in

Cos’è l’imposta sulla distribuzione dei dividendi?

Un fondo comune d’investimento è una società, gestita professionalmente, che raccoglie il denaro di molti investitori e lo investe in titoli come azioni, obbligazioni e debiti a breve termine, Fondi azionari o obbligazionari e fondi del mercato monetario.

I fondi comuni di investimento sono un buon investimento per gli investitori che desiderano diversificare il proprio portafoglio.

Invece di puntare tutto su una società o un settore, un fondo comune investe in titoli diversi per cercare di ridurre al minimo il rischio del portafoglio.

Il termine è tipicamente utilizzato negli Stati Uniti, in Canada e in India, mentre strutture simili in tutto il mondo includono la SICAV in Europa e la società di investimento di tipo aperto nel Regno Unito.

Cos’è l’imposta sulla distribuzione dei dividendi?

I dividendi sono pagati dal profitto realizzato dai regimi di fondi comuni di investimento esclusivamente dalle attività di investimento relative al portafoglio del regime e sono a discrezione del fiduciario.

Se lo schema produce una perdita in un mercato in calo, i fiduciari possono decidere di rinunciare all’annuncio del pagamento dei dividendi. Poiché il dividendo è un profitto o un reddito, è considerato imponibile e l’imposta applicabile sui dividendi è chiamata imposta sulla distribuzione dei dividendi (DDT). I dividendi precedenti erano imponibili alla fonte, cioè lo schema doveva pagare il DDT prima di distribuirlo agli investitori. Questo ovviamente ha ridotto l’importo della pagazione dei dividendi, ma era esentasse nelle mani degli investitori.

Con effetto dal 01 aprile 2020, il DDT è stato abolito e i dividendi dei fondi comuni di investimento sono stati resi imponibili nelle mani degli investitori. Ora il reddito da dividendi sarà considerato come reddito da altre fonti e gli investitori dovranno pagare le tasse su di esso secondo le loro singole lastre fiscali. Quindi il beneficio o la perdita dovuta all’imposta sui dividendi dei fondi comuni di investimento rispetto al precedente regime di imposta DDT dipenderà dalla lastra fiscale dell’investitore.

In precedenza, tutti gli investitori hanno ricevuto il pagamento del dividendo dopo che un’aliquota uniforme dell’imposta sulla distribuzione dei dividendi è stata detratta dallo schema. Il DDT ha avuto un impatto uguale su tutti gli investitori perché ha ridotto l’eccedenza distribuibile del regime con l’applicazione di un’aliquota fiscale uniforme a seconda del tipo di regime. Ora non è più così. Mentre gli investitori riceveranno dividendi in proporzione ai loro investimenti, un investitore in una lastra fiscale più alta finirà per pagare un’imposta più alta sui dividendi ricevuti rispetto a qualcuno in una fascia fiscale inferiore.

La rimozione del DDT lo ha reso un piano di parità per le opzioni di crescita e di dividendo nell’ambito di uno schema. Quindi gli investitori dovranno ora valutare i vantaggi di optare per un’opzione di dividendo in termini di aliquota fiscale effettiva (compresi cess e sovrapprezzo) applicabile a loro e la necessità di un reddito da dividendi.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
pexels alesia kozik 6771900

Perché si dovrebbe investire in fondi comuni di investimento?

pexels alesia kozik 6778650

Come si dovrebbero confrontare le prestazioni di due schemi qualsiasi