigenti scolastici, basato su parametri di merito. Questo sistema mira a garantire una valutazione oggettiva e trasparente delle performance individuali, con conseguente adeguamento della retribuzione di risultato in base al raggiungimento degli obiettivi assegnati.

7. Mobilità dei dirigenti scolastici

Il Decreto scuola 2024 introduce una norma transitoria per la mobilità dei dirigenti scolastici, valida solo per il prossimo anno scolastico. Prevede di innalzare al massimo (100%) la percentuale di posti disponibili per la mobilità, in attesa dell’entrata in vigore del nuovo CCNL.

8. Misure per lo sport

Il decreto introduce alcune misure per lo sport, tra cui:

  • La creazione di una commissione indipendente per la verifica dell’equilibrio economico e finanziario delle società sportive professionistiche.
  • Nuove regole per il funzionamento degli organismi sportivi, inclusi limiti ai mandati consecutivi dei presidenti.
  • Novità sull’accesso alla ripartizione delle risorse economiche e finanziarie in ambito sportivo, legate ai campionati di calcio.

Entrata in vigore del Decreto scuola 2024

Il Decreto scuola 2024 è entrato in vigore il 31 maggio 2024, dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Le disposizioni contenute nel decreto sono destinate a migliorare l’inclusione scolastica, la qualità dell’insegnamento e la gestione delle scuole italiane.

Il Decreto scuola 2024 rappresenta un importante passo avanti per il sistema educativo italiano, introducendo misure che mirano a migliorare l’inclusione, la formazione dei docenti e la gestione scolastica. Queste riforme contribuiranno a creare un ambiente scolastico più equo e di qualità per tutti gli studenti.

Bonus chef 2024

Bonus chef 2024: cos’è e come funziona

Bonus condizionatori 2024

Bonus condizionatori 2024: come funziona, requisiti e come ottenerlo