in

Valute Fiat: cosa sono e come funzionano

Le valute Fiat hanno una lunga storia che risale alle antiche dinastie cinesi del 10 ° secolo. Dopo una forte domanda di valuta metallica che superava l’offerta di metalli preziosi al culmine del commercio durante la dinastia Tang, le note di credito iniziarono a circolare e furono presto utilizzate come la prima forma di carta moneta che usiamo oggi come banconote.

In poche parole, la nota di credito era un pezzo di carta emesso dalla prima alla seconda, garantendo alla seconda parte che la nota privata è coperta da una riserva monetaria o aurea in banca. Pertanto, la semplice emissione di una nota di credito IOU era buona come effettuare un pagamento per beni e servizi.

L’idea della carta moneta guadagnò rapidamente trazione da allora e fu adottata dalle colonie americane, dalla Francia e dal congresso continentale nel 18 ° secolo.

Come previsto, l’emissione di troppe note di credito o cambiali di credito potrebbe creare inflazione, quindi i governi hanno assunto il controllo dell’emissione delle cambiali di credito per aggiungere sicurezza e fiducia al sistema.

Fino all’inizio del 20 ° secolo, chiunque poteva convertire la carta moneta in monete d’oro. Tuttavia, le guerre e i progetti di espansione del governo hanno costretto i governi a una maggiore spesa che ha portato alla necessità di stampare più denaro.

Tuttavia, con la carta moneta sostenuta da riserve auree, l’unico modo per i governi di accedere a più capitale era quello di aumentare le tasse o stampare più denaro. Come governo superpotenza mondiale, gli Stati Uniti hanno deciso di optare per la stampa di denaro sollevando il dollaro dal gold standard.

A partire dal 2021, sono passati esattamente 50 anni da quando il dollaro USA è diventato una valuta fiat dopo che il presidente Richard Nixon ha bruscamente tolto il dollaro dal gold standard.

Questo atto di cancellazione della convertibilità diretta dei dollari in oro a causa della diminuzione delle riserve auree e della necessità di una maggiore spesa pubblica ha portato la maggior parte dei paesi ad adottare denaro fiat. Per definizione, il denaro fiat è un mezzo di scambio sostenuto dalla fede dei suoi possessori nella virtù del governo emittente e non una merce fisica.

Perché le persone cripto non amano la valuta fiat?

Gli appassionati di criptovalute non amano le valute legali perché vedono il denaro fiat come uno strumento monetario arcaico che propaga solo la mancanza di responsabilità del governo e il controllo totalitario sull’economia.

Negli ultimi due anni in cui il mondo ha lottato per superare una pandemia globale, varie giurisdizioni hanno continuato a stampare denaro mettendo ulteriormente in evidenza gli svantaggi del denaro fiat. Man mano che viene stampato più denaro, l’inflazione aumenta in tutto il mondo e la ricchezza e il reddito delle persone vengono diluiti. Ciò riduce la capacità delle valute legali di agire come riserve affidabili di valore.

Come organismi inorganici, i governi del mondo sono cresciuti abbastanza in modo tale che non ci sono sistemi di responsabilità che contro-controllano la spesa pubblica e le politiche monetarie. Eppure, gli stessi governi sono gestiti da esseri umani imperfetti. Gli appassionati di criptovalute considerano questo controllo centralizzato sul sistema monetario mondiale nelle mani di pochi burocrati come un sistema ingiusto che tende a funzionare solo a favore di coloro che lo controllano.

L’idea che le banche centrali abbiano potere assoluto su un’economia attraverso il controllo della valuta fiat di quell’economia è contraria all’ethos che governa le criptovalute pioniere come Bitcoin che incoraggiano l’equità e la trasparenza generale.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
pexels pixabay 210705

Total Value Locked o TVL: cos’è e come funziona

pexels alesia kozik 6771607

Come funzionerà la criptovaluta nel 2030