in

La criptovaluta esisteva prima di Bitcoin?

Bitcoin è conosciuto come il re delle criptovalute e tutte le altre criptovalute sono indicate come altcoin, ma la criptovaluta esisteva prima di Bitcoin? La risposta è sì, anche se non hanno avuto successo nel modo in cui Bitcoin è, e come vedremo, Bitcoin è la criptovaluta che ha davvero reso il settore il gigante che sta diventando oggi.

I primi tentativi di criptovalute

L’idea della criptovaluta è iniziata nel 1990, l’idea di una valuta che potesse essere inviata non rintracciabile e in modo affidabile, una valuta digitale decentralizzata. Nel 1995, il crittografo americano David Chaum ha implementato una moneta elettronica crittografica anonima chiamata Digicash. Era una prima forma di pagamenti elettronici crittografici che richiedevano al software dell’utente di prelevare da una banca e richiedevano specifiche chiavi crittografate prima che potessero essere inviate a un destinatario.

Questo progresso della crittografia a chiave pubblica e privata ha permesso ai pagamenti elettronici di diventare non rintracciabili dalla banca emittente, dal governo o da terzi.

Bit Gold, spesso definito un precursore diretto di Bitcoin, è stato progettato nel 1998 da Nick Szabo. Richiedeva che un partecipante dedicasse la potenza del computer alla risoluzione della crittografia. Un utente doveva risolvere un puzzle crittografico utilizzando la potenza di calcolo. Tutti i puzzle risolti sono stati inviati attraverso una rete peer-to-peer Byzantine Fault Tolerant (BFT) e quindi assegnati alla chiave pubblica del risolutore di puzzle.

I dettagli relativi alla transazione sono memorizzati in un registro dei titoli, proprio come con il sistema di consenso di una blockchain perché offre un record immutabile e un ordine per le transazioni che hanno avuto luogo. Se metti insieme i concetti di Chaum e Szabo e hai qualcosa che assomiglia a Bitcoin.

Bit Gold non è mai stato effettivamente lanciato perché Szabo non poteva risolvere il puzzle del problema della doppia spesa (i dati digitali possono essere copiati e incollati) senza l’uso di un’autorità centrale, e così non è stato fino a un decennio dopo quando una persona misteriosa o persone, usando lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto, hanno pubblicato un white paper chiamato Bitcoin – A Peer to Peer Electronic Cash System, che la storia di Bitcoin, e delle successive criptovalute, è iniziata.

Bitcoin arriva

Le somiglianze tra Bit Gold e Bitcoin hanno portato molte persone a credere che Szabo fosse l’uomo dietro lo pseudonimo, ma ha negato questa affermazione più e più volte. Tuttavia, sembra chiaro che i concetti di Digicash e Bit Gold hanno contribuito a creare la prima forma di criptovaluta di successo che tutti conosciamo e amiamo come Bitcoin.

Il 31 ottobre 2008, Satoshi Nakamoto ha pubblicato il white paper intitolato Bitcoin – A Peer to Peer Electronic Cash System, che descrive la funzionalità della rete blockchain Bitcoin. La tecnologia blockchain è la base per tutte le criptovalute successive ed è la ragione per cui Bitcoin è stato in grado di diventare una criptovaluta di successo.

Quindi, mentre la criptovaluta, o almeno il concetto di essa, esisteva prima di Bitcoin, non è stato fino a quando Bitcoin è entrato in scena che la criptovaluta è diventata legittimata. Come risultato di Bitcoin, tutte le altre valute digitali che si sono sviluppate, compresi i dollari digitali nazionali come quelli che stanno ora utilizzando in Cina, sono diventati intriganti sviluppi tecnologici, e sarà interessante quanto diventerà mainstream la crittografia.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
pexels rodnae productions 5921785

Perché gli sviluppatori di criptovalute “bruciano” la propria fornitura?

pexels visual tag mx 2566581

Le banche possono impere di acquistare criptovalute?