in

Bitcoin e Dogecoin crollano: colpa di Elon Musk e Vitalik Buterin

Il mercato dei Bitcoin e criptovalute è crollato di circa $300 miliardi prima di rimbalzare leggermente dopo che il miliardario di Tesla Elon Musk e il co-fondatore di Ethereum Vitalik Buterin hanno inviato onde d’urto al settore.

Bitcoin e Dogecoin in crollo

Il prezzo di Bitcoin è sceso brevemente sotto il livello di $50.000 per moneta, prima di risalire al di sopra, mentre Dogecoin, una criptovaluta basata su meme che è esplosa in popolarità negli ultimi mesi, ha portato il mercato delle criptovalute al ribasso con un calo del prezzo del 10%.

L’influenza di Vitalik Buterin

Il forte calo è stato innescato da Buterin, il cripto miliardario più giovane al mondo, che ha spostato improvvisamente oltre $2 miliardi di criptovaluta e poi peggiorato dalla notizia shock secondo la quale Elon Musk avrebbe ritirato la possibilità di comprare delle Tesla usando i Bitcoin.

Ieri, Buterin ha donato $1 miliardo in token meme ispirati ai Dogecoin all’India Covid Relief Fund e una serie di altri enti di beneficenza e ha spostato $1,3 miliardi di token ether di Ethereum dal suo indirizzo pubblico principale a un portafoglio separato.

Le mosse hanno causato preoccupazione perché si pensava che il co-fondatore di Ethereum stesse per incassare le sue enormi partecipazioni in criptovaluta, facendo cadere il prezzo di Ethereum dai suoi recenti massimi di oltre $4.000 per token ether.

Il mercato delle criptovalute è salito a oltre $2 trilioni quest’anno, con Bitcoin – la più grande criptovaluta del mondo – che ora sfoggia una capitalizzazione di mercato di circa $1 trilione. La crescita del mercato delle criptovalute è stata supportata anche dall’aumento del prezzo di Ethereum e dalla frenesia speculativa alimentata dai meme di dogecoin.

L’influenza di Elon Musk

Altrove, Elon Musk, amministratore delegato di Tesla e sostenitore di lunga data di Bitcoin, ha annunciato che la sua azienda avrebbe sospeso l’uso di bitcoin da parte dei clienti per acquistare i suoi veicoli.

«La criptovaluta è una buona idea a molti livelli e crediamo che abbia un futuro promettente, ma questo non può che avere un grande costo per l’ambiente», ha detto Musk tramite Twitter.

Musk, che ha aiutato il prezzo del Bitcoin a salire a oltre $60.000 all’inizio di quest’anno con il suo sostegno, ha citato preoccupazioni ambientali su come coloro che proteggono la rete Bitcoin, noti come minatori, alimentano le loro macchine. A febbraio, Tesla ha rivelato di aver acquistato $1,5 miliardi di Bitcoin e ha iniziato ad accettarli come pagamento per le auto, facendo salire il prezzo della moneta del 20%.

«Elon Musk ha la capacità di pompare o scaricare il prezzo di Bitcoin quasi da solo quando si adatta ai suoi interessi», ha detto Alex Kuptsikevich, analista finanziario senior di FxPro «Questo forte affidamento sulle prospettive dell’intero mercato sulle dichiarazioni di un importante investitore è un enorme divario per il mercato delle criptovalute e ne dimostra la sua vulnerabilità. Va notato che la caduta di Bitcoin ha coinciso con una correzione nell’S & P 500, dimostrando ancora una volta che l’investitore e la composizione di entrambi i mercati può essere ben correlata».

Tuttavia, Musk ha detto che Tesla continuerà a detenere Bitcoin nel suo bilancio e spera di riavviare le transazioni Bitcoin in futuro. Ha aggiunto che la società, che spera di entrare nel mercato multimiliardario del credito rinnovabile statunitense, sta esaminando altre criptovalute che hanno un minore impatto ambientale.

«Stiamo anche esaminando altre criptovalute che utilizzano <1% dell’energia / transazione di Bitcoin» ha detto Musk. Il prezzo del Bitcoin è precipitato di circa il 17% subito dopo la bomba di Musk prima di recuperare alcune delle sue perdite. Nel frattempo, anche il prezzo delle azioni di Tesla è sceso durante le contrattazioni fuori orario.

«Tesla e Bitcoin sono sempre stati strani compagni di letto, date le credenziali ambientali del produttore di auto elettriche e la colossale quantità di energia consumata dalla criptovaluta”, ha detto Laith Khalaf, analista finanziario presso l’intermediazione AJ Bell.

«Le questioni ambientali sono un argomento incredibilmente delicato in questo momento e la mossa di Tesla potrebbe servire da campanello d’allarme per le aziende e i consumatori che utilizzano Bitcoin, che fino a quel momento non avevano considerato la sua impronta di carbonio. Tesla potrebbe aver guadagnato $101 milioni dalla vendita di Bitcoin nel primi tre mesi dell’anno, ma ora gli investitori si chiederanno legittimamente se quei soldi avrebbero potuto essere spesi meglio altrove».

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
ebay nft

Su eBay ora è possibile acquistare e vendere NFT

Elon Musk collabora con Dogecoin dopo lo stop ai Bitcoin

Elon Musk collabora con Dogecoin dopo lo stop ai Bitcoin