in

I migliori ETF sull’energia rinnovabile

Mentre la minaccia del cambiamento climatico incombe, molte aziende continuano a sviluppare nuove fonti di energia più pulite per migliorare la salute del pianeta. Per molte di queste aziende, l’obiettivo è sostituire gli attuali combustibili fossili con fonti di energia rinnovabile come l’eolico, il solare, l’acqua e il calore geotermico.

Scopri altri modi per distribuire denaro in fondi socialmente responsabili .

Sommario [ Nascondi ]
  • Cosa sono gli ETF sull’energia rinnovabile?
  • Cosa rende un ottimo ETF sull’energia alternativa?
  • iShares Global Clean Energy ETF (ICLN)
  • SPDR Kensho Clean Power ETF (XKCP)
  • First Trust Global Wind Energy ETF (FAN)
  • First Trust NASDAQ Clean Edge Green Energy Index Fund (QCLN)
  • Invesco Solar ETF (TAN)
  • Dove acquistare ETF sull’energia alternativa
  • Pensieri finali

Cosa sono gli ETF sull’energia rinnovabile?

C’è un ETF per ogni angolo del mercato, ma una folla crescente di investitori esprime preoccupazione per l’impatto che le loro società sottostanti hanno sull’ambiente. Una questione scottante per questi investitori è l’inquinamento e molti ETF hanno colto questa tendenza.

Gli ETF sull’energia rinnovabile sono un ottimo strumento per gli investitori attenti all’ambiente. Questi fondi investono in aziende che lavorano con fonti di energia pulita come l’energia solare ed eolica per ridurre le emissioni di gas serra.

Molti sono piccoli fondi con solo una manciata di società sottostanti, quindi nota i pro ei contro di questo tipo di investimento. Tuttavia, se fare la differenza nel mondo è la tua missione di investimento, gli ETF sulle energie rinnovabili possono essere una componente fondamentale del tuo portafoglio.

Cosa rende un ottimo ETF sull’energia alternativa?

Molti fondi socialmente responsabili hanno ancora società tecnologiche come Apple, Microsoft, Amazon e Facebook come loro maggiori partecipazioni, che offrono poca diversità.

Gli ETF sull’energia alternativa non investono in società che sono semplicemente dei buoni cittadini aziendali. No, investono nelle aziende che effettivamente ricercano e sviluppano innovazioni nel campo dell’energia pulita.

Solo un piccolo numero di ETF sull’energia alternativa è attualmente disponibile per il commercio, ma tale totale aumenterà negli anni a venire. L’attuale lotto di ETF in questo spazio è caratterizzato da commissioni e spread elevati, poiché le società in cui investono sono spesso piccole e illiquide. Inoltre, gli spread sono elevati poiché questi fondi hanno grandi investimenti al di fuori degli Stati Uniti. Se vuoi vedere l’efficienza come i fondi dell’indice Vanguard o Fidelity, rimarrai deluso.

I migliori ETF sull’energia alternativa condividono alcune caratteristiche comuni:

  • Concentrazione ristretta : sfortunatamente, molti ETF che dichiarano di essere socialmente responsabili o rispettosi dell’ambiente sono riempiti con gli stessi componenti dei grandi fondi indicizzati, spesso a una spesa molto più elevata. Gli ETF in questo elenco si concentrano su soluzioni energetiche pulite.
  • Costi ragionevoli : molti di questi ETF sono piccoli e specificamente adattati per catturare l’esposizione al settore. In effetti, il fondo più diversificato in questo elenco contiene solo 44 azioni. Fondi specializzati come questi spesso comportano prezzi elevati, quindi ci siamo assicurati di includere solo ETF con rapporti di spesa inferiori allo 0,75%.
  • Liquidità sufficiente : i mercati di nicchia possono essere complicati, soprattutto quando i fondi sono così piccoli. Ti consigliamo di investire in ETF sulle energie alternative con ampia liquidità, un consiglio che vale il doppio per gli investitori istituzionali. Questi fondi non hanno molto denaro o cronologia su cui ripiegare se i riscatti arrivano velocemente e furiosamente.

Utilizzando il costo, la liquidità e il rigoroso rispetto dei principi di investimento come criteri, Benzinga ha creato i cinque migliori ETF sulle energie alternative sul mercato.

iShares Global Clean Energy ETF (ICLN)

Fonte: ishares.com

L’indice di spesa dello 0,47% rende questo fondo il secondo più economico della nostra lista. Il fondo ha $ 171 milioni in gestione e ha un volume di azioni giornaliero medio di circa 93.000. Solo 30 titoli compongono le sue partecipazioni, ma è un gruppo eterogeneo di società che esplora fonti di energia solare, eolica, idroelettrica, geotermica, biocarburanti o etanolo.

Gli Stati Uniti sono il paese più rappresentato; oltre il 36% delle azioni proviene da azioni statunitensi. La Cina è la prossima, al 23%, seguita dalla Nuova Zelanda al 10% e dal Brasile al 9%. L’azienda energetica brasiliana Companhia Energetica Minas Gerais è la holding più grande. Anche qui gli investitori americani riconosceranno aziende come First Solar. Non troverai un rendimento migliore del dividendo del 2,60%. ICLN è il vincitore netto, ma non è l’unico ETF che merita attenzione.

SPDR Kensho Clean Power ETF (XKCP)

Ecco un volto familiare: il fondo SPDR Kensho Clean Power di State Street Global Advisors. XKCP vanta il coefficiente di spesa più basso del nostro elenco allo 0,45%, ma non presenta la liquidità o il rendimento di ICLN. È anche il fondo più recente del nostro elenco con una data di lancio il 22 ottobre 2018.

Fonte: us.spdrs.com

Poiché il fondo è così nuovo, c’è stato poco tempo per la valutazione. Attualmente sono in gestione solo 3 milioni di dollari e il volume di azioni raramente supera i 300 al giorno. Tuttavia, è un fondo di energia alternativa con sede negli Stati Uniti aperto a basso costo con azioni disponibili con intermediari come TD Ameritrade. Oltre l’83% delle partecipazioni azionarie del fondo sono società situate negli Stati Uniti; un altro 5% proviene dal Canada e il 3% dalla Cina.

Nonostante sia classificato come il fondo più piccolo della lista, XKCP è attraente a causa del suo basso rapporto di spesa, ma è scarsamente scambiato e perde punti perché General Electric è la sua partecipazione più grande.

First Trust Global Wind Energy ETF (FAN)

Il codice di borsa mostra le partecipazioni di questo ETF, che si concentra sulle società che sviluppano sistemi di energia pulita utilizzando l’energia eolica. Il First Trust Global Wind Energy ETF ha 44 partecipazioni di aziende di tutto il mondo, ma la concentrazione più alta è in Europa.

Fonte: ftportfolios.com

Il fondo investe oltre il 60% del proprio patrimonio in società esclusivamente eoliche, con alcune aziende fino al 9%. Vestas Wind Systems, una società danese che crea turbine eoliche, è la sua partecipazione più grande. Le società statunitensi rappresentano il 14% delle partecipazioni, ma l’Europa costituisce il più grande settore regionale con circa il 50%.

Il rapporto di spesa è alto, allo 0,60%, ma ottieni un rendimento di distribuzione del 2,5% e il fondo è altamente negoziabile. Lo spread medio dello 0,18% è basso nonostante detenga così tante azioni estere e il fondo ha oltre $ 67 milioni di attività. Quasi 22.000 azioni vengono scambiate in media ogni giorno e non dovresti avere problemi a localizzarle sui principali broker.

First Trust NASDAQ Clean Edge Green Energy Index Fund (QCLN)

QCLN di First Trust è uno dei più vecchi ETF in questo elenco, avviato nel 2007, ma è ancora uno dei giochi più solidi nello spazio delle energie alternative (a patto che tu possa estendere la definizione di “energia alternativa” come questo fondo fa).

Fonte: ftportfolios.com

Le tre partecipazioni più grandi sono Tesla, ON Semiconductors e Albemarle Corp., che non sono direttamente coinvolte nella produzione di sistemi di energia pulita. Anche First Solar, Brookfield Renewable Partners e TerraForm Power costituiscono le partecipazioni principali, ma gli investitori dovrebbero essere consapevoli che questo fondo è fortemente ponderato verso le aziende con solo interessi terziari nelle energie rinnovabili.

La liquidità non è un problema. Ci sono oltre $ 88 milioni di asset in gestione e oltre 21.000 azioni scambiate in media ogni giorno. Il coefficiente di spesa dello 0,60% è superiore rispetto ad altri fondi in questo elenco, ma è comunque ragionevole. Gli spread sono alti in media allo 0,51% e il rendimento da dividendi dello 0,90% è debole.

Invesco Solar ETF (TAN)

L’ ETF Invesco Solar ha il rapporto di spesa più elevato del nostro elenco (0,70%), ma è un fondo altamente liquido con un focus solo su società di energia solare pura alternativa.

Fonte: invesco.com

Con oltre $ 280 milioni di asset e quasi 100.000 azioni scambiate ogni giorno, TAN è facile da trovare e negoziare con tutti i principali broker. First Solar ha l’allocazione più pesante al 10% delle partecipazioni e altre aziende americane come Sunrun ed Enphase Energy sono tra le prime 10. Oltre il 50% delle partecipazioni sono aziende statunitensi e il 23% sono europee.

Il rendimento della distribuzione è deludente dello 0,82% e il rapporto di spesa è piuttosto alto. Tuttavia, questo fondo ha liquidità e giochi puri nel settore, il che fa appello se sei dedito alla causa dell’energia pulita.

Dove acquistare ETF sull’energia alternativa

Gli ETF sull’energia alternativa possono essere trovati presso la maggior parte delle principali società di investimento. Ecco un elenco di intermediazioni online in cui questi fondi sono facili da individuare.

Pensieri finali

L’energia rinnovabile sarà una parte importante del nostro futuro e molti investitori sono entrati nel settore ora e sperano di trarre vantaggio dai primi. È vero che molti di questi fondi sono nuovi e non hanno avuto grandi ritorni nella loro breve vita, ma la tendenza verso fonti di energia alternative è in crescita. Se vuoi che i tuoi soldi vadano ad aiutare Madre Natura, questi cinque fondi sono un buon punto di partenza.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Investimenti 27

Come acquistare azioni Riot Blockchain Inc. (RIOT)

Investimenti 24

Forex‌ ‌Trading‌ ‌in‌ ‌Poland‌