in

Diverse monete crittografiche hanno bisogno di portafogli diversi?

Portafogli hardware, portafogli software, custodiali, non custodiali, caldi e freddi. Sarebbe un eufemismo dire che ci sono un sacco di frasi e parole diverse quando si parla di portafogli di criptovaluta.

Questo può essere particolarmente confuso se sei nuovo nello spazio e non capisci davvero la differenza tra qualcosa come MetaMask, un Ledger Nano S e un portafoglio di scambio.

La confusione può essere aggravata ulteriormente quando ti rendi conto che molte criptovalute diverse hanno bisogno di portafogli diversi, ma non tutte lo fanno.

In questa edizione di Ask CryptoVantage daremo un’occhiata se diverse criptovalute hanno bisogno di portafogli diversi e cosa significa esattamente per te come utente.

Criptovalute diverse hanno bisogno di portafogli diversi?

Tecnicamente sì. Hai bisogno di un portafoglio diverso per diverse criptovalute. Portafoglio Bitcoin per il tuo BTC, un portafoglio Ethereum per il tuo ETH e un portafoglio Cardano per il tuo ADA.

Non è possibile memorizzare BTC in un portafoglio Cardano (o addirittura inviarlo lì) e viceversa. Per qualcosa come Ethereum, il tuo portafoglio Ethereum può memorizzare qualsiasi token ERC-20, quindi non hai bisogno di un nuovo portafoglio per i token Uniswap (UNI), Polygon (MATIC) o Synthetix (SNX), poiché sono compatibili con qualsiasi portafoglio Ethereum come MetaMask o My Ether Wallet. Lo stesso vale per un portafoglio Binance Smart Chain e qualsiasi asset BEP-20 come PancakeSwap (CAKE).

Ci sono, tuttavia, come portafogli multi-asset come Exodus, Trust Wallet, Ledger, Trezor hanno la capacità di avere molti portafogli diversi su un dispositivo o software.

Di quanti portafogli avrò bisogno?

I portafogli attraverso scambi come Crypto.com Exchange e Binance contengono portafogli per ogni risorsa che possiedi e quando depositi una nuova risorsa viene creato un nuovo indirizzo di portafoglio per quella risorsa. In altre parole, sono portafogli multi-asset.

Ciò significa che se ti senti a tuo agio nell’utilizzare un servizio di portafoglio custodiale (la maggior parte degli scambi sono custodiali, il che significa che non possiedi le chiavi), non devi preoccuparti affatto di avere portafogli diversi, poiché lo scambio si prenderà cura di tutto ciò per te.

Anche se al giorno d’oggi non è un problema, mantenere le tue risorse su uno scambio significa potenzialmente lasciarle in portafogli “caldi”, che sono portafogli attivi e potenzialmente un obiettivo per gli hack, poiché gli scambi mettono in comune i fondi degli utenti. La maggior parte degli scambi ora cerca di mantenere il 90% o più delle risorse degli utenti in portafogli freddi.

Portafogli software e hardware semplificati

La realtà è che con la maggior parte dei portafogli software e hardware non custoditi non avrai bisogno di più di un software o hardware nonostante abbia bisogno di portafogli diversi per ogni diversa risorsa di criptovaluta. Questo perché la maggior parte di essi sono portafogli multi-asset, il che significa che puoi avere molti indirizzi diversi per diverse risorse crittografiche legate allo stesso portafoglio, devi solo selezionare l’asset che desideri depositare e inviarlo all’indirizzo fornito dal portafoglio. Qualcosa come il portafoglio software Exodus ti consente di archiviare Bitcoin, Ethereum, Cardano, Cosmos, Binance Coin e molti altri. Un software probabilmente coprirà tutte le esigenze del tuo portafoglio.

Nel frattempo, con portafogli hardware come Ledger Nano X, devi semplicemente installare l’app wallet per qualsiasi risorsa che desideri archiviare utilizzando il tuo Ledger e quindi inviare la risorsa all’indirizzo fornito. Ci sono centinaia di criptovalute supportate sulla maggior parte dei portafogli hardware, sia Ledger che Trezor, il che significa che puoi essenzialmente acquistare un portafoglio hardware che contiene ogni criptovaluta a cui potresti essere interessato.

In sintesi, la maggior parte dei moderni portafogli di criptovaluta sono portafogli multi-asset, ma è importante capire che tecnicamente detengono una varietà di portafogli diversi per ogni criptovaluta. Il punto chiave è che non dovresti mai provare a inviare Bitcoin a un indirizzo Ethereum o viceversa poiché rischi di perdere le tue monete.

Di seguito è riportato un breve elenco dei migliori portafogli per iniziare:

Ideale per principianti: portafoglio Coinbase

Per iniziare con la criptovaluta avrai bisogno di crittografia. Una delle migliori rampe di accesso per i nuovi investitori crittografici è Coinbase Exchange grazie alla sua interfaccia utente intuitiva e alla facile configurazione. Il sito offre anche un portafoglio DeFi non custodito, che è un ottimo punto di partenza se vuoi provare l’auto-custodia.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
pexels alesia kozik 6770774

Conservare tutte le criptovalute in un unico portafoglio: giusto o sbagliato?

pexels sora shimazaki 5668858 1

Bitcoin è dannoso per l’ambiente?