in

Antitrust multa i produttori di caschi irregolari

Caschi irregolari

I caschi venivano presentati sul mercato e venduti con il prezzo di prodotti omologati, ma erano sprovvisti della certificazione relativa necessaria. I caschi irregolari sono quelli appartenenti alle linee “Stone” e “Stoneline”

Ognuna delle cinque aziende presentava caratteristiche differenti: alcuni caschi avevano un brevetto di garanzia falso, visiere non omologate, finti marchi di omologazione internazionale ed altro, ma in comune avevano tutti solo l’illegalità.

I caschi sono stati messi in commercio tra dicembre 2007 e marzo 2009: i prodotti provenienti da questi lotti hanno violato i requisiti del Regolamento ECE – ONU 22-05, paragrafi 6 e 7.

(foto ©Agrigentoweb)

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La crisi ci accompagnerà ancora un anno

Borse europee, mattinata in ripresa