in

I mesi migliori dell’anno per acquistare criptovalute

In un mercato caratterizzato da volatilità e incertezza, gli investitori hanno la tendenza a cercare regolarità, medie e modelli ovunque possano trovarli. Questo è del tutto comprensibile, soprattutto quando i guadagni e le perdite in criptovaluta tendono a superare quelli osservati nei mercati più convenzionali.

Ed è particolarmente comprensibile nel 2022, quando le perdite di criptovaluta hanno superato i guadagni, esponendo i trader a rischi maggiori rispetto agli altri anni.

Un’area in cui (alcuni) investitori cercano regolarità è la tempistica dei movimenti di criptovaluta. Sì, c’è una ricchezza di dati disponibili su questo argomento, dalle percentuali di rendimento mese per mese per il prezzo del bitcoin, alle mappe di calore sulle tariffe del gas Ethereum di ora in ora.

Questo articolo raccoglie tali dati in un quadro globale, fornendo alcune informazioni sul momento, i giorni e i mesi migliori dell’anno per acquistare criptovalute.

I mesi migliori dell’anno per acquistare criptovalute

A partire dalla più grande unità di tempo (oltre agli anni stessi, che non sono significativi), un’ispezione dei mesi migliori dell’anno per acquistare criptovalute produce alcuni risultati intriganti.

Come mostra il grafico sopra, il 2022 è stato l’anno peggiore per i guadagni mensili di BTC dal 2018, con sette mesi in rosso finora (rispetto ai nove del 2018).

Per quanto riguarda il modo in cui i mesi stessi vanno, il grafico può essere analizzato in due modi. In primo luogo, mostra i rendimenti medi e i rendimenti totali (dal 2009) per ogni mese, che possono essere presentati nel modo seguente:

  • Novembre – guadagni medi: 39,21%; Guadagni totali: 548,87%

  • Aprile – guadagni medi: 36,01%; Guadagni totali: 504,16%

  • Ottobre – guadagni medi: 26,79%; Guadagni totali: 375,04%

  • Maggio – guadagni medi: 19,59%; Guadagni totali: 274,19%

  • Febbraio – guadagni medi: 13,42%; Guadagni totali: 187,83%

  • Dicembre – guadagni medi: 11,46%; Guadagni totali: 160,37%

  • Marzo – guadagni medi: 8,2%; Guadagni totali: 114,74%

  • Luglio – guadagni medi: 8,18%; Guadagni totali: 114,5%

  • Gennaio – guadagni medi: 7,59%; Guadagni totali: 106,25%

  • Giugno – guadagni medi: 7,46%; Guadagni totali: 104,4%

  • Agosto – guadagni medi: 0,73%; Guadagni totali: 10,28%

  • Settembre – guadagni medi: -5,01%; Guadagni totali: -70,08%

Alcune cose possono essere dedotte da tali cifre.

Per cominciare, se un trader vuole aumentare la probabilità di realizzare un profitto, potrebbe voler concentrare i propri acquisti sui periodi di ottobre / novembre e aprile / maggio, che storicamente hanno registrato i maggiori rendimenti mensili medi per bitcoin.

Naturalmente, gli investitori devono essere consapevoli del fatto che vorrebbero acquistare criptovalute appena prima di questi periodi, in modo da massimizzare i loro potenziali guadagni. Ad esempio, i dati mostrano che settembre è stato storicamente il mese peggiore mai registrato per i guadagni di bitcoin, quindi un investitore esperto potrebbe voler aspettare fino alla fine di settembre e poi effettuare un acquisto, giusto in tempo per i potenziali aumenti che ottobre e novembre potrebbero portare.

In termini di periodo ottimale del mese per gli acquisti, il grafico dei prezzi di bitcoin rivela che spesso è l’inizio del mese (cioè i primi dieci giorni circa) che tendono a portare la maggior parte dei guadagni. Questo è particolarmente vero per la sua azione nel 2021, che è stato un anno molto rialzista per la criptovaluta, portando più rally.

Naturalmente, alcuni potrebbero dire che questi dati sono davvero validi solo per bitcoin e non per altre criptovalute. Tuttavia, la maggior parte delle criptovalute sono fortemente correlate con BTC, quindi può ancora essere presa come un’indicazione di ciò che monete come Ethereum e Ripple possono fare anche in un dato mese dell’anno.

I migliori giorni del mese per acquistare criptovalute e momenti della giornata

Passando a giorni specifici, non esiste il tipo di dati sui prezzi che si classificano ogni giorno in base ai rendimenti medi dalla nascita di bitcoin / criptovaluta. Tuttavia, ci sono varie prove e dati che offrono alcune preziose intuizioni.

Ad esempio, i dati sulla volatilità dei bitcoin per ogni giorno mostrano che i fine settimana generalmente non sono l’ideale per i trader che cercano di realizzare un profitto rapido. Invece, potrebbero preferire guardare a lunedì o giovedì / venerdì, dove i movimenti più grandi tendono ad essere raggruppati. Questo funziona in entrambe le direzioni, quindi potrebbe anche aumentare il rischio di una caduta, in particolare negli anni più ribassisti.

I dati sulla volatilità di cui sopra sono supportati anche dai prezzi medi del gas di Ethereum, che mostrano ancora una volta meno attività nei fine settimana, anche se in questo caso le cose si riscaldano di più il martedì e il mercoledì. Ciò implica che, se stai cercando il day trade o un’azione a breve termine, farlo il sabato o la domenica non è davvero una buona idea.

Ciò che i due grafici sopra mostrano anche sono i momenti della giornata con la più alta volatilità / prezzi del gas, e ciò che è interessante è che entrambi mostrano una maggiore attività nel corso della giornata. Ad esempio, in entrambi i casi i periodi di punta tendono ad essere compresi tra le 15:00 UTC (o le 10:00 ora orientale, le 7:00 del Pacifico) e le 21:00 UTC (le 16:00 orientali, le 13:00 del Pacifico). Quindi chiunque supponga che il mercato abbia maggiori probabilità di muoversi verso l’alto piuttosto che verso il basso – e chi vuole fare soldi veloci – è consigliato di muoversi nel tempo appena prima di questa finestra di opportunità.

Avvertenze

Quasi inutile dire che il “tempismo” è per lo più irrilevante per gli investitori che giocano un gioco a lungo termine, almeno per quanto riguarda i giorni e le ore. Invece, molti titolari a lungo termine potrebbero essere meglio semplicemente adottando un approccio di media dei costi in dollari, acquistando un po ‘della loro criptovaluta desiderata ogni mese. Tale approccio tende a “mediare la volatilità” nel lungo termine, anche se i trader a breve termine che vivono per la volatilità potrebbero non apprezzarlo.

Inoltre, va detto che, mentre i dati di cui sopra coprono la storia di bitcoin / criptovaluta fino ai giorni nostri, non vi è alcuna garanzia che il futuro assomigli al passato. Quindi, anche se i fine settimana non sono grandi per la volatilità, e anche se novembre è stato storicamente il mese migliore per i rendimenti di bitcoin, questo non deve essere il caso nei prossimi anni.

Pertanto, andare lunghi nel senso più completo del termine e utilizzare la media dei costi in dollari rimane la strada da percorrere per la maggior parte degli investitori al dettaglio.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
nft 00006

Top Beginners NFT Trading Strategy facili da seguire

pexels leeloo thefirst 8919573

Bitcoin è solo il myspace di Crypto?