in

Acquistare Bitcoin con zero commissioni: esiste un modo?

Una delle prime domande che la maggior parte dei principianti di criptovalute ha è se possono evitare completamente le commissioni quando acquistano Bitcoin per la prima volta. Sfortunatamente, al momento non c’è modo di pagare un importo in commissioni o premi quando si acquista bitcoin.

Le aziende che pubblicizzano zero commissioni di solito realizzano il loro profitto acquistando bitcoin al di sotto dei tassi di mercato e poi vendendolo per di più.

Anche se trovi un’azienda che vende bitcoin con zero commissioni e zero premi, devi comunque pagare una commissione di transazione di rete (nota anche come commissione di mining) quando invii il bitcoin al tuo portafoglio. Dai un’occhiata al nostro articolo “Perché ho bisogno di un portafoglio crittografico?” per ulteriori informazioni sull’utilizzo del tuo portafoglio.

È importante sapere quali tipi di commissioni potresti incontrare quando acquisti bitcoin. Questo articolo spiega i quattro tipi di commissioni che potresti incontrare e fornisce suggerimenti su come ridurre al minimo le commissioni quando acquisti bitcoin. Mentre la possibilità di acquistare bitcoin senza commissioni non è fattibile a questo punto, puoi comunque pagare commissioni molto basse.

Tipi di commissioni da considerare quando si acquistano Bitcoin

Commissioni di finanziamento e prelievo sugli scambi

Alcuni scambi richiedono il pagamento di una commissione per inviare denaro o ricevere denaro dalle loro piattaforme. Questo può includere sia le valute tradizionali che le criptovalute. La commissione che uno scambio addebita per aggiungere fondi al tuo account è chiamata “commissione di finanziamento” o “commissione di deposito”. La commissione che addebitano per inviare fondi dal tuo account a un portafoglio esterno è chiamata “commissione di prelievo”.

Questi due tipi di commissioni possono essere gestiti in modi diversi.

Alcuni scambi addebitano una commissione fissa (di solito ovunque da $ 1,99 a $ 5) o una percentuale (0,02% fino all’1% in alcuni casi).

Queste commissioni di deposito e prelievo possono essere molto importanti per capire se sei nuovo alla crittografia. Ad esempio, se si volesse acquistare una minuscola quantità di Bitcoin – diciamo $ 10 – la commissione fissa di uno scambio crittografico di $ 2,99 sarebbe un problema serio. In tal caso sarebbe molto meglio utilizzare uno scambio che addebita una percentuale.

Inoltre ci sono anche commissioni diverse a seconda dello strumento finanziario che si utilizza per depositare o prelevare. In generale le carte di credito e di debito sono i modi più costosi per depositare sugli scambi crittografici (sebbene siano anche i più veloci) mentre i bonifici bancari sono economici o addirittura gratuiti in alcuni casi (ma possono richiedere fino a pochi giorni per essere elaborati).

Commissioni di trading

La maggior parte degli scambi addebita una piccola quantità, di solito dallo 0,1% allo 0,2%, per ogni operazione effettuata sulla loro piattaforma. Questo potrebbe non sembrare molto, ma può sommarsi se scambi frequentemente criptovalute.

Potresti vedere queste commissioni di trading indicate come commissioni “maker” e “taker”. Questi termini si riferiscono al fatto che stai “facendo” un ordine (cioè aggiungendo un nuovo ordine al loro portafoglio ordini), o stai “prendendo” un ordine (cioè riempiendo un ordine che qualcun altro ha già aggiunto al libro degli ordini). Le commissioni dei maker sono in genere scontate rispetto alle commissioni di acquisto perché gli scambi vogliono incentivare le persone a creare nuovi ordini. I nuovi ordini aumentano la liquidità (la quantità di attività di trading che si sta svolgendo), il che rende lo scambio più prezioso.

Premi

Alcune aziende che acquistano e vendono criptovalute affermano di non addebitare alcuna commissione, ma realizzano profitti addebitando un premio sul bitcoin che vendono. Ad esempio, se il prezzo di mercato di un bitcoin è $ 7000, la società acquisterà bitcoin a quel prezzo e poi lo venderà per $ 7200.

Questo è spesso indicato come “spread” ed è importante fare qualche ricerca e avere un’idea di come sia lo spread sullo scambio che si desidera utilizzare. Può essere difficile trovare il “vero” prezzo di una criptovaluta, ma se controlli abbastanza scambi avrai un’idea migliore di ciò che è ragionevole.

Commissioni di transazione (commissioni di mining)

Oltre a qualsiasi altra commissione o premio che potresti pagare, quando acquisti bitcoin o quasi qualsiasi altra criptovaluta, dovrai pagare le commissioni di transazione. Una commissione di transazione è anche nota come commissione di mining o di rete e viene pagata a qualsiasi minatore aggiunga la transazione alla blockchain. Ciò significa che se vuoi possedere veramente bitcoin, devi pagare le commissioni di transazione per avere il bitcoin inviato al tuo portafoglio.

Il costo delle commissioni di transazione si basa su quante persone utilizzano la rete, quindi variano drasticamente. Negli ultimi anni sono stati bassi come pochi centesimi, ma possono anche raggiungere fino a $ 62 (!) per transazione. Questo è un problema in corso con la rete Bitcoin e varie tecnologie sono in fase di sviluppo per affrontare l’elevato costo di transazione (incluso il Lightning Network), ma per il momento è importante controllare le attuali commissioni di transazione prima di inviare.

È anche importante sapere, tuttavia, che gli scambi e i portafogli spesso pagano più della commissione minima per ottenere la transazione aggiunta alla blockchain più velocemente. Infine, e questo è importante, le commissioni di transazione non aumentano con la quantità di bitcoin inviata: puoi inviare 0,0001 BTC o 1000 BTC per la stessa commissione!

Riduzione delle commissioni per l’acquisto di Bitcoin

Quando scegli da quale scambio acquistare, non guardare solo il prezzo che offrono. È anche molto importante esaminare la struttura delle tariffe. Lo scambio addebita ai suoi utenti di inviare denaro da o verso i propri conti di scambio? Ci sarà una commissione di trading aggiuntiva addebitata quando acquisti bitcoin su questo scambio? C’è un premio incluso nel loro prezzo? Rispondere a queste domande ti darà un’idea più realistica di ciò che finirai per spendere in bitcoin da un dato scambio.

Puoi anche risparmiare sulle commissioni acquistando bitcoin direttamente da qualcuno che conosci che potrebbe voler vendere. Fai molta attenzione se segui questa strada poiché ci sono così tanti truffatori là fuori. È possibile che un truffatore impersoni uno dei tuoi amici o familiari e faccia finta di volerti vendere bitcoin.

Sommario

È utile considerare i diversi tipi di commissioni e premi che potresti dover pagare quando acquisti bitcoin. Ma ricorda, fai molta attenzione ai truffatori: è ancora più importante acquistare bitcoin da una fonte affidabile e rispettabile (ne abbiamo recensiti alcuni qui).

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
a1

Questrade: cos’è e cosa offre

pexels tracy le blanc 607812

35 account Twitter Crypto da seguire