in

Bitcoin Forks: cosa sono e come usarli

Le democrazie raramente sono perfette. Cerchiamo tutti di concordare una sorta di modo “ideale” di andare avanti, ma raramente questi accordi sono unanimi. Quindi, finiamo con i principali partiti di fede, il partito democratico e il partito repubblicano, e numerosi partiti minori, o marginali, che rappresentano varie altre credenze come il partito libertario o verde.

Attraverso la ricerca della democrazia e dell’accordo collettivo per andare avanti, bitcoin è diventato molto simile a questo sistema, dove abbiamo catene principali come Bitcoin Core (originale) e Bitcoin Cash, e poi catene minori o marginali come Bitcoin Satoshi Vision, Bitcoin Classic e persino Bitcoin Gold. Questo articolo ti aiuterà a navigare in tutte queste varie catene elencate e come sono nate.

Cos’è un Fork?

Bitcoin funziona attraverso il consenso.

Il consenso può avvenire solo se il mio codice corrisponde esattamente al tuo, al suo, al loro e alle altre migliaia di nodi che eseguono il codice bitcoin (o altra criptovaluta). Quindi, cosa succede quando qualcuno cambia il proprio codice? Cosa succede se riorganizzano i saldi, alterano il protocollo o qualsiasi altro numero di cose?

Nel momento in cui lo fanno, puoi immaginare un “fork” nella blockchain, in cui Bitcoin Core continuerà a funzionare e BitcoinCore.myfork diventerà la propria catena nel blocco in cui è stato creato l’aggiornamento.

Il successo di bitcoincore.myfork sarà in gran parte determinato dalla quantità di minatori che posso ottenere per passare al mio nuovo codice e supportare la mia rete, e quanti utenti posso ottenere per utilizzare e trattare su di esso. Questo “raduno” o processo di reclutamento di catene biforcute che cercano di ottenere il supporto di utenti e minatori è un importante aspetto sociale dei fork che viene dimostrato in seguito.

Chiunque può creare un fork, e per la maggior parte saranno estremamente piccoli, o nessuno li estrarrà affatto e quindi cesseranno di esistere poco dopo essere stati creati.

Perché esistono le forchette in primo luogo?

Ho aperto con l’esempio della democrazia e delle diverse credenze perché queste sono le stesse forze in gioco nelle blockchain open source come bitcoin.

Quando un grande partito differisce nel modo in cui pensa che la catena dovrebbe progredire nel futuro, proporrà un aggiornamento che differisce fondamentalmente dall’attuale codice blockchain e cercherà di reclutare persone per sostenerlo. Molto spesso, questa visione sarà implementata come un aggiornamento della blockchain, a cui tenteranno di far passare la maggior parte dei minatori (il che tecnicamente la renderebbe la catena bitcoin dominante) e che deve ancora accadere con successo.

In fondo a questo articolo c’è un link a failedforks.com che mostra la quantità di nodi che eseguono vari fork, che iniziano abbastanza forti durante il periodo di “rally”, e poi di solito svaniscono dall’esistenza quando i minatori tornano a Bitcoin Core. Tuttavia, a volte c’è un fork “intenzionale” che diventerà ben supportato a causa delle modifiche desiderabili che apporta al protocollo (o alla storia, come vedremo nel caso del fork di Ethereum nel 2016), continuando così ad esistere, e sono esaminati di seguito.

Hard fork e Soft fork

Hard fork e soft fork sono i due tipi di aggiornamenti, o modifiche al protocollo, che possono avvenire su una blockchain. Piuttosto semplice, un hard fork porta alla creazione di una catena completamente nuova, e un soft fork è più di un aggiornamento opzionale che è retrocompatibile.

La retrocompatibilità è in realtà ciò che crea l’hard fork perché i minatori che creano blocchi basati sul nuovo aggiornamento non avranno questi blocchi accettati da quei minatori che eseguono la vecchia catena, quindi si biforcano in una nuova catena indipendente. Gli hard fork sono di solito modifiche al protocollo (modifiche alle regole) e i soft fork sono più ottimizzazioni (vedi SegWit). Una forcella morbida non porta a nessuna nuova catena.

Cosa succede alla mia criptovaluta in caso di fork?

In una forcella morbida, poiché non viene creata alcuna nuova catena, non c’è differenza. Ma, a seconda dell’aggiornamento, potresti non essere in grado di effettuare transazioni con quei portafogli che hanno il nuovo aggiornamento senza prima aggiornare il tuo portafoglio. Nel caso di molti fornitori di portafogli bitcoin, questo non è un problema.

In un Hard Fork, poiché la catena è biforcuta in due, hai gli stessi saldi sulla vecchia catena ed è business as usual, ma ora hai anche l’equivalente importo di una nuova moneta (come quelle elencate di seguito) sulla nuova catena. Nel caso di Bitcoin e Bitcoin Cash, se eri in possesso di Bitcoin il 1 ° agosto 2017, allora stavi anche detenendo una quantità equivalente di Bitcoin Cash dopo che il fork ha avuto luogo.

Fork famose

Per comprendere correttamente le forchette famose, dobbiamo capire il loro ambiente. Nessuno di questi fork è avvenuto senza forti opinioni diverse nella comunità, quindi il fork è solitamente più grande del solo livello di protocollo.

I fork di Bitcoin sono in gran parte motivati dal “problema di scalabilità di Bitcoin”. Questo dibattito si riduce in gran parte al fatto che la dimensione del blocco core bitcoin è attualmente limitata a 1 MB, limitando quindi il throughput transazionale a 7 tx / s. Questo è confrontato con 2000 tx / s per Visa – il solito punto di riferimento. I fork qui sotto vi guideranno attraverso una breve storia e alcuni dei principali attori di questo dibattito, e i fork che ne sono derivati.

Bitcoin XT

Bitcoin XT è stato fondato nel 2014 da Mike Hearn come fork di bitcoin core che ha creato ottimizzazioni del protocollo completamente estranee alle dimensioni dei blocchi.

La grande adozione e il supporto pubblico di Bitcoin XT sono arrivati a metà 2015 quando Gavin Andreesen, uno dei primi sviluppatori che hanno lavorato su bitcoin core con Satoshi, ha proposto BIP 101 tra la crescente attenzione e il volume delle transazioni del core bitcoin nel 2015. BIP 101 ha proposto un aumento della dimensione del blocco da 1 a 8 MB, per poi aumentare costantemente in seguito a 24 tx/s. Questo cambiamento richiedeva il 75% del supporto della rete per ~ 1000 blocchi all’inizio del 2016. Comprensibilmente, non ha raggiunto questo obiettivo e il cambiamento non è stato implementato. Hanno invece implementato l’aumento di 2 MB di bitcoin classic.

Bitcoin Gold

A causa del grande monopolio del mining di Bitcoin, in particolare in Cina, Bitcoin Gold è stato biforcato nell’ottobre 2017 per creare un nuovo Bitcoin che utilizzava un protocollo diverso che impediva ai grandi minatori di cambiare.

Utilizza equihash (creato da Zcash) che non consente ai grandi minatori hardware (ASIC) di eseguirlo in modo redditizio. Ha subito ripetuti attacchi DDOS e persino il famigerato attacco del 51% in cui un minatore malintenzionato ha rilevato il 51% della rete nel 2018 e ha iniziato a riorganizzare la blockchain a loro discrezione (in gran parte coniando monete).

Bitcoin Cash

Bitcoin Cash è facilmente la divisione più riconosciuta, promossa e ampiamente supportata dal core bitcoin il 1 ° agosto 2017. Ha continuato il lavoro di Mike Hearn nel 2014, proponendo di supportare BIP 91 al fine di aumentare il limite di blocco a 8 MB, e poi costantemente a un nuovo limite di 32 MB. A parte questo, è in gran parte lo stesso.

Ha raggiunto una copertura così grande perché è stato sostenuto e politicizzato da alcuni dei più grandi attori del bitcoin, come Jihan Wu, CEO di Bitmain, la più grande società mineraria, Roger Ver, uno dei primi investitori e sostenitori di bitcoin (ora bitcoin cash) e Craig Wright, che sostiene di essere il creatore di bitcoin senza prove sostanziali. . La loro piattaforma politica era quella di creare blocchi di dimensioni maggiori per riflettere meglio la visione originale di Satoshi di un sistema di cassa elettronico peer-to-peer, che stava diventando meno una realtà con tempi di attesa delle transazioni più lunghi sul core bitcoin nel 2017 (~ 20 minuti con commissione).

Bitcoin SV

Come si può dedurre, c’è stato un ulteriore conflitto su ciò che “Satoshi’s Vision” comportasse effettivamente, e così nel 2018 Craight Wright, con il supporto di Calvin Ayre, ha nuovamente biforcato Bitcoin Cash (“dobbiamo andare più in profondità …” – un fork all’interno di un fork).

Il limite di dimensione del blocco rivisto è di 128 MB. Sebbene Bitcoin SV abbia creato il potenziale per blocchi di dimensioni molto più grandi, a causa della mancanza di volume delle transazioni, le dimensioni dei blocchi per la maggior parte sono le stesse del core bitcoin.

È possibile che una moneta si biforchi due volte?

Sì, poiché questa nuova catena è la sua blockchain unica, mantiene tutte le stesse proprietà e abilità di una catena unforked, inclusi soft fork e hard fork.

Altre fork famose

Litecoin

Il primo fork bitcoin in assoluto è stato nell’ottobre 2011 per creare Litecoin. Creato da Charlie Lee, le maggiori differenze sono un algoritmo più leggero (scrypt invece di SHA-256), tempi di blocco più rapidi (2,5 minuti) e un numero maggiore di monete totali (84 milioni). Litecoin è stato anche il primo a implementare modifiche al protocollo progettate per aiutare a scalare bitcoin, Segregated Witness e Lightning Network.

Segwit ha permesso a bitcoin di ottimizzare / riorganizzare le transazioni in modo che le dimensioni dei blocchi siano ora effettivamente ~ 1,3 MB, anche se il limite è di 1 MB. Lightning Network utilizza canali di pagamento e ha permesso a Litecoin di inviare una microtransazione da Zurigo a San Francisco in <1 secondo. Litecoin è un fork della base di codice bitcoin, non della rete in esecuzione, il che significa che non hai ereditato alcuna moneta dal fork se eri in possesso di bitcoin al momento della creazione di Litecoin. Il creatore di Litecoin ha modificato la base di codice e ha avviato una nuova rete dal blocco 0.

Ethereum

Il più infame di tutti… il grande crash DAO. Prima del boom, prima della bolla delle ICO, c’era il pioniere delle ICO, il DAO, tenuto su Ethereum. Nel 2016 il DAO ha raccolto $ 150 milioni in Ethereum dagli investitori (utenti) e poi, a causa della supervisione e dello sviluppo frettoloso, ha subito un hack fatale che ha rubato $ 50 milioni.

La comunità era divisa su come continuare, alcuni dicendo che era responsabilità di Ethereum rendere gli investitori interi ripristinando la blockchain, e altri sostenevano che ciò violava alcuni principi fondamentali delle blockchain open source e avrebbe messo a repentaglio la rete. Nonostante i rischi, la rete si è biforcata il 20 luglio 2016 e ha ripristinato le transazioni (riorganizzando efficacemente i saldi, se pensiamo ai miei esempi precedenti), e poi ha dovuto biforcarsi due volte di nuovo quell’anno per prevenire attacchi DDOS e spam. La nuova catena è stata supportata dalla fondazione Ethereum e intitolata Ethereum, mentre la vecchia catena in cui è ancora presente l’hack DAO, si chiama Ethereum Classic, ed è ancora supportata come Ethereum “originale”.

Monero

Monero ha avuto più fork per “proteggere” meglio la rete, come renderla resistente agli ASIC, migliorare la privacy e l’anonimato, rimuovere i tappi di blocco e rimuovere i limiti di fornitura totali. Monero ha un totale di 4 catene biforcute che sono ancora in funzione fino ad oggi.

Sono intrinsecamente cattive?

No. Sebbene siano più politicizzati e discussi in questioni controverse, gli hard fork sono un aspetto fondamentale dell’aggiornamento di una blockchain. La maggior parte delle catene come Ethereum subiscono regolarmente aggiornamenti di protocollo che richiedono un fork, tuttavia la differenza è che sono per lo più unanimi e la vecchia catena si estingue rapidamente e non sarà supportata.

Alcuni minatori possono essere lasciati indietro, ma sono incentivati a estrarre la nuova catena che contiene la moneta che detiene il valore. Quando i fork portano al supporto di due diverse catene e alla divisione della comunità, spesso c’è un’elevata volatilità dei prezzi e conflitti all’interno della comunità. Tuttavia, fatto in modo professionale, questo dibattito e risoluzione dei conflitti è ciò che aiuta a spingere in avanti la blockchain.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
pexels karolina grabowska 5980856

Cosa fare dopo aver acquistato Bitcoin: guida per principianti

pexels peter kambey 11286700

Criptovaluta in Cina: riassunto della storia della criptovaluta