in

Ethereum: Il nuovo piano di staking di Buterin per affrontare QUESTO rischio

I rischi legati alla concentrazione di Ethereum [ETH] sono diventati più evidenti, specialmente mentre si attende l’approvazione degli ETF spot negli Stati Uniti.

Anche la finanza tradizionale (TradFi) ha manifestato preoccupazione riguardo a questo rischio, facendo riferimento a un risultato a somma zero nel caso in cui gli ETF spot negli Stati Uniti ottenessero il via libera dalla SEC.

Analisi sui Rischi

In un rapporto di febbraio, S&P Global ha individuato lo staking di ETH, citando Lido [LDO] come uno dei principali rischi di concentrazione.

Il rapporto ha evidenziato che “un aumento degli ETF di staking di Ether potrebbe influenzare una miscela di validatori che partecipano al meccanismo di consenso della rete Ethereum. La partecipazione di custodi istituzionali potrebbe ridurre l’attuale concentrazione sulla piattaforma di staking decentralizzata Lido.”

Tuttavia, il rapporto ha anche notato che tale mossa potrebbe “introdurre nuovi rischi di concentrazione, in particolare se una singola entità viene scelta per stakare la maggior parte di ether in questi ETF.”

La Soluzione di Buterin

Parlando a ETH Taipei, il co-fondatore di Ethereum Vitalik Buterin ha menzionato una nuova proposta di “rainbow staking” – un piano per migliorare la diversità dello staking utilizzando meno di 32 ETH insieme a un’operazione di nodi meno travolgente.

Buterin ha approfondito il concetto di rainbow staking, affermando: “l’idea qui è che si dividano esplicitamente in due tipi di staking, e li si chiami staking pesante e staking leggero.”

Tuttavia, ha riconosciuto la sfida di una tale proposta; “La parte inferiore a 32 ETH è più impegnativa e fondamentalmente perché originariamente 32 ETH era un compromesso tra non richiedere troppo ETH per essere uno staker e non avere troppi staker perché ciò avrebbe reso troppo difficili da elaborare i blocchi.”

L’Attuazione e l’Attuale Scenario

La proposta di rainbow staking è nella fase di test e ci vorrà più tempo prima che diventi una soluzione ufficiale per il rischio di concentrazione dello staking.

Nel frattempo, alcuni dei principali detentori di ETH che gestiscono nodi validatori, come Coinbase, hanno accolto con favore le chiamate per una maggiore diversità dei clienti di esecuzione di Ethereum e si sono trasferiti su NethermindETH. Tuttavia, il client di esecuzione Geth ha ancora una supermaggioranza al 66%.

Nel frattempo, la Fondazione Ethereum è sotto inchiesta della SEC, il che potrebbe influenzare gli ETF spot di ETH. Tuttavia, non è ancora specificato se i rischi di concentrazione fanno parte dell’indagine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

invest 8

Venduto BOME in preda al panico? Ecco perché potresti tornare in gioco

come denunciare chi ti offende investimentimagazineit

Solana: La creazione giornaliera di 20.000 nuovi token: un vantaggio o uno svantaggio per SOL?