in

Previsioni sul Mercato delle Criptovalute: Principali Tendenze che Influenceranno le Cripto nel 2024

Il 2023 è stato un anno forte per Bitcoin e altre criptovalute, ma cosa porterà il 2024? Gli esperti esprimono pareri su regolamentazione, ETF Bitcoin spot e l’imminente evento dell’halving.

Il prezzo di Bitcoin ha fatto un grande rimbalzo nel 2023, con altre attività digitali che hanno seguito.

Ma continueranno i guadagni nello spazio delle criptovalute nel 2024? L’impatto dell’aumento della regolamentazione e del controllo del mercato delle criptovalute e il potenziale uso più diffuso della tecnologia blockchain hanno trasformato l’industria dal Far West a un panorama più stabile e affidabile che sta attirando un’ondata di nuovi partecipanti al mercato. Guardando avanti, la probabile implementazione di ETF Bitcoin spot negli Stati Uniti è uno sviluppo significativo che potrebbe accelerare ulteriormente la crescita e la legittimità del mercato delle criptovalute.

Con l’anno ormai quasi finito, l’Investing News Network (INN) ha intervistato esperti del settore per ottenere il loro punto di vista su cosa ci aspetta nel sempre in evoluzione mondo delle criptovalute e della tecnologia blockchain nel 2024.

Aumento della regolamentazione e del controllo

Le criptovalute hanno operato in un’area grigia fin dalla loro nascita. La mancanza di controllo ha permesso a soggetti malintenzionati di approfittare dei partecipanti al mercato, portando a perdite miliardarie nel corso degli anni e spingendo la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti a intensificare l’azione, reprimendo duramente gli scambi e i fornitori di asset digitali.

Tuttavia, l’industria delle criptovalute continua a suscitare interesse, e il coinvolgimento della SEC nella regolamentazione ha portato a una maggiore e più ampia adozione istituzionale di determinati token; ha anche attirato più investitori nello spazio.

Gli analisti vedono questo trend continuare nel 2024. La recente risoluzione tra il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti e Binance, uno scambio di criptovalute accusato dalla SEC di quotare titoli non registrati, ha dato rassicurazioni ai partecipanti al settore, secondo Matteo Greco, analista di ricerca presso Fineqia International.

“La risoluzione delle incertezze riguardanti lo scambio, particolarmente data la significativa dominanza di mercato di Binance, ha implicazioni più ampie per l’intero mercato degli asset digitali”, ha detto Greco via email a INN.

“Per la prima volta dalla sua nascita, il mercato degli asset digitali sembra allinearsi con i regolatori, promuovendo una relazione più cooperativa. Questo allineamento dovrebbe facilitare una connessione più forte tra gli asset digitali e le finanze tradizionali, attirando capitale da nuovi gruppi di investitori”, ha aggiunto Greco.

Bitcoin ed Ethereum sono le criptovalute più grandi per capitalizzazione di mercato, ma l’interesse non è più limitato solo a questi popolari token. Altre criptovalute, definite altcoin, stanno guadagnando più visibilità sul mercato mentre investitori e trader esplorano il potenziale di una vasta gamma di asset digitali.

Mentre Bitcoin ed Ethereum probabilmente rimarranno le opzioni dominanti, l’XRP di Ripple, insieme a Pi Coin e Solana, stanno attirando l’interesse da parte di istituzioni e investitori individuali. Pi Coin è progettato in modo che chiunque possa estrarre o distribuire token su uno smartphone, e Solana sta diventando popolare tra gli sviluppatori grazie alla sua velocità di transazione rapida e alle basse commissioni. Ci sono anche alcuni analisti che prevedono che Ethereum potrebbe superare Bitcoin nel 2024 in seguito all’aggiornamento Proto-Danksharding previsto per il primo trimestre.

“Un’altra tendenza degna di nota (nel 2023) è stata la crescente collaborazione tra prominenti entità delle finanze tradizionali e lo spazio degli asset digitali”, ha detto Greco. “Le aziende delle finanze tradizionali stanno esplorando attivamente le capacità e i vantaggi offerti dalla tecnologia blockchain, cercando di formulare strategie commerciali attorno alla sua applicazione. Questa tendenza è destinata a rimanere un fattore cruciale negli anni a venire”.

La collaborazione di HSBC (NYSE: HSBC) con Metaco, una società svizzera di blockchain acquisita da Ripple a maggio, è un esempio di questo. L’8 novembre, HSBC ha emesso un comunicato stampa annunciando che utilizzerà Harmonize, una piattaforma istituzionale fornita da Metaco, come servizio di custodia digitale per i clienti che desiderano investire in titoli tokenizzati. Secondo CoinDesk, questa notizia ha fatto pensare a molti sostenitori di XRP che le istituzioni finanziarie potrebbero un giorno adottare il token XRP.

“La tendenza più importante per il ciclo imminente sarà la corsa verso il valore (Bitcoin) in auto-custodia. Le piattaforme che facilitano agli individui il possesso e il controllo del proprio Bitcoin vinceranno.” Adam O’Brien, Fondatore e CEO di Bitcoin Well

Investitori in attesa degli ETF Bitcoin spot negli Stati Uniti

L’introduzione di ETF Bitcoin spot negli Stati Uniti sta attirando molta attenzione e potrebbe essere un catalizzatore importante per l’ecosistema delle criptovalute nel 2024. Fornendo maggiore liquidità, trasparenza e accessibilità, questi strumenti dovrebbero portare nuovi investitori sul mercato, aumentando nel frattempo il prezzo di Bitcoin.

Dopo aver inizialmente resistito all’idea, la SEC sembra essere incline ad approvare gli ETF Bitcoin spot, con molti esperti del settore che prevedono che molte richieste saranno approvate entro il 10 gennaio. Questa è la scadenza entro cui l’ente governativo dovrà accettare o respingere una proposta da parte di ARK Investment e 21Shares.

“Certo, entro i primi 10 giorni dell’anno, l’approvazione o il rifiuto delle domande (di ETF Bitcoin spot) segneranno già un traguardo significativo per il 2024”, ha commentato Greco a INN.

Anche Greg Taylor, chief investment officer di Purpose Investments, ritiene probabile che la SEC approverà gli ETF Bitcoin spot nel breve periodo. “La cosa migliore che deve accadere con (le cripto) è solo costruire l’ecosistema. Quindi ottenere più custodi in posizione, ottenere più fornitori e scambi che operano, penso che andrà molto lontano. Avere coinvolta Fidelity, e avere diversi attori come Blackrock (NYSE: BLK) che si coinvolgono — non può essere sottostimata l’importanza di questo, perché poi stiamo coinvolgendo più seriamente società regolamentate. Costruire l’ecosistema in modo che si adatti a quell’ambiente è una grande vittoria e dovrebbe aiutare tutto”, ha detto.

L’halving influenzerà il prezzo di Bitcoin?

L’evento dell’halving di Bitcoin è una riduzione programmata della quantità di nuovi Bitcoin creati e assegnati ai miner. Gli halving si verificano ogni quattro anni, e l’evento del 2024 è previsto per aprile. Molti stanno già speculando sull’impatto che l’halving avrà, specialmente alla luce del recente rally della criptovaluta.

“L’halving di Bitcoin è sempre stato un evento significativo per il mercato. Tuttavia, con circa il 93 percento dell’offerta di BTC già in circolazione, l’impatto dell’evento si è evoluto”, ha detto Greco.

“In passato, quando i premi di mining erano alti, l’halving influenzava fortemente l’inflazione dei token, spingendo i prezzi al rialzo attraverso le dinamiche di domanda e offerta. Ora, con premi inferiori e la maggior parte dell’offerta già generata, l’impatto dell’halving è più strettamente legato ai miner e, di conseguenza, alla sicurezza del protocollo”, ha notato.

I miner di Bitcoin dovranno aggiornare le loro attrezzature e migliorare l’efficienza energetica per ottimizzare le loro operazioni con un tasso di ricompensa ridotto. Storicamente, gli eventi di halving sono stati contrassegnati da cicli di boom e crollo che precedono e seguono l’evento. L’halving del 2024 probabilmente non sarà diverso.

“L’aspetto positivo del processo di mining risiede nel dimostrare che, nonostante una riduzione del 50 percento nelle ricompense dei blocchi, la rete mantiene la sua stabilità e sicurezza, con l’aumento della competizione tra i miner – una testimonianza della resilienza della rete. Il successo di un evento di halving costituisce un importante indicatore rialzista per la rete Bitcoin”, ha detto Greco.

La tecnologia blockchain continuerà a guadagnare trazione

Le criptovalute sono costruite sulla tecnologia blockchain, e la Precedence Research stima che questo mercato varrà circa 2.334,46 miliardi di dollari entro il 2032, raggiungendo un tasso di crescita annuo composto dell’85,7 percento tra il 2023 e il 2032. Con l’evoluzione e la maturazione della tecnologia blockchain, ci si aspetta che sempre più settori abbraccino il suo potenziale, utilizzandolo per ottimizzare la gestione della catena di approvvigionamento, migliorare le difese della cybersecurity e altro ancora.

Tra le possibilità che presenta la tecnologia blockchain c’è la tokenizzazione degli asset del mondo reale (RWAs). Attraverso la tokenizzazione, la tecnologia blockchain e gli RWAs hanno il potenziale per aumentare la sicurezza degli asset fornendo un’infrastruttura più sicura per la gestione degli asset.

Greco ha detto che la tokenizzazione degli RWAs, così come la verifica dell’identità on-chain, ha catturato la sua attenzione nel 2023.

“La tendenza degli RWAs ha guadagnato un significativo impulso nel 2023, principalmente guidata dalla tokenizzazione dei T-bill a causa dei tassi di interesse elevati”, ha spiegato in corrispondenza con INN. “Tuttavia, con le banche centrali che si prevede abbasseranno i tassi di interesse (nel 2024), questa narrativa potrebbe perdere slancio. Mi aspetto uno spostamento verso la tokenizzazione di altri asset come azioni, obbligazioni, immobili, automobili e altro che guadagnerà un impulso sostanziale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quali Sono i Fattori che Influenzano il Costo del Grafene?

Revisione della Fine dell’Anno 2023 del Mercato dell’IA