in

Tokenomics: cosa sono e perchè sono importanti

Una delle domande più comuni che ricevo, o cose che sento quando parlo con persone nuove alla criptovaluta, è come mai il token X è questo prezzo ma Bitcoin è così tanto, o Ethereum è così tanto? Il token X può valere quanto Y? Vedo che questo è solo 5 centesimi dovrei comprarlo?

Queste domande portano a una discussione molto importante all’interno del mondo delle risorse digitali: tokenomics o economia dei token.

In questa edizione esamineremo i tokenomics, o in sostanza, l’offerta e la domanda, il loro effetto su una capitalizzazione di mercato crittografica e i loro prezzi individuali, e perché è rilevante se stai cercando di investire.

Capitalizzazione di mercato e offerta circolante

La capitalizzazione di mercato, o capitalizzazione di mercato, è il prezzo totale di un’attività nel suo complesso, che si basa sull’offerta circolante di tale attività. Bitcoin, ad esempio, ha attualmente un’offerta circolante di circa 18,6 milioni di BTC, ma la sua offerta massima è di 21 milioni, quindi la sua capitalizzazione di mercato aumenterà man mano che il resto dell’offerta Bitcoin viene estratto.

Al contrario, Cardano (ADA) ha attualmente un’offerta circolante di circa 31 miliardi e un’offerta massima di 45 miliardi, il che significa che quando entrambi sono al massimo dell’offerta ci saranno 2.100x ADA rispetto a BTC (di più se si considera il BTC bloccato nei portafogli che anche le chiavi private sono state perse). Quindi, quando guardi il prezzo di ADA rispetto a BTC è importante ricordare la differenza di offerta.

Una delle cose più interessanti della criptovaluta per coloro che investono in essa, è la conoscenza di un’offerta massima, che non è qualcosa che esiste con la valuta fiat che è in grado di essere stampata all’infinito e si traduce nell’inflazione che stiamo vedendo anno dopo anno.

Tokenomics: perché i token hanno valore

Il valore delle criptovalute deriva quindi da una combinazione di offerta e domanda a causa dell’utilità e della scarsità.

Bitcoin è considerato una riserva di valore dimostrabilmente scarsa, con un’offerta relativamente piccola, e questo crea domanda e valore. Non solo, ma si sa esattamente quando e quanto nuovo Bitcoin entrerà nel sistema, il che non è vero per valute come il dollaro degli Stati Uniti.

Ethereum deriva molto del suo valore dall’essere necessario per pagare tutte le transazioni sulla blockchain di Ethereum a causa delle commissioni sul gas, anche se questo è attualmente un processo insostenibile che sta costando agli utenti un sacco di soldi in commissioni di transazione.

Allo stesso modo, Binance Coin (BNB) è prezioso perché tenerlo significa ridurre le commissioni di trading su Binance Exchange e bruciare una porzione di token ogni trimestre, il che significa che i token che rimangono sono più spaventosi e quindi più preziosi. Poiché Binance ha il maggior volume di qualsiasi scambio, l’incentivo a ridurre le commissioni di trading è alto. Puoi anche utilizzare BNB su 130 coppie di trading su Binance oltre a poterle utilizzare per ricevere nuovi token drop. Sempre più commercianti ora accettano BNB come metodo di pagamento, aumentando ulteriormente la sua utilità.

Crypto.com Coin (CRO) offre vantaggi simili a BNB sul Crypto.com Exchange oltre ad essere punibile per un rendimento annuale degli interessi del 10% o per una carta di debito crittografica che offre incentivi come sconti sui pagamenti Spotify e Netflix.

Lo staking è un altro modo in cui i token creano valore per se stessi, CRO, Polkadot (DOT) e Cardano sono tutti esempi di criptovalute che puoi puntare e restituiscono agli utenti tassi di interesse più interessanti di qualsiasi istituzione finanziaria tradizionale. In questo scenario gli utenti vengono premiati per la protezione della rete con il loro CRO, DOT o ADA. Le transazioni su queste reti sono pagabili anche nel token nativo, aumentando il loro valore. Se qualcosa come i contratti intelligenti diventasse implementabile su queste reti allo stesso modo in cui lo sono su Ethereum, ciò aumenterebbe ulteriormente il loro valore.

Tokenomics e la loro importanza negli investimenti in criptovalute

In sostanza, più utile E spaventare un token è, più prezioso può diventare. Alla gente piace confrontare Cardano ed Ethereum perché sono concetti concorrenti, ma è importante ricordare che ci sono solo poco meno di 115 milioni di ETH in circolazione rispetto a oltre 31 miliardi di ADA. Affinché il prezzo sia paragonabile alle mele, l’offerta deve essere la stessa.

Detto questo, c’è un po ‘di psicologia quando si guarda agli investimenti e si pensa di poter ottenere una frazione di questo asset ma alcune centinaia di quest’altro allo stesso prezzo. Questo è un errore. Devi scavare in una tokenomica degli asset prima di investirci, decidere se ti piace come il progetto prevede di creare valore per il loro asset e se sarà sostenibile a lungo termine.

Quindi, quando si cerca di investire in criptovalute è importante considerare la tokenomics; La quantità di un bene c’è, come viene utilizzato, come può generare valore e il suo meccanismo di distribuzione (o burn), insieme allo scopo del progetto stesso. Questi fattori combinati ti aiuteranno a determinare se un asset è sopravvalutato, sottovalutato e se potrebbe essere qualcosa in cui vuoi investire.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
pexels cottonbro 3943748

Cos’è una criptovaluta di terza generazione?

pexels kindel media 6995252

Qual è la più piccola quantità di criptovalute che puoi acquistare?