in

Cos’è un fiduciario?

Un fiduciario è una persona o organizzazione che agisce per conto di un’altra persona o persone, anteponendo gli interessi dei propri clienti ai propri, con il dovere di preservare la buona fede e la fiducia. Essere un fiduciario richiede quindi di essere vincolato sia legalmente che eticamente ad agire nel migliore interesse dell’altro.

Un fiduciario può essere responsabile del benessere generale di un altro (ad esempio, il tutore legale di un bambino), ma spesso il compito coinvolge le finanze, ad esempio la gestione dei beni di un’altra persona o di un gruppo di persone. I gestori di fondi, i consulenti finanziari, i banchieri, gli agenti assicurativi, i contabili, gli esecutori, i membri del consiglio e i funzionari aziendali hanno tutti responsabilità fiduciarie. 

PUNTI CHIAVE

  • Un fiduciario è legalmente obbligato a mettere i migliori interessi dei propri clienti davanti ai propri.
  • Le funzioni fiduciarie compaiono in una serie di rapporti d’affari, tra cui un fiduciario e un beneficiario, membri del consiglio di amministrazione e azionisti, esecutori e legatari.
  • Un fiduciario di investimenti è chiunque abbia la responsabilità legale per la gestione del denaro di qualcun altro, come un membro del comitato di investimento di un ente di beneficenza.
  • I consulenti di investimento registrati hanno un dovere fiduciario nei confronti dei clienti; i broker-dealer devono solo soddisfare gli standard di idoneità meno severi, che non richiedono di anteporre gli interessi del cliente ai propri.

Capire i doveri fiduciari

Le responsabilità e i doveri di un fiduciario sono etici e legali. Quando una parte accetta consapevolmente un dovere fiduciario  per conto di un’altra parte, è tenuta ad agire nel migliore interesse del preponente, ovvero il cliente o la parte di cui gestiscono i beni. Questo è ciò che è noto come “standard di cura della persona prudente”, uno standard che originariamente deriva da una sentenza del tribunale del 1830. Questa formulazione della  regola della persona prudente richiedeva che una persona che fungeva da fiduciario fosse tenuta ad agire in primo luogo tenendo presenti le esigenze dei beneficiari. È necessario prestare la massima attenzione per garantire che non sorga alcun conflitto di interessi tra il fiduciario e il suo mandante.

Ci si aspetta che il fiduciario gestisca i beni a beneficio dell’altra persona, piuttosto che a proprio profitto, e non può beneficiare personalmente della loro gestione dei beni.

In molti casi, non si deve trarre profitto dalla relazione a meno che non venga concesso un consenso esplicito al momento dell’inizio della relazione. Ad esempio, nel Regno Unito, i fiduciari non possono trarre profitto dalla loro posizione, secondo una sentenza dell’Alta Corte inglese,  Keech vs. Sandford (1726). Se il preponente fornisce il consenso, il fiduciario può conservare qualsiasi beneficio ricevuto; questi benefici possono essere monetari o definiti in senso più ampio come “opportunità”.

I doveri fiduciari compaiono in un’ampia varietà di rapporti commerciali comuni, tra cui:

  • Fiduciario e beneficiario (il tipo più comune)
  • Membri del consiglio di amministrazione e azionisti
  • Esecutori e legatari
  • Guardiani e reparti
  • Promotori e sottoscrittori di azioni
  • Avvocati e clienti
  • Società di investimento e investitori
  • Compagnie di assicurazione / agenti e assicurati

Rapporto fiduciario tra fiduciario e beneficiario

Gli accordi patrimoniali e i trust implementati coinvolgono sia un fiduciario che un beneficiario. Un individuo di nome come un trust o proprietà trustee è la fiduciaria, e il beneficiario è il principale. In base a un dovere di fiduciario / beneficiario, il fiduciario ha la proprietà legale della proprietà o dei beni e detiene il potere necessario per gestire i beni detenuti in nome del trust. Nel diritto immobiliare, il trustee può anche essere conosciuto come l’ esecutore testamentario dell’eredità .

Si noti che il fiduciario deve prendere decisioni che siano nel migliore interesse del beneficiario poiché quest’ultimo detiene un titolo equo sulla proprietà. Il rapporto fiduciario / beneficiario è un aspetto importante della pianificazione patrimoniale globale e si dovrebbe prestare particolare attenzione per determinare chi è designato come fiduciario.

I politici spesso istituiscono trust ciechi per evitare scandali di conflitti di interesse reali o percepiti. Un blind trust è una relazione in cui un trustee è responsabile di tutti gli investimenti del corpus (asset) di un beneficiario senza che il beneficiario sappia come viene investito il corpus. Anche se il beneficiario non è a conoscenza, il trustee ha il dovere fiduciario di investire il corpus secondo lo standard di condotta della persona prudente. 

Rapporto fiduciario tra membri del consiglio di amministrazione e azionisti

Un compito fiduciario simile può essere detenuto dagli amministratori aziendali , in quanto possono essere considerati trustee per gli azionisti se nel consiglio di una società, o trustee dei depositanti se prestano servizio come direttore di una banca. I compiti specifici includono quanto segue:

Il dovere di diligenza

Il dovere di diligenza si applica al modo in cui il consiglio di amministrazione prende le decisioni che influenzano il futuro dell’azienda. Il consiglio ha il dovere di indagare a fondo su tutte le possibili decisioni e sul modo in cui possono avere un impatto sull’attività; Se il consiglio sta votando per eleggere un nuovo amministratore delegato, ad esempio, la decisione non dovrebbe essere presa esclusivamente sulla base della conoscenza o dell’opinione del consiglio di un possibile candidato; è responsabilità del consiglio di amministrazione indagare su tutti i candidati validi per garantire che venga scelta la persona migliore per il lavoro.

Il dovere di agire in buona fede

Anche dopo aver esaminato ragionevolmente tutte le opzioni prima di esso, il consiglio di amministrazione ha la responsabilità di scegliere l’opzione che ritiene meglio servire gli interessi dell’azienda e dei suoi azionisti.

Il dovere di lealtà

Per dovere di lealtà si intende che il consiglio di amministrazione non è tenuto a porre altre cause, interessi o affiliazioni al di sopra della sua fedeltà alla società e agli investitori della società. I membri del consiglio di amministrazione devono astenersi da rapporti personali o professionali che possano mettere il proprio interesse personale o quello di un’altra persona o azienda al di sopra dell’interesse dell’azienda.

Se un membro di un consiglio di amministrazione viene ritenuto in violazione del proprio dovere fiduciario, può essere ritenuto responsabile in un tribunale dalla società stessa o dai suoi azionisti.

Contrariamente alla credenza popolare, non esiste un mandato legale che una società massimizzi il rendimento degli azionisti.

Rapporto fiduciario tra esecutore e legato

Le attività fiduciarie possono essere applicate anche a transazioni specifiche o una tantum. Ad esempio, un atto fiduciario viene utilizzato per trasferire i diritti di proprietà in una vendita quando un fiduciario deve agire come esecutore della vendita per conto del proprietario della proprietà. Un atto fiduciario è utile quando un proprietario di proprietà desidera vendere ma non è in grado di gestire i propri affari a causa di malattia, incompetenza o altre circostanze e ha bisogno che qualcuno agisca in sua vece.

Un fiduciario è tenuto per legge a rivelare al potenziale acquirente la vera condizione della proprietà che viene venduta e non può ricevere alcun vantaggio finanziario dalla vendita. Un atto fiduciario è utile anche quando il proprietario è deceduto e la sua proprietà fa parte di un patrimonio che necessita di supervisione o gestione.

Rapporto fiduciario tra tutore e reparto

In un rapporto tutore / tutore, la tutela legale di un minore viene trasferita a un adulto designato. In qualità di fiduciario, il tutore ha il compito di garantire che il minore o il rione ricevano cure adeguate, che possono includere decidere dove il minore frequenta la scuola, che il minore abbia cure mediche adeguate, che sia disciplinato in modo ragionevole e che il loro quotidiano il benessere rimane intatto.

Un tutore viene nominato dal tribunale statale quando il tutore naturale di un figlio minorenne non è più in grado di prendersi cura del minore. Nella maggior parte degli stati, una relazione tutore / rione rimane intatta fino a quando il figlio minorenne non raggiunge la maggiore età.

Rapporto fiduciario tra avvocato e cliente

Il rapporto fiduciario avvocato / cliente è probabilmente uno dei più stringenti. La Corte Suprema degli Stati Uniti afferma che deve esistere il massimo livello di fiducia e confidenza tra un avvocato e un cliente e che un avvocato, in qualità di fiduciario, deve agire in completa correttezza, lealtà e fedeltà in ogni rappresentazione e rapporto con i clienti.

Gli avvocati sono ritenuti responsabili per le violazioni dei loro doveri fiduciari da parte del cliente e devono rendere conto al tribunale in cui tale cliente è rappresentato quando si verifica una violazione.

Rapporto fiduciario tra preside e agente

Un esempio più generico di dovere fiduciario risiede nel rapporto principale / agente . Qualsiasi persona fisica, giuridica, società di persone o agenzia governativa può agire in qualità di mandante o agente purché la persona o l’azienda abbia la capacità giuridica per farlo. In base a un dovere principale / agente, un agente è legalmente nominato per agire per conto del principale senza conflitti di interesse.

Un esempio comune di un rapporto principale / agente che implica dovere fiduciario è un gruppo di azionisti come principi eleggere gestione o C-suite individui di agire come agenti. Allo stesso modo, gli investitori agiscono come mandanti quando selezionano i gestori di fondi di investimento come agenti per la gestione delle risorse.

Fiduciario per gli investimenti

Anche se può sembrare che un fiduciario di investimenti sia un professionista finanziario (gestore di fondi, banchiere e così via), un “fiduciario di investimenti” è in realtà qualsiasi persona che ha la responsabilità legale di gestire il denaro di qualcun altro. Ciò significa che se ti sei offerto volontario per far parte del comitato di investimento del consiglio della tua organizzazione di beneficenza locale o di un’altra organizzazione, hai una responsabilità fiduciaria. Sei stato posto in una posizione di fiducia e potrebbero esserci delle conseguenze per il tradimento di quella fiducia.

Inoltre, l’assunzione di un esperto finanziario o di investimento non solleva i membri del comitato da tutti i loro doveri. Hanno ancora l’obbligo di selezionare e monitorare con prudenza le attività dell’esperto. 

La regola di idoneità

I broker-dealer, che sono spesso compensati da commissioni, in genere devono solo adempiere a un obbligo di idoneità . Ciò è definito come la formulazione di raccomandazioni coerenti con le esigenze e le preferenze del cliente sottostante. I broker-dealer sono regolamentati dalla Financial Industry Regulatory Authority (FINRA) secondo standard che richiedono loro di fornire adeguate raccomandazioni ai loro clienti.

Invece di dover collocare i propri interessi al di sotto di quelli del cliente, lo standard di idoneità si limita a fornire dettagli che il broker-dealer deve ragionevolmente ritenere che le raccomandazioni formulate siano adatte al cliente, in termini di esigenze finanziarie, obiettivi e circostanze uniche del cliente . È importante anche una distinzione chiave in termini di lealtà: il dovere principale di un broker è nei confronti del proprio datore di lavoro, il broker-dealer per cui lavora, non dei propri clienti.

Altre descrizioni di idoneità includono assicurarsi che i costi di transazione non siano eccessivi e che le loro raccomandazioni non siano inadatte per il cliente. Esempi che possono violare l’idoneità includono il trading eccessivo, il ribaltamento del conto semplicemente per generare più commissioni e il cambio frequente delle attività del conto per generare entrate dalle transazioni per il broker-dealer.

Inoltre, la necessità di rivelare potenziali conflitti di interesse non è un requisito così rigoroso per gli intermediari; un investimento deve solo essere adeguato, non deve necessariamente essere coerente con gli obiettivi e il profilo del singolo investitore.

Un broker-dealer segue lo standard di idoneità: le scelte di investimento devono essere adatte al cliente, ma possono comunque essere più vantaggiose per il broker rispetto all’opzione migliore; la responsabilità principale del broker è verso la loro azienda, non il loro cliente.

Lo standard di idoneità può finire per causare conflitti tra un broker-dealer e un cliente. Il conflitto più evidente ha a che fare con la compensazione. In base a uno standard fiduciario, a un consulente per gli investimenti sarebbe severamente vietato acquistare un fondo comune o un altro investimento per un cliente perché raccoglierebbe al broker una commissione o una commissione più alta rispetto a un’opzione che costerebbe meno al cliente o frutterebbe di più per il cliente .

In base al requisito di idoneità, purché l’investimento sia adatto al cliente, può essere acquistato per il cliente. Ciò può anche incentivare i broker a vendere i propri prodotti prima di competere per prodotti che potrebbero costare meno.

Idoneità rispetto allo standard fiduciario

Se il tuo consulente per gli investimenti è un consulente per gli investimenti registrato (RIA), condivide la responsabilità fiduciaria con il comitato per gli investimenti. D’altra parte, un broker, che lavora per un broker-dealer, potrebbe non farlo. Alcune società di intermediazione non vogliono o non consentono ai propri intermediari di essere fiduciari.

I consulenti per gli investimenti, che di solito sono basati su commissioni, sono vincolati a uno standard fiduciario stabilito come parte dell’Investment Advisers Act del 1940 . Possono essere regolamentati dalla SEC o dai regolatori statali dei titoli. L’atto è piuttosto specifico nel definire cosa significhi un fiduciario e stabilisce un dovere di lealtà e cura, il che significa che il consulente deve mettere gli interessi del proprio cliente al di sopra dei propri.

Ad esempio, il consulente non può acquistare titoli per il proprio conto prima di acquistarli per un cliente ed è vietato effettuare operazioni che potrebbero comportare commissioni più elevate per il consulente o la sua impresa di investimento.

Significa anche che il consulente deve fare del suo meglio per assicurarsi che la consulenza in materia di investimenti sia fornita utilizzando informazioni accurate e complete, fondamentalmente, che l’analisi sia completa e quanto più accurata possibile. Evitare i conflitti di interesse è importante quando si agisce come fiduciario e significa che un consulente deve rivelare qualsiasi potenziale conflitto per anteporre gli interessi del cliente a quelli del consulente.

Inoltre, il consulente deve collocare le negoziazioni secondo uno standard di “migliore esecuzione”, il che significa che deve sforzarsi di negoziare titoli con la migliore combinazione di basso costo ed esecuzione efficiente.

La regola fiduciaria di breve durata

Mentre il termine “idoneità” era lo standard per i conti transazionali o per i conti di intermediazione, il Department of Labor Fiduciary Rule , ha proposto di inasprire le cose per i broker. Chiunque abbia denaro per la pensione in gestione, che abbia formulato raccomandazioni o sollecitazioni per un IRA o altri conti pensionistici con vantaggio fiscale, sarebbe considerato un fiduciario tenuto ad aderire a tale standard, piuttosto che allo standard di idoneità che era altrimenti in vigore.

La regola fiduciaria ha avuto un’implementazione lunga e, in ultima analisi, infruttuosa. Originariamente proposto nel 2010, doveva entrare in vigore tra il 10 aprile 2017 e il 1 gennaio 2018. Dopo che il presidente Trump è entrato in carica, è stato rinviato al 9 giugno 2017, compreso un periodo di transizione per alcune esenzioni che si estende fino al 1 gennaio, 2018.

Successivamente, l’attuazione di tutti gli elementi della regola è stata rinviata al 1 ° luglio 2019. Prima che ciò potesse accadere, la regola è stata lasciata libera a seguito di una decisione del giugno 2018 dalla Quinta Corte di Circuito degli Stati Uniti.

Rischi di essere un fiduciario

La possibilità di un fiduciario / agente che non opera in modo ottimale nel migliore interesse del beneficiario viene definita “rischio fiduciario”. Ciò non significa necessariamente che il fiduciario utilizzi le risorse del beneficiario a proprio vantaggio; questo potrebbe essere il rischio che il fiduciario non stia ottenendo il miglior valore per il beneficiario.

Ad esempio, una situazione in cui un gestore di fondi (agente) effettua più operazioni del necessario per il portafoglio di un cliente è una fonte di rischio fiduciario perché il gestore di fondi sta lentamente erodendo i guadagni del cliente sostenendo costi di transazione più elevati del necessario.

Al contrario, una situazione in cui un individuo o un’entità legalmente nominata per gestire i beni di un’altra parte utilizza il proprio potere in modo non etico o illegale per trarre vantaggio finanziario, o per servire il proprio interesse in qualche altro modo, è chiamata “abuso fiduciario” o “frode fiduciaria”.

Assicurazione fiduciaria

Un business può assicurare gli individui che agiscono come fiduciari di un piano pensionistico qualificato, come ad esempio gli amministratori della società, funzionari, dipendenti e altre persone fisiche amministratori.

L’ assicurazione di responsabilità fiduciaria ha lo scopo di colmare le lacune esistenti nella copertura tradizionale offerta attraverso la responsabilità per benefici per i dipendenti o le polizze dell’amministratore e del funzionario. Fornisce protezione finanziaria quando si verifica la necessità di contenzioso, a causa di scenari quali presunta cattiva gestione di fondi o investimenti, errori amministrativi o ritardi nei trasferimenti o nelle distribuzioni, un cambiamento o una riduzione dei benefici o consigli errati sull’allocazione degli investimenti all’interno del piano.

Linee guida fiduciarie per gli investimenti

In risposta alla necessità di una guida per i fiduciari degli investimenti, è stata istituita la Fondazione senza scopo di lucro per gli studi fiduciari per definire le seguenti pratiche di investimento prudenti:

Passaggio 1: organizza

Il processo inizia con i fiduciari che si informano sulle leggi e le regole che si applicano alle loro situazioni. Una volta che i fiduciari identificano le loro regole governative, devono definire i ruoli e le responsabilità di tutte le parti coinvolte nel processo. Se vengono utilizzati fornitori di servizi di investimento, qualsiasi contratto di servizio deve essere in forma scritta.

Passaggio 2: formalizzare

La formalizzazione del processo di investimento inizia con la creazione degli scopi e degli obiettivi del programma di investimento. I fiduciari dovrebbero identificare fattori quali l’orizzonte di investimento, un livello di rischio accettabile e il rendimento atteso. Identificando questi fattori, i fiduciari creano un quadro per la valutazione delle opzioni di investimento. 

I fiduciari devono quindi selezionare classi di attività appropriate che consentano loro di creare un portafoglio diversificato attraverso una metodologia giustificabile. La maggior parte dei fiduciari lo fa impiegando la moderna teoria del portafoglio (MPT) perché MPT è uno dei metodi più accettati per creare portafogli di investimento che mirano a un profilo di rischio / rendimento desiderato. 

Infine, il fiduciario dovrebbe formalizzare questi passaggi creando una dichiarazione sulla politica di investimento che fornisca i dettagli necessari per attuare una specifica strategia di investimento. Ora il fiduciario è pronto per procedere con l’implementazione del programma di investimenti, come individuato nelle prime due fasi.

Passaggio 3: implementazione

La fase di implementazione è quella in cui vengono selezionati investimenti o gestori degli investimenti specifici per soddisfare i requisiti dettagliati nella dichiarazione della politica di investimento. È necessario definire un processo di due diligence per valutare i potenziali investimenti. Il processo di due diligence dovrebbe identificare i criteri utilizzati per valutare e filtrare il pool di potenziali opzioni di investimento.

La fase di implementazione viene solitamente eseguita con l’assistenza di un consulente per gli investimenti perché molti fiduciari non hanno le competenze e / o le risorse per eseguire questa fase. Quando un consulente viene utilizzato per assistere nella fase di implementazione, fiduciari e consulenti devono comunicare per garantire che venga utilizzato un processo di due diligence concordato nella selezione degli investimenti o dei gestori.

Passaggio 4: monitorare

Il passaggio finale può richiedere più tempo e anche la parte più trascurata del processo. Alcuni fiduciari non percepiscono l’urgenza di monitorare se hanno eseguito correttamente i primi tre passaggi. I fiduciari non dovrebbero trascurare nessuna delle loro responsabilità perché potrebbero essere ugualmente responsabili per negligenza in ogni passaggio.

Al fine di monitorare adeguatamente il processo di investimento, i fiduciari devono esaminare periodicamente i rapporti che confrontano la performance dei loro investimenti con l’indice e il gruppo di pari appropriati e determinare se gli obiettivi della dichiarazione sulla politica di investimento sono stati raggiunti. Il semplice monitoraggio delle statistiche sulle prestazioni non è sufficiente.

I fiduciari devono anche monitorare i dati qualitativi, come i cambiamenti nella struttura organizzativa dei gestori degli investimenti utilizzati nel portafoglio. Se i responsabili delle decisioni di investimento in un’organizzazione se ne sono andati o se il loro livello di autorità è cambiato, gli investitori devono considerare in che modo queste informazioni potrebbero influire sulle prestazioni future.

Oltre alle revisioni delle prestazioni, i fiduciari devono esaminare le spese sostenute nell’attuazione del processo. I fiduciari sono responsabili non solo di come vengono investiti i fondi, ma anche di come vengono spesi i fondi. Le commissioni di investimento hanno un impatto diretto sulla performance e i fiduciari devono garantire che le commissioni pagate per la gestione degli investimenti siano eque e ragionevoli. 

Norme e regolamenti fiduciari attuali

Un dipartimento dell’agenzia del Tesoro, l’ Ufficio del Comptroller of the Currency , è incaricato di regolamentare le associazioni di risparmio federali e le loro attività fiduciarie negli Stati Uniti. Molteplici funzioni fiduciarie possono a volte essere in conflitto tra loro, un problema che spesso si verifica con agenti immobiliari e avvocati. Due interessi opposti possono nel migliore dei casi essere bilanciati; tuttavia, bilanciare gli interessi non è la stessa cosa che servire il miglior interesse di un cliente. 

Le certificazioni fiduciarie sono distribuite a livello statale e possono essere revocate dai tribunali se si scopre che una persona trascura i propri doveri. Per ottenere la certificazione, un fiduciario deve superare un esame che verifica la sua conoscenza di leggi, pratiche e procedure relative alla sicurezza come controlli e screening dei precedenti. Sebbene i volontari del consiglio non richiedano la certificazione, la due diligence include assicurarsi che i professionisti che lavorano in queste aree abbiano le certificazioni o le licenze appropriate per le attività che stanno svolgendo.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Che cos’è la consegna contro il pagamento (DVP)?

Che cos’è la consegna contro il pagamento (DVP)?

Cosa sono le relazioni con gli investitori (IR)?

Cosa sono le relazioni con gli investitori (IR)?