in

Rc auto, pochi sottoscrivono il furto-incendio

Sono ben 17 le auto rubate ogni ora nel nostro paese, un record alquanto negativo che crea inoltre innumerevoli inconvenienti ai poveri malcapitati, i quali, tuttavia, non sembrano voler correre ai ripari.
Stando ai dati diffusi da Assicurazioni.it, compratore on line di preventivi Rc auto e moto, sembra infatti che appena il 32% degli italiani si sia deciso a sottoscrivere una garanzia furto-incendio.


L’indagine è stata condotta su un campione di 30mila persone, da febbraio a luglio 2009.
Numeri alla mano, secondo il Viminale lo scorso anno ad inizio mese sono state rubate 144.472 automobili, vale a dire circa 400 al giorno. E, sebbene i furti d’auto siano diminuiti del 16,6% rispetto al 2007, il dato non solo non è dei più confortanti, visto che gli italiani non fanno nulla per arginarlo.
“Molti italiani – ha spiegato Alberto Genovese, CEO di Assicurazione.it.

– scelgono di non includere queste clausole perché pensano sia sufficiente custodire l’autovettura in garage o affidarsi a un buon antifurto”. Una soluzione adottata soprattutto dai veneti (il 65% dei guidatori tiene la propria auto nel box), dagli automobilisti della Valle D’Aosta (73%) e dai campani (72%).
C’è poi un’altra grande fetta di italiani, il 72,15%, che ha dotato il proprio mezzo con un sistema di antifurto, soprattutto quelli senza allarme (20,6%), elettronici (15,85%) e con allarme (11,34%).

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Il pensiero di Lagarde

Crisi economica: tempo di nuovi studi di settore