in

Sotheby’s Metaverse: cos’è e come funziona

La promessa che gli artisti potrebbero aggirare le case d’asta è probabilmente il motivo principale per cui gli artisti digitali stanno prendendo in considerazione l’utilizzo di token non fungibili (NFT). Per non rimanere indietro, le case d’asta  hanno iniziato ad abbracciare la mania NFT fornendo ecosistemi in cui artisti e collezionisti digitali possono vendere le loro opere d’arte.

Sotheby’s, in particolare, ha lanciato una nuova piattaforma chiamata Sotheby’s Metaverse, creata appositamente per aste curate di arte digitale come NFT.

Cos’è il Sotheby’s Metaverse?

Dall’inizio del 2021, Sotheby’s, la casa d’aste britannica fondata nel 1744, si è avvicinata sempre più a timbrare la sua presenza nello spazio dell’arte digitale. E quindi, non sorprende che sia fortemente coinvolto con i token non fungibili (NFT), considerando che gli artisti digitali tendono ad adottare la tecnologia blockchain e saltare sulle tendenze NFT. Anche se questo è un dato di fatto, Sotheby’s ha fatto un salto di qualità lanciando una piattaforma incentrata su NFT – Sotheby’s Metaverse – dove artisti, collezionisti e amanti dell’arte possono vendere, acquistare e visualizzare alcune delle più prestigiose arti NFT.

Sotheby’s Metaverse è stato lanciato il 14 ottobre 2021 per accogliere tutte le future vendite NFT di Sotheby’s. Si dice che la piattaforma presenti alcuni dei progressi tecnologici che consentono aste NFT senza soluzione di continuità e offre lo stesso livello di esperienza associato a mercati NFT più affermati come OpenSea e Nifty Gateway. L’obiettivo è creare un ecosistema NFT immersivo pur preservando gli elevati standard operativi previsti da una casa d’aste blue-chip.

Più specificamente, la piattaforma supporta i pagamenti crittografici. In quanto tale, è sicuro dire che Sotheby’s sta facendo di tutto per capitalizzare il boom NFT e svolgere un ruolo fondamentale nello spazio emergente dell’arte digitale.

Come funziona il Sotheby’s Metaverse?

Come accennato in precedenza, Sotheby’s Metaverse opera come un marketplace NFT, proprio come OpenSea. L’unica differenza è che, a differenza di OpenSea, l’offerta di Sotheby’s non conduce le sue aste on-chain. Come qualsiasi marketplace NFT, i nuovi utenti devono creare un account per poter acquistare NFT su Sotheby’s. Come parte dei requisiti imposti agli acquirenti, dovrai compilare una dichiarazione di dichiarazione in cui dovresti fornire un indirizzo di fatturazione, insieme alla documentazione appropriata che dimostri la tua richiesta. Una volta verificata tutta la documentazione, inclusa una carta d’identità rilasciata dal governo, Sotheby’s emetterà una fattura e un link di pagamento per l’NFT che intendi acquistare.

Cosa rende unico Sotheby’s Metaverse?

Di seguito sono riportate alcune delle caratteristiche uniche che distinguono il Metaverse di Sotheby’s.

Framework centralizzato

Poiché gli acquirenti sono tenuti a sottoporsi a un ampio processo di verifica dell’identità e le aste sono condotte off-chain, non c’è assolutamente dubbio che questo mercato NFT utilizza un quadro centralizzato in cui Sotheby’s assume il ruolo di intermediario tra gli artisti e gli acquirenti.

Infrastruttura di pagamento ibrida

Su Sotheby’s Metaverse, gli acquirenti possono effettuare pagamenti con valuta fiat o criptovaluta. Le criptovalute supportate sono Bitcoin, USDC ed Ether. Vale la pena notare che la piattaforma non riceve pagamenti da portafogli self-hosted. Per effettuare pagamenti crittografici su Sotheby’s, devi inviare la tua moneta da portafogli di scambio gestiti da una delle seguenti società:

  • Fiducia di custodia Coinbase

  • Coinbase, Inc. (inclusi conti Coinbase, Coinbase Pro e Coinbase Prime)

  • Fidelity Digital Assets Services, LLC.

  • Gemini Trust Company, LLC

  • Paxos Trust Company, LLC.

Coloro che desiderano fare offerte con valute legali potrebbero effettuare pagamenti con uno qualsiasi dei sistemi convenzionali elencati di seguito:

  • Bonifico bancario

  • Carta di credito fino a $ 50.000 (Visa, AMEX o Mastercard)

  • China UnionPay

  • Dai un’occhiata

Premio dell’acquirente

Per ogni offerta vincente, l’offerente deve pagare un Buyer’s Premium e un Overhead Premium dell’1%, tranne nei casi in cui queste commissioni sono esentate. A seconda della posizione dell’acquirente e del prezzo di aggiudicazione dell’NFT in questione, il Buyer Premium varia solitamente tra il 13,9% e il 25%. Puoi controllare la tabella Buyer’s Premium qui  per maggiori dettagli.

Offerta reattiva

Sotheby’s abilita un sistema di offerta reattivo che automatizza la risposta all’offerta degli acquirenti fino al prezzo di offerta massimo predefinito . In altre parole, se hai l’offerta più alta per un NFT e vieni improvvisamente superata da un altro acquirente, il sistema aumenterà automaticamente la tua offerta per assicurarti che tu rimanga l’offerente principale. Tieni presente che questa infrastruttura di offerta reattiva non supererà l’importo massimo che sei disposto a pagare per l’NFT.

Nativamente Digital 1.2: I collezionisti

Dopo il lancio del Metaverse, Sotheby’s ha annunciato che la prima serie di aste NFT che sarà condotta sulla piattaforma si svolgerà tra il 18 ottobre 2021 e il 26 ottobre 2021.

Queste vendite hanno caratterizzato 53 lotti di opere d’arte prestigiose – tra cui un CryptoPunk , Bored Ape Yacht Club, carte collezionabili Rare Pepe, Cromie Squiggle e alcuni Cool Cats – di proprietà di 19 collezionisti e artisti. Alcuni dei noti collezionisti e artisti sono Paris Hilton, Pranksy, Steve Aoki e j1mmy.eth. È interessante notare che ogni nuovo utente è dotato di un avatar creato dal famoso artista NFT Pak.

L’asta di 8 giorni si è conclusa con successo con un totale di 17 milioni di dollari di vendite, il più alto dei quali è stato un raro Pepe NFT che è andato a 3,6 milioni di dollari.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Il token Shiba Inu può raggiungere 1 centesimo, 1 euro o 10 euro

Il token Shiba Inu può raggiungere 1 centesimo, 1 euro o 10 euro

MetaHero: cos’è e come funziona

MetaHero: cos’è e come funziona