in

Dovrei proteggere la mia criptovaluta usando il metodo “Horcrux”?

I data center centrali come Google, Amazon o Facebook creano un singolo punto di errore facile da identificare e attaccare. Decentralizzare il processo attraverso la tecnologia blockchain distribuisce il rischio tra tutti con una copia del libro mastro. Ciò costringe un attacco a richiedere più della metà della rete per verificare in quello che è noto come un attacco del 51%.

Più grande diventa una blockchain e più decentralizzata diventa, più difficile è ottenere un attacco come questo.

Tuttavia, il compromesso per eliminare il requisito dei servizi di intermediazione di terze parti è che la protezione delle criptovalute diventa l’unica responsabilità del titolare. Ciò crea un rischio intrinseco che la maggior parte delle persone non ha mai dovuto affrontare. Gli utenti diventano essenzialmente la propria banca o rinunciano alla custodia delle loro criptovalute quando utilizzano determinate terze parti come gli scambi.

Dove conservare le tue criptovalute

Una volta che gli utenti hanno familiarizzato con le basi della criptovaluta e della tecnologia blockchain, possono iniziare ad acquistare, vendere e scambiare criptovalute. Decidere dove conservare la tua criptovaluta è uno dei passi più importanti per comprenderne appieno il potenziale.

Esistono molti modi diversi per archiviare le criptovalute e ognuno porta i propri punti di forza e di debolezza. Di seguito, elencheremo i molti modi diversi in cui puoi archiviare le tue risorse crittografiche.

Scambi

La maggior parte degli scambi più grandi che operano oggi offrono ai propri utenti indirizzi di portafoglio di custodia. Di conseguenza, sono una facile rampa di accesso per gli utenti nuovi nello spazio e spesso forniscono servizi e vantaggi aggiuntivi per archiviare le tue criptovalute con loro. Questi possono includere opzioni per picchettamento, yield farming, programmi di riferimento e carte di credito crittografiche.

Esistono scambi non custodiali, ma la memorizzazione delle tue criptovalute sugli scambi, per la maggior parte, richiede la rinuncia alla custodia delle tue chiavi private.

Questo può essere un rischio per la sicurezza a causa degli scambi che sono grandi obiettivi per hacker o fondatori di scambi dannosi che drenano i fondi degli utenti.

Se ritieni di non poterti fidare della tua crittografia, un portafoglio di scambio potrebbe essere giusto per te.

Portafogli caldi

I portafogli caldi si riferiscono ai portafogli di custodia privati connessi a Internet. Forniscono ulteriore sicurezza sugli scambi in quanto consentono agli utenti di mantenere il controllo sulle proprie chiavi private. Inoltre, sono un modo semplice per introdurre gli utenti ai vantaggi dell’auto-custodia rispetto alla loro criptovaluta e fornire una buona interoperabilità tra i progetti crittografici. Il portafoglio caldo più utilizzato è Metamask.

La principale debolezza dell’utilizzo di un portafoglio caldo è che sono sicuri solo quanto il dispositivo su cui sono memorizzati. Se il computer che stai utilizzando viene danneggiato, potenzialmente, anche il tuo portafoglio caldo. Inoltre, gli utenti dovranno familiarizzare con l’importanza di proteggere le loro informazioni chiave privata. Se perso, lo è anche il loro accesso al loro portafoglio.

Portafogli freddi

I portafogli freddi funzionano in modo simile ai portafogli caldi. Offrono agli utenti la piena custodia delle loro criptovalute con l’ulteriore vantaggio di sicurezza di essere completamente offline. I portafogli freddi sono il modo più sicuro per archiviare le criptovalute.

I principali svantaggi dei portafogli di conservazione a freddo sono che non consentono di accedere agli stessi vantaggi di ricompensa degli scambi. Inoltre, possono essere un po ‘intimidatori per gli utenti. Il vantaggio di assumere il controllo completo delle tue risorse digitali non ha eguali, ma lo è anche la responsabilità di farlo. Pertanto, prima di interagire con i portafogli di archiviazione a freddo, gli utenti dovrebbero comprendere l’importanza di conservare le chiavi private e conservarle in un luogo sicuro e protetto.

Una nota interessante è che è possibile aggiungere un portafoglio freddo per proteggere un portafoglio caldo (come MetaMask) e potenzialmente ottenere i vantaggi di entrambi.

Perché dividerlo

Che tu sia nuovo nello spazio o un utente esperto, dividere le tue risorse digitali tra diversi account è vantaggioso. Alcuni potrebbero preferire il facile accesso offerto dagli scambi, mentre altri potrebbero desiderare solo l’opzione più sicura di conservazione a freddo.

Se la tecnologia blockchain ci ha insegnato qualcosa, è che centralizzare qualsiasi cosa crea un punto centrale di fallimento. Ad esempio, se memorizzi tutti i tuoi beni in uno scambio di custodia e quello scambio fallisce o crolla come Celsius, MtGox o QuadrigaCX, potrebbe non esserci modo di recuperare i tuoi beni. Allo stesso modo, se scegli di utilizzare solo un singolo portafoglio privato caldo o freddo per concentrare tutte le tue risorse, ti trovi di fronte a un dilemma simile. Se tutte le tue risorse si trovano in un’unica posizione e perdi l’accesso alle tue informazioni chiave privata, come ha fatto James Howells nel 2013, non c’è modo di recuperarle.

Ci sono aspetti negativi?

Lo svantaggio principale di dividere la tua criptovaluta è che stai introducendo più vettori di attacco per potenziali hacker o truffatori.

In realtà il pericolo più grande potrebbe essere solo quello di perdere traccia di dove stai memorizzando la tua criptovaluta. Piccole quantità di criptovalute possono scomparire facilmente se non le si traccia attentamente.

Ci sono molti utenti che preferiscono archiviare tutte le loro criptovalute in un unico portafoglio super sicuro e fondamentalmente “impostarlo e dimenticarlo”. Ovviamente se quel portafoglio è compromesso, l’intero saldo crittografico è andato.

Ti suggeriamo di adottare un approccio che funzioni meglio per te con almeno un paio di contingenze in atto se le cose vanno male.

Panoramica

In sintesi, c’è il rischio di archiviare le tue risorse crittografiche, indipendentemente dal mezzo che scegli. Alcuni metodi contengono un rischio maggiore rispetto ad altri, mentre alcuni richiedono di assumersi maggiori responsabilità.

Utilizzando l’approccio horcrux, puoi ridurre il rischio di archiviazione delle tue risorse crittografiche. Questo concetto non riguarda la diversificazione del tuo portafoglio crittografico, piuttosto come proteggerlo e proteggerlo da ogni singolo punto di errore. Ogni soluzione di storage comporta rischi e benefici, ma suddividere le risorse tra diverse sedi può aiutarti a proteggerti a lungo termine.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
pexels bram van oosterhout 6478886

Ethereum si biforcherà alla fusione?

pexels rodnae productions 8369770

Dovrei iniziare a puntare sulla criptovaluta?