in

Portafoglio custodiale vs non custodiale: cosa sono e differenze

Chiunque sia stato in giro per lo spazio Bitcoin e criptovaluta per più di un paio di settimane ha probabilmente sentito la frase “Non le tue chiavi, non il tuo Bitcoin”. Ma cosa significa?

In Bitcoin, l’idea è quella di dare al singolo utente il controllo completo sui propri soldi.

In altre parole, se usati correttamente, i fondi di un utente non possono essere sequestrati da terzi come un governo o un istituto finanziario.

Per sfruttare appieno la tecnologia di criptovaluta, gli utenti devono comprendere le differenze tra portafogli custodiali e non custodiali quando scelgono il miglior portafoglio crittografico.

Cosa sono i portafogli di custodia?

I portafogli di custodia sono disprezzati da alcuni segmenti della comunità Bitcoin. L’idea di base è che la tua criptovaluta viene consegnata a terzi per essere archiviata piuttosto che prendersi cura dei fondi da sola.

La rimozione di terze parti dal sistema finanziario è un punto chiaro di questa tecnologia e spiegato nel white paper originale di Bitcoin, motivo per cui i portafogli di custodia sono talvolta indicati come banche Bitcoin.

Pro e contro dei portafogli di custodia

Pro

  • Se la sicurezza informatica non è il tuo punto di forza, potresti lasciare che una terza parte protegga la tua crittografia.

  • Un custode di terze parti può essere utile per assicurarti di non perdere l’accesso ai tuoi fondi.

  • I portafogli di custodia sono spesso un requisito se si desidera fare trading sugli scambi di criptovaluta più popolari.

  • Alcuni custodi ti offriranno un ritorno sui tuoi risparmi basati su criptovaluta.

Contro

  • Non possiedi le tue chiavi private, il che significa che la sicurezza viene lasciata a terzi.

  • Qualcun altro sta tenendo i tuoi soldi per te, il che significa che potrebbero decidere di prenderli semplicemente.

  • I portafogli di custodia funzionano in modo molto simile al sistema finanziario tradizionale a causa del fatto che sono centralizzati.

  • Non puoi accedere a nuove criptovalute create tramite fork di criptovalute che già possiedi.

Cosa sono i portafogli non custodiali?

I portafogli non custoditi sono Bitcoin nella sua forma più vera. Un portafoglio non custodito è semplicemente un software sul tuo computer o telefono che ti mette in pieno controllo delle tue partecipazioni in criptovaluta. Possiedi le tue chiavi private, il che significa che nessun altro è in grado di effettuare una transazione per tuo conto. Tuttavia, con un maggiore potere arriva una grande responsabilità.

Pro e contro dei portafogli non custodiali

Pro

  • Hai il controllo completo del tuo Bitcoin, il che significa che i tuoi beni sono molto più difficili da sequestrare.

  • Puoi effettuare transazioni senza che qualcuno ti guardi alle spalle.

  • È possibile accedere a funzionalità avanzate come l’accesso non custodito al Lightning Network.

  • È possibile attivare diversi livelli di sicurezza a seconda del modello di minaccia.

  • È possibile accedere a livelli più elevati di sicurezza attraverso la combinazione di hardware e portafogli di carta.

  • Avrai pieno accesso a qualsiasi dividendo o premio di puntata associato alle tue partecipazioni in criptovaluta.

Contro

  • Sarà più difficile scambiare rapidamente la tua criptovaluta, poiché dovrà prima essere inviata a uno scambio.

  • Essere responsabili della propria sicurezza comporta una grande responsabilità e l’errore umano potrebbe portare a furti o cancellazioni accidentali.

  • Di solito ti verranno presentate interfacce utente un po ‘più difficili da capire.

Quale è meglio: custodiale o non custodiale?

La scelta tra un portafoglio custodiale o non custodiale dipende da ciò che stai cercando di ottenere dal tuo Bitcoin e da quanto ti senti a tuo agio con la sicurezza informatica.

Se sei qualcuno che non è bravo con i computer ed è semplicemente interessato a Bitcoin per le sue proprietà monetarie (il limite di 21 milioni), allora usare un portafoglio custodiale non sarà un grosso problema. Probabilmente è meglio affidare una terza parte per aiutarti a non perdere l’intero investimento, e finché usi un’entità fidata e regolamentata per archiviare i tuoi fondi, è improbabile che tu incontri problemi seri.

Se sei interessato alla filosofia cypherpunk dietro Bitcoin o sei in grado di capire come assumerti la responsabilità delle tue partecipazioni in criptovaluta, allora ti consigliamo di scegliere una soluzione di archiviazione non custodiale. Ciò ti consentirà di effettuare transazioni in modo senza autorizzazioni e ti metterà in pieno controllo del tuo Bitcoin. Ecco come Bitcoin doveva essere utilizzato.

Perché i portafogli di custodia sono considerati non sicuri?

I portafogli di custodia hanno un track record orribile, ma hanno guadagnato una reputazione migliore negli ultimi anni. Nei primi giorni, c’era una mancanza di regolamentazione intorno ai custodi di Bitcoin e criptovaluta, il che ha portato molti di loro a perdere i fondi dei clienti a causa degli hacker o semplicemente a scappare con i soldi stessi.

In questi giorni, ci sono molte entità regolamentate, affidabili e spesso assicurate che sono disposte a tenere i tuoi Bitcoin per te. In effetti, potresti persino essere in grado di ottenere un ritorno sul tuo Bitcoin in modo simile al sistema bancario tradizionale.

Tuttavia, se sei sufficientemente esperto di computer, prendersi cura del proprio archivio di criptovaluta è ancora la scommessa più sicura e segue in linea con il motivo per cui questa tecnologia è stata creata in primo luogo.

Tutti gli scambi offrono portafogli di custodia?

Tutti i principali scambi offrono attualmente portafogli di custodia, ma vengono utilizzati nuovi protocolli per migliorare la sicurezza di questi scambi e offrire agli utenti un maggiore controllo sui loro fondi.

Scambi come Kucoin e Nash utilizzano una tecnologia simile a Lightning Network per dare ai loro utenti il pieno controllo sulle loro risorse crittografiche fino al punto in cui desiderano effettuare un ordine di vendita. È probabile che più scambi offriranno questo tipo di aggiornamento della sicurezza nel tempo, ma per ora i portafogli di custodia sono ancora lo standard per la maggior parte degli scambi.

Ci sono scambi con portafogli non custodiali?

Ci sono alcuni scambi che dispongono di portafogli non custoditi, ma generalmente non hanno lo stesso livello di volume di trading trovato negli scambi più popolari al mondo. Opzioni completamente peer-to-peer come Bisq intendono mantenere la filosofia di base di Bitcoin e offrire una soluzione decentralizzata che non si basa su terze parti.

Ci sono un certo numero di altri scambi decentralizzati basati su blockchain che sono spuntati su piattaforme di contratti intelligenti come Ethereum, ma hanno incontrato una serie di problemi, in particolare problemi associati al frontrunning.

Il modello che finisce per funzionare per il meglio a lungo termine potrebbe essere quello che non cerca di essere il più decentralizzato possibile, consentendo allo stesso tempo ai propri clienti di detenere i propri fondi. Con questa configurazione, gli utenti hanno il controllo delle proprie chiavi private, ma lo scambio probabilmente utilizza un portafoglio ordini centralizzato per scopi di efficienza.

I portafogli hardware sono sempre non custoditi?

Se stai utilizzando il tuo portafoglio hardware, allora è completamente non custodito. L’unica volta che un portafoglio hardware viene utilizzato in modo non custodito è quando viene utilizzato per proteggere le partecipazioni offline di criptovaluta di uno scambio per conto dei suoi utenti.

Come faccio a configurare un portafoglio non custodito?

Abbiamo una guida completa alla configurazione dei portafogli crittografici, ma non è un processo eccessivamente complicato. In genere include la maggior parte dei seguenti passaggi:

  1. Acquista o scarica il tuo portafoglio preferito
  2. Annota la tua frase di semi di recupero di 12 o 24 parole (è importante tenerla offline)
  3. Creare una password o un pin
  4. Collega il tuo portafoglio hardware al computer (se hai un portafoglio hardware)
  5. Accedi al tuo portafoglio
  6. Invia criptovaluta al tuo portafoglio

Una nota sulle frasi dei semi di recupero: ogni volta che generi un nuovo portafoglio crittografico di solito ti vengono date 12 o 24 parole casuali. Possono essere utilizzati per recuperare il tuo portafoglio crittografico se il tuo dispositivo fisico o computer viene perso o altrimenti compromesso.

Pertanto è estremamente importante conservare la frase del seme di recupero in un posto sicuro (come una cassaforte reale). Ad alcune persone piace persino goffrare le piastre metalliche con la loro frase di semi di recupero per una sicurezza ancora maggiore. Questi sono a volte indicati come portafogli crittografici in metallo.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
pexels leeloo thefirst 7873553

Capitalizzazione di mercato delle criptovalute: guida per principianti

pexels bram van oosterhout 6478886

Liquidità di criptovaluta: cos’è e come funziona