in

Perché esistono gli Altcoin?

Ci sono due tipi di criptovalute di cui le persone generalmente parlano. Il primo è probabilmente ovvio per te: Bitcoin. Il secondo è letteralmente ogni altro asset crittografico sul mercato: altcoin.

Potresti pensare che la divisione tra i due tipi significhi che Bitcoin e altcoin sono cose completamente diverse, ma non lo sono.

Nell’edizione di questa settimana di Ask CryptoVantage discuteremo cosa sono gli altcoin, perché esistono e mostreremo come sono rilevanti quanto Bitcoin nel mercato delle criptovalute.

Cosa sono gli Altcoin?

Come accennato nell’introduzione, gli altcoin sono qualsiasi risorsa digitale che non sia Bitcoin. Bitcoin è stata la prima criptovaluta e il primo progetto blockchain. Tutte le altre risorse e progetti crittografici che si sono formati dall’inizio di Bitcoin nel 2008 sono stati basati sul white paper per Bitcoin e sul libro mastro distribuito e blockchain che ha delineato.

Naturalmente, mentre Bitcoin è un progetto estremamente forte, è essenzialmente solo una riserva digitale di valore, e poiché la blockchain ha molti più casi d’uso possibili di una semplice riserva di valore, altri progetti sono iniziati sotto forma di altcoin.

Perché esistono gli Altcoin?

Gli Altcoin esistono per risolvere i problemi che Bitcoin deve affrontare, affrontando anche problemi e bisogni per i quali Bitcoin non è mai stato destinato, come i contratti intelligenti su Ethereum o gli oracoli su Chainlink.

I problemi principali che Bitcoin deve affrontare sono legati alla scalabilità (la possibilità di essere utilizzato da dieci o decine di milioni) e ai costi associati al mining con un algoritmo di consenso proof of work (costi di elettricità estremamente costosi). Bitcoin nella sua forma originale può elaborare solo 7 transazioni al secondo, non esattamente fattibile se inizia ad essere utilizzato come sistema di pagamento globale.

Ci sono voluti due anni dopo il lancio di Bitcoin perché il primo altcoin, Namecoin, entrasse in circolazione.

Era la stessa cosa di Bitcoin, ma ancora più anonima. Litecoin è uscito poco dopo ed è la stessa cosa di Bitcoin ma con velocità di transazione più elevate e quattro volte l’offerta massima.

Queste altcoin di prova di lavoro sono state poi seguite da:

  1. Altcoin con un valore stabile ancorato a una valuta fiat, indicati come stablecoin (come Tether)
  2. Altcoin che utilizzano una prova di consenso di puntata piuttosto che una prova di lavoro (come Cardano)
  3. Altcoin con prova dello spazio-tempo (come Filecoin)
  4. Un elenco innumerevole di altri potenziali usi per vari altcoin.

Vale la pena acquistarli o dovrei attenermi a Bitcoin?

Mentre Bitcoin è il re delle criptovalute, la diversità è importante in un portafoglio di investimenti. È anche importante capire che gli altcoin hanno il potenziale per fare più di quanto possa fare Bitcoin per molti settori diversi in tutto il mondo in termini di utilità, e l’utilità degli altcoin è ciò che dà loro valore. A questo punto Bitcoin è come la criptovaluta di marca di nome, ma ciò non significa che non ci sia spazio per gli altri sul mercato, proprio come nei mercati tradizionali.

Mentre noi qui a CryptoVantage non forniamo consigli di investimento, sembra prudente come investitore che cerca di entrare in cripto non solo guardare alla blue chip che è Bitcoin, ma anche ai potenziali usi e allo sviluppo di altri progetti blockchain nello spazio. Se trovi un altcoin che ti piace e pensi abbia un potenziale per l’uso, non c’è motivo di non essere disposto a investire in esso solo perché non è Bitcoin; Gli altcoin sono altrettanto importanti.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
pexels roger brown 5126268

Perché le grandi aziende acquistano Bitcoin?

pexels carlos pernalete tua 730647 1

Condividere le chiavi private Bitcoin: è una buona idea?