in

Cos’è il Miner Extract Value (MEV)

L’analogia più vicina per illustrare come funziona MEV è in prima linea. Questa è una pratica illegale nei mercati finanziari tradizionali in cui una parte privilegiata ha accesso alla conoscenza di un commercio. Tuttavia, nella DeFi e nella criptovaluta, il front running è un luogo comune perché non c’è davvero modo di regolarlo.

Prima che un trade sia finalizzato all’interno di un blocco, l’entità con la conoscenza del commercio (un minatore) esegue uno scambio prima del commercio di cui sono a conoscenza. Dal momento che hanno ottenuto il loro commercio per primi, hanno il vantaggio. Illustriamolo con un esempio concreto.

  • Il trader Joe vuole acquistare $ 1.000.000 di ETH utilizzando USDT su UniSwap. Tale operazione potrebbe aumentare il prezzo di ETH dell’1%
  • Trade Joe inizia il suo trade su UniSwap e aspetta che venga confermato
  • Miner Susan rileva il commercio e nota che può acquistare ETH con USDT prima di Trader Joe
  • La minatrice Susan piazza un commercio più piccolo ma comunque significativo per $ 100.000 di ETH sapendo che il trader Joe comprerà ETH subito dopo di lei.
  • Miner Susan organizza le transazioni nel blocco in modo che la sua transazione venga elaborata prima di Trader Joe’s
  • Il blocco viene prodotto e incluso nella blockchain, rendendo permanenti le transazioni al suo interno
  • La minatrice Susan vende immediatamente il suo ETH che ha appena acquisito nel blocco precedente dopo che il prezzo è aumentato dell’1% dal commercio di Trader Joe.
  • Miner Susan ha guadagnato $ 1.000 (1% di $ 100k) dal trader Joe “front running”

Front Running nella finanza tradizionale

La pratica del front running è considerata non etica ed è illegale nei mercati finanziari tradizionali. Il motivo è che l’entità che fa il front running sta manipolando il mercato sfruttando informazioni private che non sono disponibili al pubblico.

Questa entità ha un vantaggio sleale fuori misura sul mercato. Banche, hedge fund e gestori di portafoglio sono stati tutti colti in flagrante in quanto è un modo infallibile di realizzare un profitto se può essere fatto.

MEV e rischio sistemico

Con una comprensione del valore estratto dal minatore, ora possiamo porre alcune domande e fare alcune dichiarazioni sul rischio sistemico che pone ai sistemi su cui si svolge. Per cominciare, sembra che il MEV sia un sottoprodotto delle transazioni incluse nei blocchi e dei blocchi prodotti da entità che possono essere eticamente compromesse.

Poiché i minatori sono anonimi e distribuiti geograficamente, regolare il loro comportamento è impossibile. Ciò solleva la domanda: può esistere uno scambio decentralizzato su una blockchain decentralizzata senza che si verifichi una certa quantità di MEV? Non credo che possa. Il MEV può essere uno sfortunato effetto collaterale del decentramento dei nostri sistemi finanziari al punto in cui sono impossibili da regolamentare.

Dopo un’ulteriore analisi, scopriamo che le entità con la maggiore capacità di produrre un blocco contemporaneamente hanno il più grande vantaggio competitivo sul mercato. Si tratta di entità con grandi quote di minatori su reti di prova di lavoro e entità con grandi quantità di token su reti di prova di puntata.

Dal mio punto di vista, questo sembra un rischio sistemico negli scambi decentralizzati guidati da blockchain. Il valore nel sistema può essere estratto all’insaputa dell’entità o delle entità da cui viene estratto. Aggiungendo la beffa al danno, chiunque abbia un valore estratto da loro non è consapevole di ciò che accade, né avrebbe alcun ricorso per recuperare fondi se ne fosse consapevole. Solo perché non ne sono consapevoli, non significa che il MEV non sia sbagliato, dannoso o non etico.

C’è MEV su Bitcoin?

Non esiste un valore estratto dal minatore su bitcoin, perché non ci sono scambi che si svolgono su bitcoin. L’unica cosa che la rete bitcoin facilita sono i trasferimenti. Da questo punto di vista, è semplicemente un livello di regolamento per una singola moneta, BTC. Le comunità di business e sviluppo bitcoin hanno scelto di scalare bitcoin costruendo sistemi periferici per casi d’uso più complessi come il trading decentralizzato. È loro opinione che la blockchain non sia altro che uno strumento per sequenziare le transazioni bitcoin e prevenire la doppia spesa.

Gli scambi di criptovaluta come Kraken, Binance o FTX costruiscono quindi sistemi che consentono alle persone di scambiare bitcoin in modo centralizzato, ma regolamentato. L’etica di non consentire la corsa frontale ricade quindi sulle società che gestiscono gli scambi. L’applicazione è possibile in questo caso perché le aziende e i loro operatori possono essere ritenuti legalmente responsabili per pratiche finanziarie non etiche o illegali come il front running.

I compromessi della finanza basata su blockchain

Se vogliamo un sistema finanziario decentralizzato, allora probabilmente dovremo affrontare un certo livello di comportamento non etico come MEV. Ricorda, le blockchain sono gestite da minatori e chiunque può essere un minatore. Alla fine, individui, aziende e persino governi di tutto il mondo hanno scelto di diventare minatori. Ciò che può essere illegale in un luogo, potrebbe non essere illegale e quindi applicabile in un altro.

Ci sono chiari vantaggi nell’utilizzo di sistemi finanziari basati su blockchain; Commissioni basse, tempi di transazione e indipendenza finanziaria per citarne alcuni. Tuttavia, questi vantaggi non vengono senza i loro compromessi. Derivano dal fatto che i sistemi decentralizzati sono decentralizzati e quindi sono difficili, se non impossibili, da regolare. Dovremo imparare a convivere con un certo livello di comportamento non etico se vogliamo anche vedere un mondo finanziario dominato dalle blockchain.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
pexels jievani 8175415

Come posso risparmiare sulle commissioni del gas Ethereum

pexels tima miroshnichenko 7567522

Modi migliori per ricercare criptovalute