in

Analisi del prezzo delle azioni Xiaomi

Attività dell’azienda Xiaomi

Cominciamo la nostra analisi del titolo Xiaomi con un importante promemoria su questa azienda e sulle sue attività. È infatti importante conoscere adeguatamente questo gruppo e i suoi segmenti principali per comprendere le sfide e le possibilità di crescita.

Il gruppo Xiaomi è una società cinese che, più precisamente, è una holding. Svolge la sua attività principalmente nella telefonia mobile, nell’Internet of things o prodotti lifestyle, nella fornitura di servizi Internet, oltre che nella relativa attività di investimento. Il gruppo si impegna anche nella ricerca e sviluppo in questi vari segmenti.

Possiamo così suddividere l’attività di Xiaomi in 4 principali settori principali, che sono: il segmento smartphone, specializzato nello sviluppo e vendita di smart phone; l’Internet of Things (IoT) e il segmento dei prodotti lifestyle, che commercializza altri prodotti per la casa come smart TV, laptop, altoparlanti con intelligenza artificiale, prodotti ecosistemici, altri tipi di materiali intelligenti e prodotti lifestyle; il segmento dei servizi Internet, che offre servizi pubblicitari e servizi Internet a valore aggiunto e, infine, un quarto settore che offre soprattutto servizi di riparazione di prodotti hardware.

Per quanto riguarda la distribuzione del fatturato del gruppo Xiaomi per segmenti, evidenziamo che oltre il 70% dei suoi ricavi proviene dal segmento degli smartphone. L’Internet delle cose e lo stile di vita rappresentano il 20,5% del fatturato del gruppo, mentre i prodotti e servizi Internet rappresentano l’8,6% e il resto lo 0,6%.

È anche interessante conoscere la distribuzione geografica di questi ricavi, dal momento che Xiaomi continua ad ottenere oltre il 72% del fatturato in Cina, contro solo il 28% nel resto del mondo (dati di fine 2018).

Xiaomi attualmente impiega 16.683 persone.

Conosci la concorrenza delle azioni Xiaomi

Oltre a conoscere adeguatamente le attività svolte dal gruppo Xiaomi, devi anche conoscere il suo settore di attività ei suoi principali concorrenti nel mercato. Quindi ora vi presentiamo un riepilogo dei principali avversari in questo gruppo e alcune informazioni utili su di loro. Ovviamente il segmento più importante per Xiaomi è quello degli smartphone, quindi ci concentreremo su di esso.

  • Il principale concorrente di Xiaomi oggi è, ovviamente, il gruppo cinese Huawei, che detiene molte quote di mercato sia in Cina che nel resto del mondo. Questa società, creata nel 1987, è specializzata nella fornitura di soluzioni nel settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. All’inizio Huawei era una società specializzata nella fornitura di reti di telecomunicazioni a diversi operatori, e forniva materiali, programmi e servizi per le reti di telecomunicazioni degli operatori e le reti informatiche delle società. Da allora, il gruppo è diventato uno dei principali fornitori di terminali digitali, soluzioni di rete e cloud per operatori, aziende e consumatori.
  • Dovremo anche tener conto della concorrenza esercitata dal gruppo Oppo, che è un brand di smartphone che appartiene al gruppo multinazionale BBK Electronics, che possiede anche altri brand di telefoni come Vivo, di cui parleremo più avanti. Attualmente, il marchio è al terzo posto nella classifica dei marchi di smartphone più venduti al mondo, con l’11% delle quote di mercato. L’azienda è specializzata nella produzione e vendita di smartphone e in precedenza produceva e vendeva anche lettori MP3, MP4, lettori DVD / Blu-Ray e altri tipi di apparecchiature di lettura audio o video. Quando si tratta del segmento degli smartphone,
  • Un altro concorrente cinese di Xiaomi che dobbiamo seguire da vicino è il produttore Vivo, specializzato anche nella produzione e vendita di smartphone e, più nello specifico, telefoni di fascia alta. Questa azienda è da alcuni anni uno dei maggiori produttori di smartphone al mondo. Appartiene anche al gruppo BBK Electronics. Grazie al successo riscosso in alcuni mercati come Thailandia, India, Malesia e altri paesi asiatici come il Pakistan, questo marchio ha conosciuto una forte crescita negli ultimi anni. 
  • Certo, la gigantesca MelaÈ anche uno dei principali avversari di Xiaomi. Questa multinazionale americana è specializzata nella progettazione e vendita di prodotti elettronici per il grande pubblico, personal computer o software. L’azienda è meglio conosciuta per i suoi computer Macintosh, lettori multimediali iPod e, ovviamente, iPhone. Il gruppo si batte per la posizione di leader mondiale nella vendita di smartphone con altre aziende come Huawei e Samsung, di cui parleremo di seguito. Il gruppo Apple impiega attualmente più di 116.000 persone in tutto il mondo e possiede e gestisce più di 499 Apple Store in 22 paesi. Gestisce anche un negozio online che vende dispositivi e programmi Apple e di terze parti.
  • Infine, l’ultimo dei concorrenti più importanti di Xiaomi è il gruppo coreano Samsung , che è anche tra i primi 3 venditori di smartphone al mondo. È uno dei principali conglomerati coreani. All’interno del gruppo troviamo diverse società, come Samsung Electronics, che si occupa dello sviluppo e della produzione di smartphone e televisori, oltre ad altri prodotti tecnologici come i computer.

Quando ti prepari a investire online nel prezzo delle azioni Xiaomi, ti suggeriamo di fare sempre uno studio completo di questa concorrenza per determinare come questi concorrenti possono influenzare, attraverso i loro risultati o le loro notizie, nel prezzo di questi valori.

Alleanze strategiche stabilite dal gruppo Xiaomi

Per approfondire un po ‘l’analisi del prezzo delle azioni Xiaomi, bisognerebbe tenere in considerazione anche i partner e gli alleati del gruppo. Xiaomi molto spesso stringe alleanze strategiche con altre aziende internazionali per aumentare la propria crescita. Quindi ora ti suggeriamo di scoprire alcuni esempi recenti.

  • La prima associazione di cui parleremo è stata firmata da Xiaomi e dall’azienda di arredamento svedese Ikea nel campo della domotica. Questa associazione ci fa pensare che il gruppo Ikea sia sempre più interessato al mercato della smart home e, quindi, voglia collaborare con uno specialista in oggetti connessi. Ikea, infatti, ha recentemente lanciato un’offerta di lampadine connesse e in questo caso vuole collaborare con Xiaomi per rendere queste lampadine compatibili con il sistema domotico sviluppato dal produttore cinese e denominato Mi Home. Attraverso questa alleanza, gli utenti potranno controllare l’illuminazione delle proprie case grazie a una console appositamente sviluppata da Xiaomi, lanciata sul mercato a dicembre 2018.
  • Un’altra associazione interessante che dobbiamo conoscere, e peraltro recente, è quella che si è instaurata tra Xiaomi e il gruppo Cdiscount. In questo caso si tratta di un contratto di esclusiva di un mese per la vendita dell’ultimo telefono del brand cinese, lo Xiaomi Mi9T. Questo prodotto è stato il primo ad essere disponibile con consegna a domicilio in meno di 30 minuti a Parigi, Francia, grazie ad un’altra partnership tra il portale di vendita Cdiscount e la catena di supermercati Franprix. Segnaliamo che Cdiscount è attualmente il primo venditore di telefoni sul mercato francese e, inoltre, è il leader nella telefonia mobile online. Dal 2018, Cdiscount commercializza anche l’intera gamma di prodotti disponibili da questo marchio sul mercato francese.
  • Infine, l’ultima partnership di cui parleremo è quella che Xiaomi ha stabilito nel 2019 con il suo concorrente Samsung. Le due società stanno ora lavorando per dotare tutti i telefoni Xiaomi di un fotosensore da 108 milioni di pixel sviluppato da Samsung. Il sensore sarà un record assoluto per la definizione dell’immagine, dal momento che gli altri telefoni sul mercato hanno una definizione molto inferiore a questa. Per raggiungere il suo obiettivo, il gruppo Samsung ha utilizzato la tecnologia Tetracell, che fonde 4 pixel in uno e consente di aumentare l’area necessaria per assorbire la luce e ottenere così una foto con una definizione superiore a 27 milioni di pixel.

Nonostante abbiamo qui presentato vecchie e recenti associazioni Xiaomi, l’ideale è cercare di individuare le future alleanze di questo gruppo per sfruttare l’effetto che avranno sul prezzo di questi valori.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Analisi del prezzo delle azioni Nintendo

Analisi del prezzo delle azioni Nintendo

Analisi del prezzo delle azioni di Nio

Analisi del prezzo delle azioni di Nio