in

Airdrop: la guida completa

Nella maggior parte dei casi, le piattaforme crittografiche richiederanno agli utenti di seguire, unirsi e iscriversi alle loro pagine o canali di social media in cambio dell’idoneità per l’airdrop. A volte il picchettamento è un altro prerequisito. Aderire a questi requisiti consentirà agli utenti della piattaforma di ricevere i token gratuiti attraverso quella che viene chiamata “distribuzione airdrop” che viene effettuata da app specializzate direttamente sul dispositivo.

Ciò significa che se sei interessato ad afferrare alcune monete gratuite, tutto ciò che devi fare è fornire il tuo indirizzo di portafoglio, seguire le istruzioni della piattaforma e attendere che appaiano i token.

Qual è la motivazione dietro Airdrops?

Come accennato, gli airdrops sono utilizzati principalmente come strumento di marketing tra molte società basate su blockchain e criptovalute. Tuttavia, oltre alla sua utilità come strategia di marketing, gli airdrop sono anche utili per garantire un’equa distribuzione dei token della piattaforma.

Gli airdrop sono anche un modo decente per garantire un maggiore interesse da parte del pubblico su un particolare progetto, aumentando così il cambiamento dell’aumento dei token di quel progetto. Una volta che una massa critica di utenti inizia a interagire con una piattaforma grazie all’airdrop, la consapevolezza della piattaforma aumenta e i membri del team del progetto possono anche espandere la propria rete aumentando lo sviluppo della piattaforma.

Per aggiungere, anche i titolari del token della piattaforma e i primi utenti beneficeranno degli airdrop. Airdrop di token aggiuntivi significa che un numero maggiore di persone verrà a conoscenza della tua presenza, il che a sua volta si traduce in una maggiore domanda per il tuo token, e questo aumento potrebbe avere un effetto positivo sul valore complessivo del token della tua piattaforma.

Infine, i singoli ecosistemi di criptovaluta beneficeranno di più persone che hanno, commerciano e scambiano la crittografia.

Essenzialmente gli airdrop aumentano la liquidità e la distribuzione.

Quali sono i requisiti per Airdrops?

Nella maggior parte dei casi, per poter aderire a un airdrop, dovrai soddisfare requisiti specifici dalla piattaforma di hosting. Questo perché alcuni airdrop consentono solo un numero fisso di partecipanti, il che significa che non tutti coloro che si iscrivono possono ricevere token. Oltre a ciò, in alcuni casi, potrebbe esserci anche un requisito minimo per quanto dovresti tenere del token in questione. Pertanto, l’airdrop potrebbe applicarsi solo ai titolari di token che hanno partecipato alla prevendita del progetto.

Mentre i requisiti e le condizioni per ogni airdrop variano a seconda delle regole e dei regolamenti del progetto, è importante notare che la maggior parte dei progetti non richiederà di fornire informazioni personali purché l’indirizzo del portafoglio e il token in possesso siano elencati tra i requisiti di idoneità. Inoltre, gli airdrop legittimi non chiederanno mai agli utenti di investire nell’airdrop. Una volta qualificato per l’airdrop di un progetto, partecipare e ricevere token non dovrebbe essere un problema.

Esempi di Airdrops

Esempi popolari di airdrop includono la distribuzione di token SOS da parte di OpenDao che sono stati premiati agli utenti che avevano precedentemente interagito con il mercato NFT di OpenSea. Per questo airdrop, non era necessario che i destinatari completassero le attività. Tutto quello che dovevano fare era ricevere i token dal sito web OpenDao. Con l’airdrop, OpenDao è riuscito a raddoppiare il suo seguito su Twitter da meno di 60.000 a più di 150.000 al momento della scrittura.

Uniswap, uno degli scambi meglio decentralizzati sull’ecosistema Ethereum, ha anche lanciato un airdrop con il lancio del loro token di governance UNI. Alla fine dell’operazione, 150 milioni di token di governance UNI sono stati distribuiti agli abitanti di Ethereum che avevano precedentemente interagito con il DEX in un modo o nell’altro. ciò significava che ogni portafoglio che avesse mai interagito con Uniswap prima dell’airdrop poteva richiedere 400 token UNI del valore di oltre $ 1000 all’epoca. Attualmente, la stessa quantità di UNI vale circa $ 4000.

Il rovescio della medaglia degli Airdrops

Per quanto grandi possano sembrare, gli airdrops potrebbero non essere per tutti. Questo perché i token che ricevi dall’airdrop della piattaforma di solito non hanno alcuna garanzia e non possono mai essere scambiati sugli scambi di criptovaluta.

In alcuni casi, i token non possono essere utilizzati per fare altro che essere memorizzati nel tuo portafoglio e diventeranno preziosi solo se la piattaforma diventa popolare e di successo.

Fai attenzione ai truffatori Airdrop

Gli airdrops offrono un ottimo modo per attirare l’interesse delle persone verso nuovi progetti e token di criptovaluta. Offrono inoltre agli appassionati di criptovalute un modo semplice per essere investiti in un progetto che ha un potenziale.

Tuttavia, ciò non significa che tutti i lanci aerei siano uguali. Alcuni potrebbero richiedere ai partecipanti di completare le attività per i token, mentre altri potrebbero non valere nulla senza una crescita iniziale degli utenti sulla piattaforma in questione. La linea di fondo è questa: se hai tempo e fatica, è possibile fare soldi facili; Tuttavia, come molte altre cose nel cripto-mondo, è importante prestare attenzione quando si tratta di offerte apparentemente allettanti. Questo perché alcuni truffatori usano gli airdrops come esca per rubare le tue informazioni personali e denaro.

Finché fai le tue ricerche prima di immergerti in un airdrop, non c’è nulla di cui preoccuparsi. Puoi sempre finire con un piccolo bonus gratuito che aumenterà il numero di token nel tuo portafoglio senza alcuno sforzo da parte tua.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
pexels antoni shkraba 5583964

Cripto “blue-chip”: cosa sono e come vengono considerati

pexels artem podrez 8989470

Bitcoin utilizza la proof-of-work?