in

Cos’è un fondo di tipo chiuso?

Un fondo chiuso è un veicolo di investimento unico. Sebbene abbia alcune somiglianze con i fondi comuni di investimento tradizionali, che sono comunemente fondi aperti, nonché con i fondi negoziati in borsa (ETF), un fondo chiuso opera in modo completamente diverso.

Le differenze uniche inerenti ai fondi chiusi possono aumentare il tuo potenziale rischio o rendimento. Se sei interessato a investire in questi fondi, dovrai conoscerne il più possibile, sia per aumentare la probabilità di prestazioni positive, sia per ridurre al minimo il rischio di perdita.

Le basi di un fondo chiuso

Un fondo chiuso è un fondo di investimento che ha un numero limitato di azioni da vendere agli investitori. Il numero di azioni è fissato all’offerta pubblica iniziale (IPO) del fondo e non aumenta mai.

Questo è radicalmente diverso dai fondi aperti, che non hanno limiti al numero di azioni che possono emettere.

I fondi chiusi hanno un valore patrimoniale netto (NAV), ma il prezzo di mercato può variare in modo significativo da tale valore. Questo perché scambiano a premi o sconti sui rispettivi NAV.

I fondi chiusi sono anche gestiti attivamente , il che significa che detengono il potenziale sia per sovraperformare il mercato – che è l’intenzione del management – sia per sottoperformarlo.

Come risultato di questa gestione attiva, i fondi chiusi generalmente addebitano commissioni più elevate rispetto ad altri tipi di fondi di investimento.

Cosa succede se vuoi vendere i tuoi fondi chiusi?

Se hai intenzione di investire in fondi chiusi, il fondo non rimborserà le azioni se decidi di vendere. Proprio come una negoziazione di azioni sul mercato aperto, la tua capacità di vendere le azioni del fondo dipende dalla presenza di un acquirente disponibile.

Ciò può renderli meno liquidi rispetto ai fondi aperti e agli ETF.

Nonostante queste limitazioni, i fondi chiusi hanno il reale potenziale di sovraperformare i fondi comuni di investimento, gli ETF e il mercato generale. Questo è il motivo per cui le persone investono in essi, sebbene il mercato di questi fondi sia certamente inferiore a quello di altri fondi.

Fondi aperti vs fondi chiusi

I fondi aperti e quelli chiusi hanno molte somiglianze. Per esempio:

  • Ciascuno è un portafoglio di titoli gestiti professionalmente. Sebbene i fondi aperti possano essere gestiti attivamente (ovvero, tentano di sovraperformare il mercato attraverso il trading attivo) o indicizzare i fondi (che replicano un indice sottostante, come l’S & P 500), i fondi chiusi sono puramente fondi gestiti attivamente.
  • Ognuno negozia anche in base al prezzo delle azioni, che può cambiare su base giornaliera . Entrambi hanno il potenziale per generare reddito da dividendi, nonché plusvalenze e minusvalenze sull’acquisto e la vendita di azioni di società detenute all’interno del fondo.

Questo è praticamente il punto in cui finiscono le somiglianze tra i due tipi di fondi. Per la maggior parte, sono veicoli di investimento molto diversi.

Differenze tra fondi aperti e chiusi

  • La principale differenza tra fondi chiusi e fondi aperti è nel numero di azioni emesse . Come discusso in precedenza, i fondi chiusi offrono solo un numero limitato di azioni. Questo numero viene determinato al momento del lancio del fondo.
  • Al contrario, i fondi aperti non hanno limiti al numero di azioni che possono emettere , da cui deriva il termine “open-end”. I fondi aperti possono anche vendere tante azioni quante sono le richieste degli investitori.
  • Un’altra differenza significativa è il prezzo delle azioni. Mentre i fondi chiusi possono essere negoziati con uno sconto o un premio, i fondi aperti vengono scambiati al loro valore patrimoniale netto. E mentre i fondi non riacquistano azioni dagli investitori, i fondi aperti lo fanno regolarmente. Sia l’acquisto che la vendita di azioni di tipo aperto vengono effettuati tramite il fondo, piuttosto che sul mercato aperto.
  • È anche più probabile che i fondi chiusi detengano investimenti alternativi. Questi possono includere derivati, valute estere o anche futures. E poiché commerciano in modo più attivo, è probabile che i fondi chiusi abbiano rapporti di spesa più elevati rispetto ai fondi aperti.

Come funzionano i fondi chiusi

I fondi chiusi tendono ad essere fondi di investimento più specializzati. Ad esempio, invece di investire nel mercato generale, si concentreranno su un settore industriale specifico come la sanità o la tecnologia, o un mercato geografico come le azioni internazionali.

Prezzo delle azioni dei fondi chiusi

Proprio come altri fondi, i fondi chiusi hanno un NAV regolarmente tracciato che si basa sul valore del portafoglio , diviso per il numero di azioni emesse dal fondo. Ma a causa del numero limitato di azioni disponibili, possono negoziare a valori che sono superiori o inferiori al NAV. Ciò si traduce in premi superiori al NAV se la domanda è elevata o sconti sul NAV se la domanda è debole. In questo modo, i fondi chiusi sono soggetti alla domanda degli investitori per le quote del fondo, più del loro NAV sottostante.

Se desideri investire in un fondo chiuso, dovrai acquistarlo con uno sconto tramite un conto broker. Ciò aumenterà la probabilità di poterlo vendere a scopo di lucro. Ma se paghi un premio superiore al NAV, avrai maggiori probabilità di perdere denaro sulla transazione.

Uso della leva

Parte del motivo per cui i fondi chiusi spesso hanno rendimenti più elevati rispetto ai loro cugini aperti è che spesso usano la leva finanziaria per aumentare i rendimenti . Ad esempio, un fondo chiuso può prendere in prestito denaro per acquistare azioni. Questa strategia aumenterà i rendimenti quando il mercato è in aumento, ma amplierà le perdite in caso di recessione.

Ad esempio, supponiamo che un fondo investa $ 1 milione in azioni di Walmart e prenda in prestito un ulteriore $ 1 milione per acquistare più azioni. Il ritorno sull’investimento dopo un anno potrebbe essere del 20% (meno i costi di finanziamento), anziché del 10% se non fosse stata utilizzata la leva finanziaria.

Andando nella direzione opposta, se fosse utilizzata la stessa configurazione di acquisto – 50% del capitale del fondo e 50% dei fondi presi in prestito – e il valore delle azioni Walmart diminuisse del 10%, si subirebbe una perdita del 20% sul proprio investimento (più costi di finanziamento), piuttosto che una perdita del 10% se la leva finanziaria non fosse stata utilizzata.

Per questo motivo, i fondi chiusi sono più adatti agli investitori che hanno un’elevata tolleranza al rischio e sono disposti a sopportare la possibilità che un investimento vada nella direzione sbagliata.

In entrambi i casi, un fondo chiuso pagherà in genere dividendi più elevati rispetto ai fondi aperti a causa dell’uso della leva finanziaria , indipendentemente dal fatto che il valore del titolo aumenti o diminuisca. Se il tuo investimento nel fondo pagasse $ 2.000 in dividendi su una posizione senza leva, riceveresti invece $ 4.000 quando viene utilizzata la leva.

Acquisto di fondi chiusi

Se prevedi di investire in fondi chiusi, è meglio farlo tramite un conto di intermediazione. Il broker dovrebbe anche specializzarsi in fondi comuni di investimento . Più offrono, più è probabile che offrano anche fondi chiusi nel mix, poiché i fondi chiusi sono molto meno comuni dei fondi aperti. Ecco i nostri consigli su come scegliere un broker di azioni online.

Ancora una volta, il miglior consiglio per l’acquisto di fondi chiusi è quello di acquistare il fondo con uno sconto sul suo NAV. È possibile determinarlo confrontando il prezzo corrente di mercato con il NAV, calcolato dividendo il valore del portafoglio per il numero di azioni emesse. Dovresti cercare uno sconto di almeno il 10%, che ti darà un profitto integrato se il prezzo delle azioni sale solo al suo livello di NAV. E, naturalmente, il profitto sarà ancora più alto se il fondo inizia a negoziare a un premio. Ciò può darti il ​​vantaggio sia dell’aumento del NAV del fondo, sia del passaggio dallo sconto al premio. È solo un altro esempio di come i fondi chiusi spesso offrono rendimenti più elevati rispetto ai fondi aperti.

Come con qualsiasi tipo di fondo, dovrai esaminare attentamente la sua performance a lungo termine. Investire in fondi chiusi non è così semplice come acquistare con uno sconto e vendere a un premio. La performance del fondo stesso e del suo NAV rivestono un’importanza ancora maggiore. Dopotutto, migliore è la performance del fondo, maggiore sarà l’interesse degli investitori, aumentando la probabilità che il prezzo delle azioni salga a un livello premium.

Quando analizzi un fondo chiuso, osserva attentamente il rapporto debito / PIL che il fondo utilizza tipicamente. Se si avvicina al 50%, il fondo sarà estremamente rischioso, anche se il potenziale di profitto è maggiore. Dovrai considerare la tua propensione al rischio quando decidi se investire in fondi più rischiosi.

Gli ETF sono fondi di tipo chiuso?

La risposta breve è no . Un fondo chiuso non è un fondo negoziato in borsa e non è nemmeno un fondo comune di investimento tradizionale (aperto).

Proprio come i fondi comuni di investimento tradizionali, gli ETF condividono alcune caratteristiche comuni con i fondi chiusi. Ad esempio, entrambi sono fondi di investimento in pool che investono in un portafoglio di singoli titoli. Ognuno ha anche il proprio NAV e negozia in borsa a prezzi che variano continuamente. Ognuno ha anche rapporti di spesa, paga distribuzioni di dividendi e plusvalenze (o perdite) e può essere acquistato tramite società di intermediazione. E come un fondo chiuso, ci sono un piccolo numero di ETF che utilizzano anche la leva finanziaria nelle loro attività di investimento.

Ma dal punto di vista degli investimenti, gli ETF sono un animale completamente diverso dai fondi chiusi.

Ad esempio, come i fondi comuni di investimento aperti, gli ETF non hanno limiti al numero di azioni che possono offrire. Inoltre operano al loro NAV e non sono soggetti a premi e sconti.

La più grande differenza tra i due è che mentre i fondi chiusi sono gestiti attivamente, la stragrande maggioranza degli ETF sono gestiti passivamente come fondi indicizzati. Ciò significa che la loro performance è specificamente legata a un indice sottostante. Questa metodologia di investimento minimizza anche le plusvalenze, poiché i titoli non vengono né acquistati né venduti a meno che la composizione dell’indice sottostante non cambi.

Ulteriori informazioni >>> Come investire in ETF

I migliori fondi chiusi

Non vi è alcuna garanzia che qualsiasi investimento produrrà rendimenti positivi. Dopotutto, è impossibile prevedere il futuro. Ma se stai cercando di investire in fondi chiusi, devi iniziare da qualche parte. Ecco alcuni esempi di fondi chiusi che hanno avuto una performance piuttosto buona negli ultimi tempi:

  • Voya Emerging Markets High Dividend Equity Fund ( IHD ): Questo fondo si concentra su titoli che pagano dividendi nei mercati emergenti.
  • Aberdeen Total Dynamic Dividend Fund ( AOD ): Il fondo si concentra su società con rendimenti da dividendi elevati, ma anche con un potenziale di crescita del capitale. Il fondo comprende un mix di alcune delle società più note nei rispettivi settori.
  • PIMCO High Income Fund ( PHK ): questo è un fondo a reddito fisso che attinge titoli da diversi settori. L’enfasi del fondo è sul reddito corrente, ma anche sull’apprezzamento del capitale. Un fattore di cui essere consapevoli è che il fondo investe in obbligazioni di basso grado e ad alto rendimento.

Questo elenco non è una raccomandazione per investire in nessuno di questi fondi . Invece, è un esempio di fondi chiusi disponibili. Assicurati di fare la tua ricerca, privilegiando i fondi che vendono a prezzi scontati e hanno una buona performance a lungo termine.

Pro e contro dei fondi chiusi

I fondi chiusi non sono per i deboli di cuore 

L’investimento in fondi chiusi richiede una tolleranza al rischio maggiore rispetto ai fondi comuni di investimento tradizionali e agli ETF. Sono più adatti a coloro che sono disposti ad aggiungere ulteriori rischi ai loro portafogli, ma hanno solo una posizione di minoranza in un portafoglio altrimenti ben bilanciato.

I potenziali benefici sono maggiori rispetto ad altri tipi di fondi, ma lo sono anche i rischi. Nel caso di fondi con leva, sarebbe l’equivalente di investire il tuo conto personale a margine. Se ti senti a disagio nel farlo, probabilmente non vorrai investire in un fondo chiuso con leva.

Assicurati di conoscere a fondo il fondo chiuso che intendi acquistare e di acquistarlo con uno sconto. Non ignorare la realtà fondamentale che il fondo deve avere una comprovata esperienza di rendimenti stabili. Questo è un requisito per qualsiasi tipo di fondo in cui potresti investire, ma ancora di più per un fondo chiuso.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Fondi gestiti attivamente rispetto a fondi gestiti passivamente

Fondi gestiti attivamente rispetto a fondi gestiti passivamente

Previsione dei prezzi di Bitcoin per il 2025 e il 2030

Previsione dei prezzi di Bitcoin per il 2025 e il 2030