in

FTX è stato costruito per fallire?

La caduta di FTX è stata diversa da qualsiasi cosa la crittografia avesse mai visto prima. Da come è rapidamente caduto dalle alte sfere dello spazio ai dettagli piccanti che circondano il suo ex CEO Sam Bankman-Fried, è stato un dramma maturo per la TV.

Quasi quattro mesi dopo, il dramma non mostra segni di arresto. Se non altro, si è solo intensificato mentre marciamo verso il 2 ottobre 2023, quando SBF dovrebbe andare a processo dopo essersi dichiarato non colpevole di otto accuse penali nella sua prima udienza in tribunale all’inizio di gennaio.

Il modo insolito della conclusione dello scambio si è prestato a tutte le nature delle teorie cospirative selvagge. Una delle teorie più succose è che SBF fosse un cavallo di piazzato da misteriosi poteri per abbattere la crittografia. Questa teoria fa parte di una più grande, più schiacciante: FTX è stato costruito per fallire.

La domanda è: quei poteri lo hanno previsto? Questo pezzo esplora in profondità la teoria della cospirazione “la crittografia è stata costruita per fallire”. Assicurati di prendere ogni sezione con un enorme granello di sale.

La logica

I sostenitori di questa teoria della cospirazione ritengono che FTX sia stato costruito per fallire fin dall’inizio per aprire la strada alle normative crittografiche. Credono che attori di alto livello all’interno del governo degli Stati Uniti siano dietro la fondazione dello scambio, il suo volare troppo vicino al sole e il suo eventuale incendio.

Come ogni teoria della cospirazione che si rispetti, questa ha un nocciolo di verità: il rapporto tra gli Stati Uniti e le criptovalute è sempre stato difficile. I sostenitori della tecnologia ritengono che i governi non dovrebbero arrivare a controllare l’aspetto finanziario della vita delle persone. Crypto mira a strappare quel potere e restituirlo alla gente comune.

È questa qualità della valuta che i governi si agitano. Dalla Nigeria alla Cina, alcuni paesi hanno completamente vietato la classe di asset digitali (anche se i cittadini hanno aggirato tali divieti).

Mentre ogni paese rischia di perdere di fronte alle criptovalute, gli Stati Uniti hanno più da perdere. Il dollaro USA è la valuta più potente e detiene l’ambito status di valuta di riserva globale. Se la crittografia, che elimina gli intermediari ed è più economica da inviare, guadagnasse il dominio, significherebbe cattive notizie per il dollaro.

Eppure, come paese che si vanta di essere un faro di innovazione, l’ultima cosa che gli Stati Uniti vogliono fare è regolamentare l’industria fino all’oblio, o almeno sembra che lo faccia. Questa è la parte con cui i teorici della cospirazione sono scappati.

Secondo il loro pensiero, alcuni elementi più abbozzati dell’implosione dello scambio fanno sembrare che FTX sia stato costruito per fallire.

Esploriamo questi elementi.

#1. FTX donata al Partito Democratico

Nel furore, dopo che è trapelato che FTX era insolvente, è emerso che SBF aveva donato milioni di dollari ai democratici e, in particolare, alla campagna di Joe Biden.

SBF avrebbe poi rivelato di aver donato anche ai repubblicani, ma il danno era già fatto. Sono volate teorie secondo cui l’ex capo delle criptovalute era a letto con l’establishment. Il fatto che sua madre, Barbara Fried, avesse connessioni politiche (come membro del consiglio di amministrazione dell’organizzazione di donatori politici Mind Gap) ha solo alimentato le fiamme.

Inoltre, SBF aveva calcolato un’immagine del simpatico ambasciatore cripto a Washington, apparso al Congresso per testimoniare a favore delle normative crittografiche e ingraziarsi la classe politica. Questo non gli ha fatto guadagnare amici nel settore. I dirigenti crittografici in genere tengono i politici a distanza e si sono sentiti traditi.

Tali sentimenti di tradimento sono emersi quando Binance ha venduto i propri token FTX, il che ha essenzialmente innescato il collasso dello scambio. CZ, CEO di Binance, ha twittato riguardo al selloff: “Abbiamo dato supporto prima, ma non faremo finta di fare l’amore dopo il divorzio … Non sosterremo le persone che fanno pressioni contro altri attori del settore alle loro spalle”.

In breve, la profondità della diabolica alleanza tra Bankman-Fried e Washington ha sollevato le sopracciglia e alimentato ulteriormente la teoria della cospirazione.

#2. SBF ha prestato impropriamente i fondi dei clienti di FTX al suo hedge fund crittografico

Una delle rivelazioni più sorprendenti sulla scia della caduta dello scambio è stata Bankman ha deviato i fondi dei clienti verso l’hedge fund crittografico Alameda – una società affiliata, per finanziare scommesse di mercato rischiose.

Questa mossa, che lo stesso Bankman ha definito come una “chiamata di giudizio scadente”, ha impostato lo scambio per il fallimento molto prima che il suo bilancio fittizio fosse reso pubblico.

La cosa di Alameda era difficile da comprendere per molti. Sembrava palesemente spericolato, troppo ambizioso e, accuratamente, in scarsa capacità di giudizio. Tutto ciò di fronte al controllo a cui le aziende crittografiche sono solitamente sottoposte.

Ad esempio, Coinbase – il più grande scambio degli Stati Uniti, è noto per giocare sul sicuro ed evitare di entrare in conflitto con i regolatori. Binance ha assunto ex figure di spicco del governo degli Stati Uniti per guidarlo su come rimanere dalla parte dolce dei regolatori statunitensi (con risultati variabili).

Il punto è questo: quegli scambi troverebbero impensabile fare qualcosa di così stupido come mescolare illegalmente i fondi dei clienti. Che cosa pensava allora SBF? O c’è più di quanto sembri?

#3. I media mainstream hanno trattato le conseguenze di FTX con i guanti da bambino

Non è sfuggito ad alcuni osservatori quanto i media mainstream abbiano coperto con cautela le ricadute dell’FTX. Pubblicazioni come il New York Times, Forbes, Reuters e The Economist sono state accusate di scrivere “pezzi di sbuffo”.

Persone di alto profilo come il CEO di Coinbase Brian Armstrong, il fondatore di Kraken Jesse Powell e il proprietario di Twitter Elon Musk hanno guidato il coro. “Perché il pezzo di soffio @nytimes”? Musk ha interrogato, mentre Armstrong si è lamentato: “Il NYT sta scrivendo pezzi di sbuffo su un criminale”. Powell ha accusato il MSM di “tradire il loro dovere”.

La maggior parte delle persone si aspettava una copertura dura, senza fare prigionieri. Niente di meno era “politicamente motivato”, “fazioso cuckolding” o, più significativamente, “strano”. E ha solo alimentato la cospirazione. In effetti, alcune persone hanno osservato che non erano teorici della cospirazione prima – ma con il modo in cui pensavano che i media gestissero la saga, ne sono stati fatti uno.

FTX Fallout si farà sentire per anni

Come per ogni notevole ricaduta pubblica, le teorie della cospirazione sono solite spuntare. FTX si adatta più che bene al disegno di legge di una tale ricaduta.

Nessuno conosce l’accordo esatto con ciò che ci ha portato qui. Forse un giorno la criptosfera avrà un senso a tutto ciò. Per ora, le teorie della cospirazione continuano a raccogliere una notevole attenzione, non importa quanto stravaganti siano le affermazioni.

Subscribe
Notificami

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
pexels anna nekrashevich 6801874

Portafoglio crittografico per principianti: quale scegliere?

bitcoin g11e4713df 1280

Giochi crittografici: sono ancora praticabili nel 2023?