in

Visti e permessi di lavoro in Svezia: la guida ai tipi di visto e ai requisiti per il permesso di lavoro

Ogni straniero che si trasferisce in Svezia dovrà conoscere il tipo di visto per vivere lì a lungo termine. I cittadini dell’UE/SEE e dei paesi nordici confinanti necessitano di un passaporto valido per l’ingresso e dovranno registrarsi presso l’autorità fiscale svedese al momento dell’assunzione.

Se non sei di questi paesi, dovrai anche conoscere i permessi di soggiorno temporanei e permanenti in Svezia, i documenti necessari per un permesso di lavoro, il costo di un visto per lavoro autonomo o come richiedere un visto se sei un operaio specializzato.

La prima cosa da sapere sui visti svedesi è che se sei un cittadino non UE/SEE, non puoi essere nel paese quando fai domanda. I cittadini UE/SEE hanno il diritto di soggiorno in Svezia e quindi possono trasferirsi nel Paese con o senza lavoro.

Tuttavia, dovranno avviare la procedura di richiesta del visto svedese se intendono rimanere nel paese a lungo termine. I cittadini di altri paesi nordici non devono fare nulla.

In questa sezione della guida, esaminiamo come richiedere un visto svedese, incluso il requisito principale: avere un’offerta di lavoro da un’azienda svedese. Esploriamo anche i passaggi aggiuntivi necessari, come inviare una copia del passaporto e pagare la tassa per il visto.

Imparerai anche la tempistica per ottenere il visto. Dato che non puoi entrare in Svezia prima di ottenere il tuo visto/permesso di lavoro, è importante tenere presente che per la maggior parte dei richiedenti dovrai attendere solo uno o due mesi prima che la tua domanda  venga approvata. Le regole sono diverse, tuttavia, per i diversi tipi di visto. I lavoratori autonomi, ad esempio, potrebbero aspettare fino a un anno.

Permessi di lavoro e visti basati sull’occupazione

A seconda del tuo paese di origine, avrai bisogno di un permesso di lavoro o di un visto di lavoro per lavorare in Svezia. Se sei un cittadino UE/SEE, hai il diritto di rimanere in Svezia. Ciò significa che non ci sono requisiti per il permesso di lavoro per lavorare lì. Quando entri in Svezia o cerchi lavoro, tutto ciò che devi fare è mostrare il passaporto.

In qualità di cittadino UE/SEE, puoi anche venire in Svezia per cercare lavoro. Una volta che avrai un lavoro e ti sarai stabilito in Svezia, dovrai registrarti presso l’Agenzia delle Entrate Svedese. Maggiori informazioni su questo nella nostra sezione Permessi di soggiorno di seguito.

In qualità di residente non UE/SEE, hai bisogno di un’offerta di lavoro per poter beneficiare di un permesso di lavoro, necessario per entrare in Svezia. Non è possibile entrare in Svezia, né iniziare a lavorare in Svezia, prima che ti venga concesso un permesso di lavoro.

Requisiti per un permesso di lavoro svedese

Per ottenere un permesso di lavoro svedese, è necessario soddisfare i seguenti requisiti:

  • Avere un passaporto valido.
  • Essere offerto un impiego conforme ai termini stabiliti dai contratti collettivi svedesi o standard per l’occupazione
  • Essere offerto uno stipendio mensile di almeno 13.000 SEK al lordo delle imposte o offerto uno stipendio alla pari con la posizione
  • Essere offerto un lavoro che includa l’assicurazione sanitaria, l’assicurazione sulla vita e la previdenza sociale.

Quando richiedi il permesso di lavoro, dovrai anche mostrare una prova di alloggio in Svezia e l’intenzione di lasciare il paese una volta concluso il contratto di lavoro.

Oltre ai requisiti che devi soddisfare per richiedere un visto di lavoro svedese, il tuo datore di lavoro svedese deve anche soddisfare determinati requisiti per assumerti. 

  • Il lavoro deve essere stato pubblicizzato nell’UE/SEE da almeno dieci giorni.
  • Il lavoro deve includere condizioni di lavoro alla pari con altri lavori svedesi all’interno dello stesso settore.

Come richiedere un visto di lavoro svedese

Puoi richiedere un visto di lavoro svedese di persona presso un’ambasciata svedese oppure online. Il modo più semplice è inviare online il modulo di richiesta del permesso di lavoro svedese

Fase uno: offerta di lavoro

Il tuo datore di lavoro svedese dovrà presentare un’offerta di lavoro scritta e ottenere l’approvazione dal sindacato competente per quanto riguarda il lavoro e lo stipendio. L’offerta di lavoro dovrebbe includere la durata del rapporto di lavoro, poiché questa è direttamente collegata al periodo di validità del visto.

Fase due: il datore di lavoro avvia la domanda

Una volta ricevuta e accettata un’offerta di lavoro, il tuo datore di lavoro avvierà la domanda online per te presso l’  Agenzia svedese per le migrazioni  ( Migrationsverket ). Per fare ciò, avranno bisogno della tua data di nascita, informazioni sulla tua cittadinanza, istruzione e indirizzo e-mail.

Passaggio tre: e-mail

Una volta che il tuo datore di lavoro ha avviato la domanda, riceverai un’e-mail per iniziare la tua parte del processo. Questo è il momento in cui dovrai elencare se ti trasferirai da solo o con la tua famiglia.

Fase quattro: inviare i documenti

Poiché oltre al permesso di lavoro avrai bisogno anche di un visto di soggiorno, gli unici documenti che dovrai presentare per il permesso di lavoro sono:

  • il passaporto (in particolare la pagina di identificazione nonché eventuali timbri o visti già presenti sul passaporto);
  • offerta di lavoro;
  • dichiarazione di un sindacato.

Fase cinque: costo

Il costo di un permesso di lavoro dovrebbe essere solo di 2.000 SEK (230 euro). I permessi per determinate professioni possono costare meno. 

Fase sei: aspetta

Il tempo di attesa per il tuo permesso di lavoro può variare notevolmente a seconda di diversi fattori: se hai fatto domanda online o di persona, se sei un lavoratore autonomo o dipendente di un’azienda e il settore in cui lavorerai. Per la maggior parte degli espatriati che lavorano in un’azienda svedese, il tempo di attesa va da uno a tre mesi. 

Tipi di permessi di lavoro speciali

Carta blu UE

La Carta blu UE è un permesso di lavoro e soggiorno per lavoratori altamente qualificati. Per qualificarti, devi esercitare una professione e avere un diploma universitario o cinque anni di esperienza lavorativa professionale.

Per richiedere la Carta blu UE sono necessari i documenti sia del dipendente che del datore di lavoro.

Il lavoratore è tenuto a possedere:

  • un passaporto valido;
  • una formazione universitaria equivalente a 180 crediti formativi universitari, ovvero cinque anni di esperienza professionale rilevante;
  • stipulato o richiesto una polizza assicurativa sanitaria completa che copra l’assistenza sanitaria e medica in Svezia;
  • un contratto di lavoro o un’offerta di lavoro altamente qualificato della durata di almeno un anno;
  • non meno di una volta e mezza lo stipendio medio lordo in Svezia, al lordo delle imposte.

I datori di lavoro sono tenuti a fornire:

  • prova che la posizione è stata pubblicizzata in Svezia, UE/SEO e Svizzera per almeno dieci giorni;
  • un’offerta di lavoro completa con condizioni alla pari con i contratti collettivi svedesi o condizioni standard per la posizione coperta.

La Svezia fissa una soglia salariale annuale che i titolari di Carta blu UE devono ricevere per qualificarsi come lavoratore altamente qualificato. Sebbene l’importo sia soggetto a modifiche annuali, a partire dal 2019 l’importo era di 51.900 SEK (5.900 euro).

Permesso ICT

Un permesso ICT è per gli espatriati che lavorano per un’azienda al di fuori dell’UE e si stanno trasferendo alla filiale svedese di tale azienda. Solo i residenti extra UE devono presentare domanda. Questo permesso si applica solo ai dipendenti in posizioni manageriali o specialistiche.

Come per la Carta blu UE, l’idoneità per il permesso ICT richiede la documentazione sia da te che dal tuo datore di lavoro.

Per avere diritto al permesso ICT devi you

  • avere un passaporto valido;
  • aver prestato servizio come manager, specialista o tirocinante per più di 90 giorni presso l’azienda in Svezia;
  • avere le qualifiche professionali e l’esperienza richieste per l’incarico di dirigente o specialista, o avere la formazione richiesta per una posizione di tirocinante;
  • avere un contratto di lavoro dal tuo paese d’origine;
  • sono stati assunti per almeno tre mesi senza interruzione al momento del trasferimento all’interno dell’azienda;
  • essere in grado di trasferirsi in un paese extra UE, ma rimanere all’interno della propria azienda o di un’azienda dello stesso settore;
  • essere in grado di verificare la qualifica per esercitare la tua professione in Svezia se si tratta di una professione regolamentata.

Il tuo datore di lavoro deve

  • creare un’offerta di lavoro;
  • offrire un compenso che sia almeno allo stesso livello dei contratti collettivi svedesi o di quanto è consueto nella professione o nell’industria;
  • offrire condizioni di lavoro almeno allo stesso livello dei dipendenti distaccati in Svezia;
  • offrire un lavoro che ti dia la possibilità di mantenerti;
  • creare un’offerta di lavoro che includa
    • nome e indirizzo del datore di lavoro;
    • quando è iniziata l’occupazione al di fuori dell’UEE;
    • la città in cui si svolgerà il lavoro/formazione;
    • breve descrizione delle mansioni del dipendente;
    • stipendio e altri benefici sul libro paga;
    • la designazione professionale o il titolo di lavoro del dipendente (non applicabile ai tirocinanti).

Come il normale visto di lavoro, anche una Carta blu UE o un permesso ICT costerà 2.000 SEK (230 euro). Alle occupazioni speciali potrebbe essere richiesto di pagare ulteriori 1.000 SEK (115 euro).

Una nota sui visti familiari

Se sei un cittadino extra UE/SEE e ti viene concesso un permesso di lavoro, il tuo partner/coniuge e i tuoi figli possono raggiungerti. Tuttavia, dovranno richiedere i propri permessi di soggiorno. Questo può essere fatto insieme alla tua applicazione o separatamente.

Visti per affari per la Svezia

Se hai intenzione di visitare temporaneamente la Svezia per motivi di lavoro, avrai bisogno di un visto per affari. Questo sarà un visto Schengen di ingresso una tantum, anche se ci sono ancora alcuni requisiti specifici per la Svezia.

Per richiedere un visto per affari svedese, avrai bisogno di:

  • un passaporto valido (valido per almeno sei mesi);
  • un modulo di domanda di visto per affari svedese;
  • due fotografie formato tessera;
  • un visto di residenza;
  • un estratto conto;
  • prova di assicurazione di viaggio;
  • referenze commerciali compreso un invito da parte della società o organizzazione svedese;
  • prova di una prenotazione alberghiera svedese e di una prenotazione aerea per la Svezia.

Visti per lavoro autonomo

Come lavoratore autonomo puoi lavorare in Svezia fino a tre mesi senza permesso. Dopo tre mesi, dovrai ottenere un visto per lavoro autonomo. Lo stesso vale per i cittadini UE/SEE. 

Commerciante unico

Ci sono un paio di termini da conoscere come lavoratore autonomo in Svezia. Il primo è Enskild Näringsidkare , che si traduce direttamente in ditta individuale . Per essere un’impresa individuale, devi avviare una tua società individuale (il secondo termine per sapere, Enskild Firma ) con responsabilità personale. Dovrai tenere traccia dei tuoi conti con attenzione, anche se se hai meno di 10 dipendenti non hai bisogno di un contabile.

Tieni presente che, quando ti registri in Svezia, sei tenuto a pagare le tasse sul tuo reddito da tutti gli altri paesi. Leggi di più sulle tasse svedesi nella nostra guida Banche e tasse in Svezia . 

Requisiti per un visto per lavoro autonomo in Svezia

I requisiti per il visto per lavoro autonomo in Svezia sono i seguenti:

  • passaporto valido
  • significativa esperienza nel tuo campo e precedente esperienza nella gestione di un’attività in proprio
  • conoscenza documentata e pertinente di svedese e/o inglese
  • prova che stai gestendo l’attività, che ne hai la responsabilità ultima e che possiedi almeno la metà dell’attività
  • prova che i servizi o i beni dell’impresa sono venduti e/o prodotti in Svezia
  • fondi sufficienti per sostenere te e, se applicabile, la tua famiglia durante i primi due anni
  • documentazione di origine affidabile per il tuo budget
  • contatti con i clienti stabiliti e/o una rete in Svezia
  • prova che la tua azienda, dopo un periodo di prova di due anni, avrà le sue finanze in equilibrio e hai la capacità di sostenere te stesso e la tua famiglia, se applicabile (il sostegno al reddito è calcolato secondo lo standard nazionale svedese per il sostegno al reddito più i costi dell’alloggio )

Oltre a soddisfare i requisiti di cui sopra, dovrai anche fornire i seguenti documenti:

  • copia del passaporto comprensiva della pagina di identità e delle pagine con timbri e visti
  • estratti conto bancari che dimostrino fondi sufficienti per sostenere te e la tua famiglia per almeno due anni
    • 200.000 SEK per una persona (22.800 euro)
    • 100.000 SEK per un coniuge (11.400 euro)
    • 50.000 SEK per ogni bambino (5.700 euro)
    • estratti conto bancari che dimostrano fondi per sostenere l’attività the
    • contratto di vendita se hai acquistato uno spazio ufficio office
    • contratti con clienti e fornitori
    • bilanci annuali degli ultimi due anni se l’attività è in funzione da più anni for
    • stato patrimoniale e conto economico per l’esercizio in corso
    • certificato del corso o altra prova che parli svedese e/o inglese
    • certificati per comprovare il tuo background educativo
    • certificati dei precedenti datori di lavoro
    • certificato di registrazione per le aziende che possiedi o hai posseduto al di fuori della Svezia

Se stai richiedendo il visto per la prima volta, dovrai iniziare il processo presentando tutto all’ambasciata o al consolato svedese nel tuo paese di origine. Il costo del visto sarà lo stesso di un normale permesso di lavoro: 2.000 SEK (200 euro). Il tempo di attesa, tuttavia, sarà di circa 10-15 mesi.

Dopo aver ricevuto il visto per lavoro autonomo

Il tuo visto per lavoro autonomo dovrebbe essere valido per due anni, a meno che tu non abbia dichiarato di aver bisogno di una durata più breve. Dopo i due anni, l’agenzia di migrazione dovrà verificare quanto segue:

  • il richiedente è ancora in grado di mantenere se stesso e le persone a carico;
  • il richiedente gestisce l’azienda in conformità al piano aziendale riportato;
  • la società è registrata presso l’Ufficio di registrazione delle società svedese ( Bolagsverket );
  • i permessi commerciali (se necessari) sono in corso;
  • richiedente vive in Svezia e prova che l’attività è gestita dalla Svezia.

Se ti viene concesso un visto per lavoro autonomo, puoi usarlo per portare la tua famiglia in Svezia con te. Devono richiedere i propri visti e la durata del loro soggiorno sarà la stessa del tuo permesso di lavoro autonomo.

Permessi di soggiorno: temporanei e permanenti and

Imparare a diventare un residente permanente o temporaneo in Svezia varia a seconda del paese di origine. Se sei un cittadino dell’UE, hai diritto di soggiorno e non hai bisogno di un permesso di soggiorno. Tuttavia, i cittadini dell’UE dovrebbero comunque registrarsi presso l’Agenzia delle Entrate svedese come trasferiti in Svezia. Ciò ti consentirà di ottenere un  numero personale , di cui hai bisogno se vivi in ​​Svezia a lungo termine.

I concittadini scandinavi, cittadini di Norvegia, Finlandia, Danimarca e Islanda, non hanno bisogno di alcun tipo di permesso e possono andare e venire a loro piacimento, proprio come ai tempi dei Vichinghi.

Gli espatriati che arrivano da paesi non UE/SEE devono avere un lavoro per vivere in Svezia. Come notato in precedenza, ciò richiede di ottenere un lavoro e un permesso di lavoro prima di arrivare in Svezia.

Permesso di soggiorno temporaneo: requisiti e tasse

Per compilare la domanda di permesso di soggiorno temporaneo come cittadino extracomunitario è necessario presentare i seguenti documenti:

  • passaporto;
  • offerta di lavoro svedese;
  • offerta di stipendio;
  • prova dell’assicurazione sanitaria e sulla vita e della previdenza sociale offerta dal datore di lavoro.

La residenza temporanea ti dà il diritto di vivere e lavorare temporaneamente in Svezia. Potrai rinnovarlo ogni anno a seconda delle condizioni del tuo permesso, ma tieni presente che questo non è garantito. Se cambi lavoro mentre sei in Svezia, dovrai aggiornare questo stato sul tuo permesso di soggiorno.

Come ottenere la residenza permanente in Svezia

Per ottenere la residenza permanente in Svezia, devi aver vissuto nel paese ininterrottamente per cinque anni. Ai cittadini dell’UE sarà concessa questa residenza alla fine del quinquennio, anche se parte di quel tempo è stato trascorso senza lavoro. I cittadini extracomunitari dovranno dimostrare di aver lavorato per tutti i cinque anni (anche se si tratta di lavoro autonomo) e di poter mantenere se stessi e le loro famiglie.

I vantaggi della residenza permanente in Svezia

Alcuni dei vantaggi di avere una residenza permanente in Svezia sono evidenti. Per cominciare, non ti sarà più richiesto di rinnovare il permesso per vivere e lavorare in Svezia. Puoi anche cambiare lavoro liberamente senza dover cambiare anche il permesso di soggiorno.

Altri vantaggi includono i membri della famiglia che possono raggiungerti in Svezia ai sensi delle leggi svedesi sul ricongiungimento familiare. Con un visto svedese temporaneo, i membri della famiglia possono unirsi a te, ma dovranno richiedere il proprio visto.

Tieni presente che la residenza permanente non significa cittadinanza. Se lasci la Svezia per un lungo periodo, la tua residenza permanente sarà revocata. Questa volta potrebbe essere da due a sei anni a seconda del permesso specifico. Allo stesso modo, se commetti un reato grave, rischi anche l’espulsione e la revoca del permesso.

Requisiti per il visto di residenza permanente per la Svezia

Come affermato in precedenza, ai cittadini dell’UE verrà automaticamente concessa la residenza permanente dopo cinque anni continuativi che vivono in Svezia. I cittadini extracomunitari devono possedere i seguenti requisiti:

  • Devono aver vissuto in Svezia ininterrottamente per cinque anni.
  • Devono avere un permesso di soggiorno valido per cinque anni.
  • Devono essere stati in grado di mantenere se stessi e la loro famiglia.

Inoltre, il permesso di soggiorno che ti è stato concesso deve essere stato con l’intento di vivere e lavorare in Svezia per un periodo di tempo considerevole. Se ti sei trasferito in Svezia come studente o come lavoratore temporaneo come au pair, non avrai diritto alla residenza permanente.

Domanda di residenza permanente in Svezia

Per richiedere la residenza permanente, dovrai compilare un modulo chiamato  ansökan om ställning som varaktigt bosatt, numero 138011 . Questo è disponibile solo in svedese. Dovrai inviarlo all’Agenzia svedese per la migrazione per via elettronica o di persona.

I documenti richiesti includono:

  • copia del documento di viaggio valido
  • documenti che dimostrino come hai mantenuto te stesso e la tua famiglia nei cinque anni precedenti (ad esempio, certificati di lavoro, dichiarazioni del reddito dichiarato, certificati che mostrano la tua pensione o prova dei beni che hai in banca)

La tassa per la residenza permanente in Svezia è di 1.000 SEK (115 euro). I richiedenti esenti dal pagamento sono familiari di cittadini nordici, cittadini dell’UE e loro familiari e cittadini svizzeri.

Visti per coniugi e familiari in Svezia

Se sei sposato, convivente o figlio di un residente svedese, puoi richiedere un visto di residenza. Per i coniugi e le persone partner (nel senso che non sei legalmente sposato ma hai vissuto in una relazione “simile al matrimonio” per un periodo di tempo significativo), quanto segue è la procedura per il visto del coniuge/fidanzato in Svezia.

Devi compilare il modulo  online , ma prima di farlo assicurati di soddisfare i seguenti requisiti:

  • Tu e la persona con cui ti trasferisci in Svezia dovete avere almeno 18 anni.
  • Dovrai essere in grado di pagare la quota di iscrizione tramite Visa o MasterCard.
  • Dovrai essere in grado di scansionare o fotocopiare i documenti che devono essere allegati.

Dovrai inoltre presentare i seguenti documenti:

  • passaporto valido
  • se sei sposato:
    • certificato di iscrizione anagrafica, contratto di locazione o prova di acquisto per il tuo alloggio o altro documento che dimostri che hai condiviso un alloggio
    • un documento che dimostri la convivenza, ad esempio un contratto di locazione in cui compaiono entrambi i vostri nomi, o fatture precedenti che mostrano il vostro nome e indirizzo
    • se aspetti un bambino:
    • certificato di gravidanza
    • se porti con te bambini di età inferiore ai 18 anni:
    • copie del passaporto del bambino che mostrano dettagli personali, foto, firma se applicabile, numero di passaporto, paese di emissione, periodo di validità e se il bambino ha il permesso di vivere in paesi diversi dal loro paese di origine
    • certificato di nascita del bambino o certificato di nascita di uno dei genitori
    • consenso dell’altro tutore che il bambino possa trasferirsi in Svezia con te, se questa persona non ti accompagna in Svezia
    • una decisione del tribunale se hai l’affidamento esclusivo o un certificato di morte se l’altro genitore è deceduto
    • documenti di adozione se il bambino viene adottat
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Banche e tasse in Germania: una guida completa sull’apertura di un conto bancario e sulla gestione delle tasse

Banche e tasse in Germania: una guida completa sull’apertura di un conto bancario e sulla gestione delle tasse

I migliori ETF sulla crescita per il terzo trimestre del 2021

I migliori ETF sulla crescita per il terzo trimestre del 2021